offerte prime day amazon

Facebook, da oggi anche in 'Sardu': ecco come attivare le lingue locali

Facebook, da oggi anche in 'Sardu': ecco come attivare le lingue locali

Facebook, il social network per antonomasia, sta aggiungendo progressivamente nuove lingue locali per l'interfaccia grafica. Da alcune ore è disponibile anche in sardo

di pubblicata il , alle 13:56 nel canale Web
Facebook
 

I dialetti italiani e le lingue parlate lungo lo Stivale rappresentano un patrimonio culturale non indifferente per la nostra penisola, così come i vari dialetti parlati nelle varie regioni del mondo appartengono ad una cultura ben specifica che ne evidenzia in molti casi il percorso evolutivo. È per questo che Facebook ha iniziato da qualche tempo ad introdurre varie lingue fra quelle non ufficiali all'interno della piattaforma, con l'interfaccia che può essere tradotta anche in diversi dialetti, oltre che ad esempio in italiano, inglese, tedesco e così via.

Facebook tradotto in sardo
Facebook tradotto ufficialmente in sardo

"Da quando Facebook è stato lanciato il team ha creato l'app Facebook Traduttore per permettere alla community di Facebook di usufruire del servizio tradotto e per rendere disponibile Facebook a tutte le persone del mondo", scrive la società all'interno di una nota in cui annuncia l'introduzione di un nuova lingua, il sardo, o "Sardu", come viene specificato sulla stessa app. Sono adesso 99 i dialetti disponibili su Facebook grazie all'aggiunta di 6 nuove lingue locali.

  • Tamazight (Marocco)
  • Sardegna (Italia)
  • Slesia (Polonia/ Repubblica Ceca)
  • Irlandese (Irlanda) – ora in beta
  • Somali (Somalia)
  • Faroese (Isole Faroe) – ora in beta

Ovviamente i contenuti del servizio non vengono tradotti e rimangono nelle lingue originali in cui sono stati scritti, tuttavia parecchi elementi dell'interfaccia vengono proposti in "Sardu": così Mi piace diventa "M'agradat", Commenta invece "Cumenta" e per condividere bisogna premere sul tasto "Cumpartzi". Al momento in cui scriviamo però la traduzione ci sembra parziale, sebbene il Sardu non sia contrassegnato come lingua in fase di beta. Laddove manca una traduzione per il dialetto l'interfaccia viene proposta in una seconda lingua che possiamo scegliere noi stessi nelle impostazioni.

Come facciamo ad attivare il Sardo come lingua predefinita di Facebook? È presto detto, e la procedura è semplicissima: è sufficiente cliccare sulla freccia rivolta verso il basso nell'estremità in alto a destra della pagina del sito web, e poi cliccare sulla voce Impostazioni. Dalla nuova schermata selezioniamo la voce Lingua sulla sinistra e poi sotto la voce "Visualizza Facebook in questa lingua" scegliamo il "Sardu". Leggermente più in basso possiamo scegliere in quale lingua visualizzare i contenuti se la prima lingua scelta non è disponibile.

Facebook in Sardo

La modifica della lingua avrà effetto sulle web-app dell'applicazione, sia desktop che mobile, ma a quanto pare al momento i client per smartphone non sono ancora aggiornati per supportare le nuove lingue (lo abbiamo provato su un iPhone 6 Plus).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
OttoVon22 Luglio 2016, 14:06 #1
Assecondiamo l'ignoranza.

Senza senso.
stefm22 Luglio 2016, 14:11 #2
Il sardo è una lingua, non un dialetto.
E neanche dello stesso ceppo dell'italiano, tanto è vero che fa il plurale in -s come le lingue latine occidentali (castigliano, catalano, portoghese, eccetera).
Semmai il sardo ha i SUOI dialetti, ma che ve lo dico a fare.
GTKM22 Luglio 2016, 14:11 #3
Originariamente inviato da: OttoVon
Assecondiamo l'ignoranza.

Senza senso.


Scusa?
demon7722 Luglio 2016, 14:19 #4
Originariamente inviato da: OttoVon
Assecondiamo l'ignoranza.

Senza senso.


Non tiriamo conclusioni affrettate.
Il DIALETTO è una importante parte della identità locale di ogni territorio.
Il fatto che si identifichi come "bifolco" chi lo parla è in generale una cosa sbagliata derivante dal fatto che, mediamente, il bifolco sa parlare solo quello.. ma non è un rapporto di causa-effetto.

Il fatto che si cerchi di promuovere i dialetti trovo sia una bella cosa.. ma è una goccia nel mare. I fatti sono chiari, i bimbi di oggi per il 99% non conoscono nulla di dialetto.
E' una cosa praticamente già morta. Non ovunque magari.. ma nelle mie zone si.
zesto22 Luglio 2016, 14:21 #5
Interessante nell'ottica della difesa delle lingue minoritarie. Mi chiedo quale sia stato il criterio di scelta della variante (dubito che un sardo del sud possa preferire quella traduzione all'italiano).

