Facebook dopo la morte: annunciate le nuove procedure

Facebook dopo la morte: annunciate le nuove procedure

Facebook ha annunciato una nuova funzionalità che permette ad utenti terzi di gestire un account in caso di decesso del proprietario

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:52 nel canale Web
Facebook
 

Facebook permette adesso di consegnare a terzi l'accesso ad alcune funzionalità del proprio account in caso di decesso. La nuova opzione, chiamata "legacy contact" è disponibile attualmente solo per alcuni utenti statunitensi, ma verrà espansa, probabilmente in un futuro non troppo lontano, anche in altri paesi del mondo.

Facebook, cosa fare in caso di morte

La funzione, il cui uso è del tutto opzionale, è stata integrata all'interno della pagina Protezione delle Impostazioni. Attivandola, l'utente potrà scegliere un amico o familiare che potrà modificare solamente alcuni elementi della pagina, come foto profilo e copertina. In alternativa, si può scegliere se eliminare il profilo in caso di decesso.

L'accesso all'utente esterno sarà garantito solo una volta che il social network avrà verificato la scomparsa del possessore della pagina con lo stesso sistema definito di "memorialization" utilizzato oggi. Quando la pagina viene contrassegnata come appartenente ad un utente deceduto non compare in alcuno spazio pubblico e gli altri utenti del servizio non riceveranno più contenuti pubblicitari a suo nome.

Legacy contact crea un passaggio aggiuntivo a questo processo garantendo l'accesso alla pagina ad un utente fidato. Oltre a poter applicare le modifiche che abbiamo riportato poco sopra, questi potrà allegare post in rilievo nella parte alta della pagina profilo o rispondere alle richieste in arrivo. Potrà inoltre scaricare un archivio di foto e post dell'utente, se quest'ultimo ne avrà dato l'accesso precedentemente.

È bene precisare che l'utente incaricato alla gestione della pagina dopo la morte del possessore non avrà in alcun modo accesso ai messaggi privati e non potrà modificare altre impostazioni dello stesso profilo. L'obiettivo delle novità è semplice, ed è prima di tutto quello di sottolineare quando una pagina appartiene ad un utente venuto a mancare, e consentire alle persone vicine di ricordare il defunto e comunicare informazioni relative ai seguaci.

Facebook dopo la morte

Ricordiamo che la funzionalità non è ancora disponibile in Italia, mentre il roll-out è già stato avviato all'interno dei confini statunitensi. La società ha già annunciato che verrà espansa anche in altri paesi, tuttavia le tempistiche del rilascio sono ancora ignote.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
World12 Febbraio 2015, 17:16 #1
Sgrat sgrat!!!
Benna8012 Febbraio 2015, 17:30 #2
Non vorrei trovarmi nei panni di quegli utenti selezionati da Facebook per testare questa funzionalità
harlock1012 Febbraio 2015, 18:33 #3
Si potrebbe mettere un messaggio per la serie:
Sono definitivamente assente, lasciate pure un messaggio tanto non sarete richiamati
TheUnforgivin'WithinTemptation12 Febbraio 2015, 18:52 #4
non vorrei dire una cosa da "moglie di capitan ovvio" , però tutto ciò conferma tristemente il fatto di quanto facebook si sia infilato nella vita della gente al punto da essere diventato una parte integrante di una qual sorta di testamento !
Zenida12 Febbraio 2015, 19:12 #5
L'unica cosa che abiliterei io sarebbe l'autodistruzione in stile IMF
kamon12 Febbraio 2015, 21:44 #6
Originariamente inviato da: Benna80
Non vorrei trovarmi nei panni di quegli utenti selezionati da Facebook per testare questa funzionalità


Hahahahahahahahaha
Mory12 Febbraio 2015, 22:35 #7
certo, uno lascia tutto alla moglie che però guarda caso muore in un incidente insieme a lui e quindi nessuno potrà più gestire l'account
baronz12 Febbraio 2015, 23:28 #8
pazienza, una volta che sei morto non ti interesserà più dell'account di facebook
piererentolo13 Febbraio 2015, 09:11 #9
Il fatto che non si possano leggere i messaggi è una gran cosa... l'88% dei coniugi delle persone decedute altrimenti non pagherebbero più neanche il funerale
EDIT: ... 88??? Forse anche di più....
cignox113 Febbraio 2015, 09:13 #10
--pazienza, una volta che sei morto non ti interesserà più dell'account di facebook

Qualcuno si fará seppellire con lo smartphone...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^