Facebook Connectivity Lab: droni, satelliti e laser per collegare il mondo intero ad internet

Facebook Connectivity Lab: droni, satelliti e laser per collegare il mondo intero ad internet

Facebook ha annunciato la creazione di Connectivity Lab, team parallelo al progetto Internet.org, con l'obiettivo di portare internet anche negli angoli più remoti della Terra

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Web
Facebook
 

Con la nascita del progetto Internet.org, una fra le massime priorità per Mark Zuckerberg è divenuta quella di portare internet in tutto il mondo. Se da un lato sono notevoli i vantaggi economici che potrebbe avere Facebook da un'iniziativa di tale fattura, dall'altro internet è ormai uno strumento imprescindibile della vita di tutti i giorni in tutti i paesi civilizzati e potrebbe consentire una più rapida evoluzione socio-culturale anche nei paesi più arretrati.

Facebook non è l'unica società ad aver lanciato progetti rivolti al futuro della rete, con soluzioni a volte avveniristiche. Fra gli altri nomi, infatti, troviamo Google che, con palloni aerostatici e cavi sottomarini, ha dato il via ad un altisonante progetto per portare internet a banda larga anche in quei paesi in cui apparentemente sarebbero altri i problemi da risolvere.

L'accesso ad internet, tuttavia, rappresenta un enorme passo in avanti verso l'evoluzione dei paesi in via di sviluppo, e non sorprende di certo che siano proprio le società a monetizzare maggiormente con il media telematico ad interessarsi all'argomento. Proprio con l'obiettivo di portare internet anche nei meandri più remoti del nostro pianeta, e parallelamente al progetto Internet.org, Zuckerberg ha annunciato giovedì il Connectivity Lab.

Si tratta di un team che lavora esclusivamente su nuove tecnologie per "migliorare ed estendere l'accesso ad internet". Connectivity Lab nasce dal talento ingegneristico degli uomini alla base del social network e di Open Compute Project, ed è al lavoro sullo sviluppo di nuove piattaforme per la connettività via aria, via terra e nello spazio.

"Per rendere queste piattaforme una realtà", si legge sul comunicato di Facebook, "collaboriamo con alcuni fra i maggiori esperti a livello mondiale per quanto riguarda la tecnologia aerospaziale". Fra questi viene citato il nuovo arrivo del team di Ascenta, una compagnia britannica che ha maturato una profonda esperienza nella progettazione e costruzione di velivoli HALE a lunga percorrenza in grado di funzionare anche ad altitudini elevate, il cui più limpido esempio è Zephyr.

Connectivity Lab è composto inoltre da alcuni membri del Jet Propulsion Lab della NASA e di Ames Research Center. L'idea alla base del nuovo gruppo è di fornire internet in diversi luoghi e con differenti modalità, in base alle esigenze ed alla densità di popolazione di una specifica località. Le aree suburbane più difficili da raggiungere potrebbero ricevere internet da un velivolo alimentato ad energia solare sullo stile di Zephyr, o addirittura da satelliti, mentre per altre zone si potrebbe pensare ai droni.

Per tutti i sistemi pensati il team vuole utilizzare comunicazioni ottiche a spazio aperto (Free-space optical communication, FSO), che consentirebbero la diffusione dei dati attraverso segnali laser invisibili inviati dai velivoli. Connectivity Lab è stato creato proprio per proporre soluzioni futuristiche (e probabilmente ad un costo proporzionato al pubblico potenziale) ad un problema attuale, al quale sembra che Facebook voglia porre rimedio il più presto possibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MacLinuxWinUser28 Marzo 2014, 15:12 #1
E così, nel lontano 2014, sorsero le fondamenta di SKYNET ....

(gioco sul fatto che "rete del cielo" suona molto col progetto in questione e
se qualcuno ha visto film/libri di fantascienza con dentro un'entità chiamata
SKYNET saprà di che parlo)

Piuttosto mi fa riflette come le realtà di TLC, Telecom, Vodafone, Fastweb, Tre
non si preoccupino assolutamente di andare a cercare clienti in giro per l'Italia,
che è servita male per accedere ad internet, mentre Facebook e Google invece
si impegnino tanto!

