Facebook, niente post sponsorizzati per i siti e le pagine di bufale

Facebook, niente post sponsorizzati per i siti e le pagine di bufale

Il social network di Zuckerberg ha aggiunto una nuova protezione contro le fake news, con le pagine scoperte in violazione che non potranno più sponsorizzare i propri post

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Web
Facebook
 

Al fine di combattere i siti che diffondono fake news, informazioni false o bufale, come vengono chiamate, Facebook ha aggiunto una "protezione aggiuntiva". Se una pagina viene trovata in violazione dei termini del servizio e ha ripetutamente pubblicato storie che possono essere ricondotte a bufale non avrà più la possibilità di sponsorizzare qualsiasi tipo di post. L'obiettivo è ridurre la portata delle stesse storie, colpendo anche le finanze dei creatori.

Fino ad oggi le regole di Facebook hanno impedito agli inserzionisti solo di pubblicare post sponsorizzati contenenti collegamenti a storie false, ma il nuovo aggiornamento porta tale restrizione ad un passo successivo. Sul blog ufficiale la compagnia ha rivelato le novità dichiarando che sta ponendo in essere un nuovo giro di vite sulle "Pagine che usano gli ads per incrementare l'audience e infine distribuire le news false in maniera più estesa".

"Se una pagina adesso condivide ripetutamente storie che sono state contrassegnate come false dalle organizzazioni di terze parti che controllano i fatti non avranno più la possibilità di comprare post sponsorizzati su Facebook", scrive la compagnia. "Se le pagine smetteranno di condividere news false per un determinato periodo di tempo, inoltre, potrebbero diventare idonee per eseguire nuovamente le campagne pubblicitarie sul social network".

Facebook vuole combattere la diffusione delle news false con tre armi diverse: "Distruggere gli incentivi economici che ci sono nel pubblicare notizie false, costruire nuovi prodotti capaci di frenare la diffusione delle fake news, aiutare gli utenti a informarsi ulteriormente sui fatti quando incontrano una bufala. Il problema delle fake news è annoso sul social network di Zuckerberg, ma si è fatto sentire in maniera particolarmente decisa solo di recente.

Ad aver fatto esplodere la questione sono state le ultime elezioni politiche americane, in cui pare che le stesse fake news abbiano avuto un ruolo determinante nell'esito finale (ma Zuckerberg si è dissociato). Le bufale trovano terreno fertile soprattutto sui social network e, con i suoi oltre 2 miliardi di utenti, Facebook è diventato ormai un vettore straordinario per la diffusione dell'informazione e, purtroppo, anche della disinformazione sul web.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eureka8530 Agosto 2017, 15:08 #1
Smettete di usarlo Facebook vi manipola la mente e distorce la realtà, isolandovi e rendendovi + vulnerabili.
Legge e vede ogni cosa che pubblicate rendendovi merce per le multinazionali del profitto.
Axios200630 Agosto 2017, 15:33 #2
Originariamente inviato da: eureka85
Smettete di usarlo Facebook vi manipola la mente e distorce la realtà, isolandovi e rendendovi + vulnerabili.
Legge e vede ogni cosa che pubblicate rendendovi merce per le multinazionali del profitto.


Come i giornali, i telegiornali, i politici, le religioni e chi più ne ha più ne metta.
turcone30 Agosto 2017, 15:56 #3
Originariamente inviato da: eureka85
Smettete di usarlo Facebook vi manipola la mente e distorce la realtà, isolandovi e rendendovi + vulnerabili.
Legge e vede ogni cosa che pubblicate rendendovi merce per le multinazionali del profitto.


tipico discorso ottuso : facebook serve per collegarsi ad altre persone e migliorarsi poi che girino tante fakenews e ci sia pure un partito dietro che però riesce a distribuire le sue panzane anche solo grazie al suo blog e magari le persone con facebook scoprono che quello che leggono spesso è falso
quindi in conclusione avere una mentalità chiusa denota una mente incapace di adattarsi ai cambiamenti della nostra società
che poi usino i tuoi dati per fare marketing è alla luce del sole se non vuoi che qualcuno usi i tuoi dati personali è abbastanza semplice : vai in campagna e diventi autosufficiente perchè anche quando vai a fare la spesa vieni profilato o quando compri qualcosa su internet o quando semplicemente usi moneta elettronica
Mars4ever30 Agosto 2017, 16:38 #4
Tra certi commenti e Napalm51, non si sa mai quale sia la parodia e quale l'originale.
Io odio la lobby dell'estate perché mi toglie Crozza!
Erotavlas_turbo30 Agosto 2017, 17:29 #5
Originariamente inviato da: eureka85
Smettete di usarlo Facebook vi manipola la mente e distorce la realtà, isolandovi e rendendovi + vulnerabili.
Legge e vede ogni cosa che pubblicate rendendovi merce per le multinazionali del profitto.


Completamente d'accordo. Lo stesso vale per whatsapp e instagram tutti della stessa multinazionale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^