Facebook Safety Check, gli utenti potranno attivarlo da soli durante le emergenze

Facebook Safety Check, gli utenti potranno attivarlo da soli durante le emergenze

Facebook conferma che, in futuro, il Safety Check - strumento che permette di contattare amici e familiari in caso di emergenza - potrà essere attivato dai singoli utenti.

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 12:31 nel canale Web
Facebook
 

Facebook è al lavoro per rendere ancor più accessibile Safety Check, lo strumento integrato nel popolare social network che consente di mettersi in contatto con amici e familiari durante le situazioni di emergenza, come le calamità naturali o gli attentati terroristici. Lo ha confermato il numero uno di Facebook Mark Zuckerberg, nell'incontro con gli studenti della Luiss avvenuto a Roma nelle scorse ore

Ricordando il recente terremoto che ha colpito il Centro Italia, ed a seguito del quale Facebook ha attivato il Safety Check, uno membro del pubblico presente all'incontro ha chiesto a Zuckerberg: "Gli utenti saranno in grado di attivarlo (Safety Check ndr.) da soli?". "Si, ci stiamo già lavorando", ha risposto il numero uno della del popolare social network. Sino ad ora, la possibilità di utilizzare il Safety Check è stata legata esclusivamente alle valutazioni effettuate dai gestori del social network, unici soggetti in grado di attivarlo.

Facebook Safety Check

Non è ancora chiaro il meccanismo in base al quale saranno i singoli utenti ad attivare Safety Check, quali parametri dovranno ricorrere per considerare un evento di gravità tale da giustificare l'attivazione dello strumento e quando il nuovo meccanismo di attivazione sarà messo concretamente a disposizione degli utenti Facebook. 

Affidare ai singoli l'attivazione del Safety Check - si spera, con le opportune misure per evitare abusi - rappresenta, al tempo stesso, un modo per attenuare le critiche rivolte a Facebook sulla scelta di mettere a disposizione lo strumento in determinati casi di emergenza e in determinate aree geografiche, tendenzialmente coincidenti con i paesi occidentali. 

Safey Check è stato attivato per la prima volta nel 2014 ed esclusivamente in concomitanza con calamità naturali, successivamente l'attivazione è avvenuta anche in occasione di attentati terroristici. Il prossimo passo per Safety Check è fare in modo che le community possano attivarlo autonomamente quando si verifica una calamità.

Safety Check non esaurisce ovviamente gli strumenti di comunicazione utilizzabili per segnalare di non essere in pericolo e per mettersi in contatto con amici e familiari in caso di emergenza, ma può rappresentare un ulteriore ausilio che si affianca a strumenti più tradizionali come i numeri telefonici di emergenza 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Persilù30 Agosto 2016, 13:24 #1
Ottima cosa, non solo per i terremoti.
Lo usano in tantissimi, è un social network che abbraccia un vasto bacino di utenza, quindi ben venga.
LordPBA30 Agosto 2016, 13:50 #2
la prima calamita' e' l'app di facebook, lenta e pesantissima

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^