Esiste il termine UAS ? User As a Service ? Perché qui sono proprio BigG e "Big"F
che sono alla ricerca di utenti a cui offrire servizi "gratis" e poi guadagnarci loro...

MacLinuxWinUser28 Marzo 2014, 15:13 #2
Ovvio che Facebook e Google non cercano le valli/isole dell'Italia ma intere aree di continenti come
Sud America, Africa o Asia, però l'idea rimane....
LMCH28 Marzo 2014, 19:30 #3
La cosa ha inoltre risvolti interessanti nel caso di stati che bloccano o filtrano l'uso di internet o di alcuni servizi.
Basta che quei droni abbiano l'autorizzazione per operare nello spazio aereo degli stati confinati e "riallacciano" la connessione non filtrata fino ad anche un centinaio di Km dentro il confine (e da li in avanti un opposizione più o meno organizzata puo estendere i link via cantenna e reti wifi improvvisate).

Considerato poi che costano relativamente poco, in alcuni casi operatori con le tasche sufficientemente profonde (tipo Facebook o Google) potrebbero pure decidere di violare deliberatamente lo spazio aereo di nazioni loro ostili e di "aprirgli la connessione internet a forza" su tutto il territorio.
Insomma, una vera e propria arma a livello politico-economico, senza contare che basta relativamente poco per dotare quei droni del necessario per ELINT e ricognizione ottica ed IR a livelli abbastanza decenti (non roba a livello militare, ma un vero e proprio dono dal cielo per chi non dispone di roba simile).

Anche nazioni dotate di aviazione e missili antiaerei ma con le tasche non troppo profonde verrebbero messe in seria difficoltà da un apparato simile.

Immaginate ad esempio una situazione come quella della Siria.
Se ci fosse una "rete di droni", ci vorrebbe relativamente poco per dare all'opposizione sunnita un vantaggio notevole anche se è molto divisa
(ricognizione in tempo reale dei bersagli e delle forze avversarie, una rete di comunicazione relativamente sicura, e sopratutto l'aviazione siriana che spreca mezzi e risorse per cercare di abbattere i droni).

E non pensate che Facebook o Google ci rimettano, potrebbero benissimo farsi finanziare da chi è interessato a favorire una fazione invece che un altra
(senza contare che potrebbero decidere di "bruciare soldi" per mandare un messaggio ben preciso anche ad altri stati, senza contare i ritorni in termini di immagine pubblica)

Cioè, vi rendete conto ? La Siria è dotata di lanciatori di missili antiarei S-300, roba che impensierisce pure gli USA (nel senso che se proprio dovessero intervenire, dovrebbero mettere in conto il rischio di perdere anche roba "pregiata", ma che potrebbe poco contro una rete di droni "economici" (ad ogni abbattimento le forze siriane perderebbero soldi in confronto al valore monetario e pratico del drone abbattuto, ed avrebbero uno o più missili in meno per difendersi da qualcun altro con capacità di attacco) mentre FB o Google potrebbero pure "rivendere" le riprese dal drone dell'attacco subito.
KatayamaUkyo28 Marzo 2014, 23:29 #4
Originariamente inviato da: LMCH
La cosa ha inoltre risvolti interessanti nel caso di stati che bloccano o filtrano l'uso di internet o di alcuni servizi.
Basta che quei droni abbiano l'autorizzazione per operare nello spazio aereo degli stati confinati e "riallacciano" la connessione non filtrata fino ad anche un centinaio di Km dentro il confine (e da li in avanti un opposizione più o meno organizzata puo estendere i link via cantenna e reti wifi improvvisate).