Certo che "telefoneddu" non si può leggere "cellulare" andava benissimo, imho...
Er Monnezza22 Luglio 2016, 14:31 #6
"Da quando Facebook è stato lanciato il team ha creato l'app Facebook Traduttore per permettere alla community di Facebook di usufruire del servizio tradotto e per rendere disponibile Facebook a tutte le persone del mondo", scrive la società all'interno di una nota in cui annuncia l'introduzione di un nuovo dialetto della lingua italiana, il sardo, o "Sardu", come viene specificato sulla stessa app. Sono adesso 99 i dialetti disponibili su Facebook grazie all'aggiunta di 6 nuove lingue locali.



L'accostamento Dialetto della lingua Italiana affianco a Sardo proprio non si può sentire, siamo ancora a questi livelli dei continentali che considerano il Sardo un dialetto? Il Sardo e l'Italiano l'unica cosa che hanno in comune è il fatto di discendere entrambi dal Latino, per il resto sono due lingue totalmente diverse come struttura e vocabolario, inoltre il Sardo non appartiene nemmeno allo stesso sotto-gruppo linguistico dell'Italiano.

le lingue neolatine sono cosi divise a grandi linee :

Occidentali : Francese, Ladino, Friulano, Provenzale, Catalano, Spagnolo, Portoghese, Galiziano
Orientali : Italiano e dialetti Italici, Rumeno, Arumeno
Insulari : Sardo e antico Corso (non il Corso attuale che è Italico)
TheZioFede22 Luglio 2016, 14:31 #7
Originariamente inviato da: zesto
Interessante nell'ottica della difesa delle lingue minoritarie. Mi chiedo quale sia stato il criterio di scelta della variante (dubito che un sardo del sud possa preferire quella traduzione all'italiano).

Certo che "telefoneddu" non si può leggere "cellulare" andava benissimo, imho...


Infatti, già è una lingua che parlano in pochi, poi ha le sue belle varianti... la cosa mi pare un po' anacronistica francamente, ma meglio una cosa in più che in meno immagino
kamon22 Luglio 2016, 14:37 #8
Originariamente inviato da: stefm
Il sardo è una lingua, non un dialetto.
E neanche dello stesso ceppo dell'italiano, tanto è vero che fa il plurale in -s come le lingue latine occidentali (castigliano, catalano, portoghese, eccetera).
Semmai il sardo ha i SUOI dialetti, ma che ve lo dico a fare.

Originariamente inviato da: Er Monnezza
L'accostamento Dialetto della lingua Italiana affianco a Sardo proprio non si può sentire, siamo ancora a questi livelli dei continentali che considerano il Sardo un dialetto? Il Sardo e l'Italiano l'unica cosa che hanno in comune è il fatto di discendere entrambi dal Latino, per il resto sono due lingue totalmente diverse come struttura e vocabolario, inoltre il Sardo non appartiene nemmeno allo stesso sotto-gruppo linguistico dell'Italiano.

le lingue neolatine sono cosi divise a grandi linee :

Occidentali : Francese, Ladino, Friulano, Provenzale, Catalano, Spagnolo, Portoghese, Galiziano
Orientali : Italiano e dialetti Italici, Rumeno, Arumeno
Insulari : Sardo e antico Corso (non il Corso attuale che è Italico)




Ecco, grazie.

Originariamente inviato da: zesto
Certo che "telefoneddu" non si può leggere "cellulare" andava benissimo, imho...


Ma infatti è una cazzata, semmai diciamo "Su cellulari" Pronunciato con una c un pò floscia XD... Comunque essendo un termine moderno è ovviamente italiano imbastardito...
Er Monnezza22 Luglio 2016, 14:45 #9
Originariamente inviato da: TheZioFede
Infatti, già è una lingua che parlano in pochi, poi ha le sue belle varianti... la cosa mi pare un po' anacronistica francamente, ma meglio una cosa in più che in meno immagino


considerando che ci sono circa 1,5 milioni di persone in grado di parlarla non mi sembrano cosi pochi

p.s.
comunque stendiamo un velo su certi vocaboli coniati dai cosidetti "esperti" tipo "telefoneddu" che mi fanno proprio ridere, probabilmente i cosidetti esperti il Sardo lo vedono solo sulla carta e nemmeno lo parlano nella vita quotidiana; visto che si tratta di un neologismo al massimo io lo chiamo "su telefoninu, o su cellulare"
zesto22 Luglio 2016, 14:46 #10
Originariamente inviato da: TheZioFede
Infatti, già è una lingua che parlano in pochi, poi ha le sue belle varianti... la cosa mi pare un po' anacronistica francamente, ma meglio una cosa in più che in meno immagino


Beh, però ragionando così si potrebbe anche dire che è anacronistico parlare italiano, buttiamoci tutti sull'inglese. Tantopiù che non abbiamo ex-colonie che parlano italiano come può essere per Spagna o Portogallo...

Una lingua rappresenta una fetta di identità culturale che, scomparendo, impoverisce tutti. Non ci vedo proprio nulla di male ad incentivarne l'uso, anzi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^