Facebook e i computer che si comandano con il cervello: il colosso acquisirà CTRL-Labs

Facebook e i computer che si comandano con il cervello: il colosso acquisirà CTRL-Labs

CTRL-Labs è una startup che ha realizzato un braccialetto che trasmette segnali elettrici dal cervello al computer. E adesso è di proprietà di Facebook

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Web
Facebook
 

Facebook ha di recente annunciato che acquisità CTRL-Labs, startup che si occupa di interfacce neurali e che ha realizzato un braccialetto che trasmette segnali elettrici dal cervello al computer. L'affare, secondo la CNBC, è da circa 1 miliardo di dollari, ed è la trattativa più importante sul piano finanziario che Facebook ha fatto negli ultimi 5 anni. Nel 2014, invece, il colosso di Zuckerberg acquisiva Oculus VR per la cifra di 2 miliardi.

Andrew Bosworth, responsabile delle divisioni VR e AR di Facebook, ha fatto l'annuncio lunedì scorso precisando che CTRL-Labs si unirà al team Facebook Reality Labs ed entrambi progetteranno prodotti pensati per il cliente finale in maniera più veloce rispetto ad oggi. Una curiosità: CTRL-Labs è stata co-fondata da uno dei creatori di Internet Explorer, il neuroscienziato Thomas Reardon.

La startup è inoltre capitanata da Patrick Kaifosh, anch'egli un neuoscienziato, e ha raccolto investimenti pari a circa 67 milioni di dollari fino ad oggi. Nel corso dei mesi passati CTRL-Labs ha inoltre acquistato da North (prima si chiamava Thalmic Labs) una serie di brevetti relativi a Myo, un dispositivo indossabile da braccio che permette di controllare movimenti e gesti. Questa sorta di fascia da braccio misura l'elettromiografia (EEG) per tradurre l'attività muscolare in input software, trasformando il braccio stesso in periferica di controllo. Oggi North non è più interessata allo sviluppo di questo dispositivo e produce un paio di occhiali per la realtà aumentata noti come Focals.

Secondo le parole di Bosworth, comunque, il braccialetto di CTRL-Labs sarà fondamentale nello sviluppo di nuove modalità di interazione con le macchine, senza dover fare affidamento all'accoppiata mouse più tastiera ancora oggi indispensabile su computer. Ma servirà anche a disfarsi di touchscreen e di qualsiasi altro tipo di controller fisico, soprattutto in ambienti in realtà virtuale o aumentata.

L'acquisizione è importante anche per capire la strategia di Facebook relativamente alle tecnologie future, con il fine di superare del tutto il fallimentare Building 8 che è stato chiuso e suddiviso in altre divisioni più piccole. Building 8 è presto diventato Facebook Reality Labs e, secondo indiscrezioni delle ultime settimane, i laboratori di Facebook stanno sfornando due paia di occhiali in realtà aumentata che potrebbero beneficiare, e non poco, dell'interfaccia neurale sviluppata dalla neoacquisita CTRL-Labs.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ratavuloira25 Settembre 2019, 08:59 #1
Per me sono più interessati ai computer che comandano il cervello
al13525 Settembre 2019, 09:04 #2
Originariamente inviato da: Ratavuloira
Per me sono più interessati ai computer che comandano il cervello


ahhahah
jepessen25 Settembre 2019, 14:25 #3
Originariamente inviato da: Ratavuloira
Per me sono più interessati ai computer che comandano il cervello


Si chiamano smartphone
ComputArte25 Settembre 2019, 19:57 #4

Evvai....

si preparano a "sdoganare" le backdoor hw-bio... per leggere e RIscrivere pensieri , desideri e interessi....

Unica speranza che l Europa non tradisca la sua cultura, filosofia e spirito...
sintopatataelettronica25 Settembre 2019, 22:54 #5
Beh, sì, sono favorevole.

Considerato che nell'utenza media di FB il cervello è organo del tutto inutilizzato.. è giusto cercare un modo alternativo di sfruttarlo, insomma... pe fajé fà quarcosa armeno a st'organo.

+1

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^