Facebook: è antipatico chi pubblica tante fotografie

Facebook: è antipatico chi pubblica tante fotografie

Ben quattro università britanniche hanno approntato un nuovo studio sugli utenti che pubblicano un numero superiore alla media di fotografie su Facebook. Di norma sono i più antipatici.

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Web
Facebook
 

Se siete fra quei fastidiosissimi utenti che riempiono pagine e pagine di fotografie e impestano le bacheche dei vostri malcapitati amici su Facebook, sappiate che vostro malgrado non sarete visti di buon occhio da questi ultimi.

È quanto emerge dai risultati di un nuovo studio condotto da ben quattro università britanniche, che ha dimostrato che c'è una relazione inversamente proporzionale alla frequenza con cui vengono pubblicate foto su Facebook e l'indice di gradimento di cui lo stesso utente gode fra i suoi amici del social network,

"La nostra ricerca ha trovato che coloro che postano frequentemente fotografie su Facebook rischiano di danneggiare le relazioni interpersonali nella vita reale", scrive l'autore degli studi, il Dr. David Houghton, nel report finale. "Questo perché le altre persone, a parte gli amici intimi e i parenti, non sembrano relazionarsi bene con gli utenti che condividono costantemente foto che ritraggono loro stessi."

Logicamente, Houghton pone l'accento sulle differenti categorie di amici, che reagiscono in maniera diversa in base al grado di intimità che abbiamo con un determinato utente. La maggior parte delle categorie, tuttavia, reagisce in maniera negativa.

Lo studio è stato condotto in maniera decisamente semplice. Poco più di 500 partecipanti sono stati coinvolti nei sondaggi, in cui veniva chiesta la frequenza con la quale determinati utenti pubblicavano nuove foto di tipi diversi sul social network. In seguito è stato calcolato il livello relazionale e di intimità con l'amico in questione. I risultati sono estremamente chiari dal grafico che riportiamo poco sotto.

Facebook, antipatico chi pubblica tante fotografie

Come è possibile vedere dai risultati, agli amici piacciono le foto degli amici e ai partner le foto del rispettivo compagno. Tuttavia, tutti gli altri nostri contatti del social network sembrano detestare le foto che pubblichiamo, soprattutto se lo facciamo con insistenza. Maggiore sarà la frequenza e più saremo considerati in maniera negativa. Come riporta Gizmodo, il Dr. Ben Marder dell'Università di Edimburgo ci dà la soluzione: "Il mio consiglio per la gente a cui piace condividere le proprie foto o link è: pensaci due volte e condividi una volta sola", oppure c'è pur sempre Flickr.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gpat10 Agosto 2013, 09:54 #1
Beh, hanno ragione!
s0nnyd3marco10 Agosto 2013, 09:56 #2
Ma li pagano per fare certi "studi" ?
coschizza10 Agosto 2013, 10:41 #3
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Ma li pagano per fare certi "studi" ?


mi sembra ovvio, la sociologia è una scienza e come tale ha i suoi studi e questo mi sembra uno intelligente e coerente.
Perche secondo te certi "studi" sono sbagliati a priori? se non li fai non potrai mai sapere a cosa portano quindi a priori escluderne uno al posto di un altro è un pessimo sistema per studiare un argomento in generale.

C'è stata gente cha ha studiato il fatto che se un oggetto che hai in mano lo lasci cadere questo inspiegabilmente cade a terra, studi simili che a leggerli ti isembreranno idioti e fatti da bambini mentecatti son invece rivoluzionari e fatti da geni che hanno creato le basi della scienza moderna.
Italia 110 Agosto 2013, 11:02 #4
Considerando che c'è gente che esagera in modo assurdo (mette foto di tutto, comprese quelle della propria ecografia) credo proprio che in qualche caso lo studio abbia pienamente ragione
roccia123410 Agosto 2013, 11:14 #5
D'accordissimo con questa ricerca.

Aggiungerei che stanno antipatici (per non dire altro) quelli che pubblicano aggiornameni di stato a raffica, sia su quello che fanno che su quello che pensano.

Io avevo un contatto che tutti i santi giorni pubblicava almeno 5-6 post relativi alle puntate delle (infinite) serie tv che segue, insieme a decine di foto degli attori, con commenti da 12enne allupata (ha 23 anni... credo).
Inutile dire che l'ho bloccata istant.

Su FB, al posto del solo "mi piace", dovrebbero mettere un ovvio "non mi piace" e, ancora più utile, "non me ne frega un c@zzo".
Italia 110 Agosto 2013, 12:12 #6
@roccia1234:

Io ho "nascosto" una marea di gente per gli stessi motivi. Ho sempre la sensazione che non soltanto facebook, ma l'accesso ad internet stesso non sia per tutti.
s0nnyd3marco10 Agosto 2013, 12:19 #7
Originariamente inviato da: coschizza
mi sembra ovvio, la sociologia è una scienza e come tale ha i suoi studi e questo mi sembra uno intelligente e coerente.
Perche secondo te certi "studi" sono sbagliati a priori? se non li fai non potrai mai sapere a cosa portano quindi a priori escluderne uno al posto di un altro è un pessimo sistema per studiare un argomento in generale.


Non ho detto che certi studi siano sbagliati a priori, ho solo detto che sono completamente inutili a priori

Anche se non so dove andrà a parare il risultato di questo studio, so che alla fine otterò un profilo psicologico e uno studio sull'interazione tra soggetti: e sinceramente ne possiamo vivere anche a meno.
Tutti questi soldi io li spenderei per ricerche un pelino più concrete, come la medicina (tanto per citarne una). Visto che i soldi destinati alla ricerca sono pochi, bisogna sfruttarli proprio bene.


Originariamente inviato da: coschizza
C'è stata gente cha ha studiato il fatto che se un oggetto che hai in mano lo lasci cadere questo inspiegabilmente cade a terra, studi simili che a leggerli ti isembreranno idioti e fatti da bambini mentecatti son invece rivoluzionari e fatti da geni che hanno creato le basi della scienza moderna.


what?
omerook10 Agosto 2013, 12:21 #8
ma uno studio per liberarsi da certe trappole mentali quando lo fanno.?
CYRANO10 Agosto 2013, 12:46 #9
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Non ho detto che certi studi siano sbagliati a priori, ho solo detto che sono completamente inutili a priori

Anche se non so dove andrà a parare il risultato di questo studio, so che alla fine otterò un profilo psicologico e uno studio sull'interazione tra soggetti: e sinceramente ne possiamo vivere anche a meno.
Tutti questi soldi io li spenderei per ricerche un pelino più concrete, come la medicina (tanto per citarne una). Visto che i soldi destinati alla ricerca sono pochi, bisogna sfruttarli proprio bene.




what?


Presumo che si riferisca a Galileo...


Cjgdtghbiknddtguhkm
Gabro_8210 Agosto 2013, 13:10 #10
Studio azzeccatissimo, almeno per me. Profondo odio per chi pubblica e aggiorna a raffica la propria bacheca con foto e stati deliranti al limite dell'esibizionismo compulsivo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^