Facebook inciampa ancora sulla privacy: un bug rende visibili a tutti i post di 14 milioni di utenti

Facebook inciampa ancora sulla privacy: un bug rende visibili a tutti i post di 14 milioni di utenti

Un bug durante un lavoro di sviluppo ha reso accidentalmente pubblici i post di 14 milioni di utenti anche se impostati per essere visibili ad un pubblico ristretto. La società si scusa ed è corsa ai ripari

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Web
Facebook
 

Nel corso della giornata di ieri Facebook ha reso noto di essere incappata in un altro "problemino" in tema di privacy, dichiarando che per via di un bug (o una svista, non è dato sapere) il social network ha reso accidentalmente visibili a tutti i post di 14 milioni di utenti anche se originariamente pensati per essere mostrati ad un numero ristretto di contatti.

In particolare nei giorni tra il 18 e il 27 maggio scorsi almeno 14 milioni di utenti hanno postato contenuti pensando di mostrarli solamente ad un pubblico selezionato, quando in realtà sono risultati visibili a tutti. Il problema si è verificato perché gli sviluppatori di Facebook erano al lavoro per sviluppare nuovi modi di condivisione dei contenuti: durante questo lavoro gli sviluppatori hanno accidentalmente indicato che tutti i nuovi post dovessero essere pubblici, sovrascrivendo in questo modo le regole di privacy impostate dagli utenti.

Facebook infatti rende possibile, per chi lo voglia, impostare nel proprio profilo un pubblico di riferimento, tra i propri contatti, con cui condividere i contenuti postati: chi non rientra nel pubblico definito dall'utente non potrà vedere il post.

"Abbiamo risolto il problema e, a partire da oggi, stiamo notificando quanto accaduto a tutte le persone interessate e chiedendo loro di rivedere qualunque post abbiano pubblicato durante quel periodo. Per essere chiari, questo bug non ha impatto su quanto gli utenti hanno pubblicato prima del periodo specifico, e possono ancora scegliere il loro audience proprio come hanno sempre fatto. Ci scusiamo per questo errore" ha dichiarato a Business Insider Erin Egan, Chief Privacy Officer di Facebook.

La società ha poi precisato che il bug è stato risolto il 22 Maggio, ma che sono stati necessari altri 5 giorni per recuperare pienamente le impostazioni di privacy per tutti i post toccati dal problema.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo08 Giugno 2018, 13:39 #1
mai fidarsi della privacy promessa da un social network, anzi mai fidarsi di un social network...

Magari ci scappa qualche divorzio, o qualche "coming-out" forzato !
gioloi08 Giugno 2018, 13:57 #2
Oppure qualcuno che sfanculava il proprio direttore (in gruppo ristretto) e ora verrà crocifisso in sala mensa dopo essere stato per una settimana inginocchiato sui ceci.
gd350turbo08 Giugno 2018, 14:04 #3
Originariamente inviato da: gioloi
Oppure qualcuno che sfanculava il proprio direttore (in gruppo ristretto) e ora verrà crocifisso in sala mensa dopo essere stato per una settimana inginocchiato sui ceci.

Oppure trasferito nella miniera di carbonia e qui impiegato come mulo da soma !
Akula99008 Giugno 2018, 14:56 #4
Ancora gli utenti non hanno capito che "social network" non potrà mai convivere con la privacy.
Devono farsene una ragione e poi vivranno felici...senza privacy.
cignox108 Giugno 2018, 15:50 #5
Non vorrei essere nel tipo che ha fatto la modifica che ha portato al problema quando si é accorto di ció che aveva fatto!
Phoenix Fire08 Giugno 2018, 17:04 #6
Originariamente inviato da: cignox1
Non vorrei essere nel tipo che ha fatto la modifica che ha portato al problema quando si é accorto di ció che aveva fatto!


immagino la scena
dev1 - oi dev2 rendi pubblici i post sul server di test così proviamo la condivisione avanzata
dev2 (rumore sulla tastiera) - Bestemmione da competizione
dev1 - che è successo?
dev2 - Imprevisto a casa, adios (e corre verso la porta)
dev1 (guardando il monitor di dev2) ha aggiornato il server di produzione, (pressione di ctrl-c continua), guardie acchiapatelo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^