Considerato poi che costano relativamente poco, in alcuni casi operatori con le tasche sufficientemente profonde (tipo Facebook o Google) potrebbero pure decidere di violare deliberatamente lo spazio aereo di nazioni loro ostili e di "aprirgli la connessione internet a forza" su tutto il territorio.
Insomma, una vera e propria arma a livello politico-economico, senza contare che basta relativamente poco per dotare quei droni del necessario per ELINT e ricognizione ottica ed IR a livelli abbastanza decenti (non roba a livello militare, ma un vero e proprio dono dal cielo per chi non dispone di roba simile).

Anche nazioni dotate di aviazione e missili antiaerei ma con le tasche non troppo profonde verrebbero messe in seria difficoltà da un apparato simile.

Immaginate ad esempio una situazione come quella della Siria.
Se ci fosse una "rete di droni", ci vorrebbe relativamente poco per dare all'opposizione sunnita un vantaggio notevole anche se è molto divisa
(ricognizione in tempo reale dei bersagli e delle forze avversarie, una rete di comunicazione relativamente sicura, e sopratutto l'aviazione siriana che spreca mezzi e risorse per cercare di abbattere i droni).

E non pensate che Facebook o Google ci rimettano, potrebbero benissimo farsi finanziare da chi è interessato a favorire una fazione invece che un altra
(senza contare che potrebbero decidere di "bruciare soldi" per mandare un messaggio ben preciso anche ad altri stati, senza contare i ritorni in termini di immagine pubblica)

Cioè, vi rendete conto ? La Siria è dotata di lanciatori di missili antiarei S-300, roba che impensierisce pure gli USA (nel senso che se proprio dovessero intervenire, dovrebbero mettere in conto il rischio di perdere anche roba "pregiata", ma che potrebbe poco contro una rete di droni "economici" (ad ogni abbattimento le forze siriane perderebbero soldi in confronto al valore monetario e pratico del drone abbattuto, ed avrebbero uno o più missili in meno per difendersi da qualcun altro con capacità di attacco) mentre FB o Google potrebbero pure "rivendere" le riprese dal drone dell'attacco subito.


ok come trama fantapolitica è carina ma non funziona proprio così.
partendo dal presupposto che la violazione dello spazio aereo da parte di un velivolo privato non toglie responsabilità al paese dove è registrato.
se anche il velivolo non fosse registrato se lo stato di provenienza non prende provvedimenti potrebbe valere come implicita dichiarazione di guerra,soprattutto se dotato di apparecchiatura SIGINT o di acquisizione dati fotografici.
Google e Facebook sono società americane,azioni del genere porterebbero alla chiusura delle stesse da parte degli stessi USA e all'arresto dei responsabili perché queste azioni in diritto internazionale sarebbero atti di terrorismo o spionaggio.

parlando del lato tecnico una rete di droni non è assolutamente economica senza contare che la siria ha molti più soldi a disposizione di google o FB
poi perché la Siria dovrebbe usare le sue poche risorse SAM per tirare giù una carretta che vola a velocità ape piaggio?
i Foxbat siriani farebbero tranquillamente il tiro al piccione

i nuovi miliardari della silicon valley saranno anche esperti in tecnologia ma non hanno capito che i problemi del mondo sono altri,non certo la mancanza di connesione internet e smettiamo di pensare che la primavera araba è nata dai social network,sono caxxate non è stato twitter a destituire Gheddafi ma milizie islamiche imbracciando i fucili.
Bill Gates è tra i pochi "miliardari tecnologici" ad averlo capito speriamo ci arrivino anche gli altri

P.S. comunque gli s-300 siriani dovrebbero essere s-300p niente di temibilissimo
P.S.S. se davvero droni facebook sorvolassero la Siria tempo qualche giorno e a casa Zuckerberg arriverebbero un bel po di fiori formato corona
LMCH29 Marzo 2014, 02:37 #5
Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ok come trama fantapolitica è carina ma non funziona proprio così.
partendo dal presupposto che la violazione dello spazio aereo da parte di un velivolo privato non toglie responsabilità al paese dove è registrato.


La violazione dello spazio aereo sarebbe il caso più estremo, già volando "vicino al bordo" arriveresti ad agganciare la loro rete fino ad almeno 40..50Km senza accorgimenti particolari dentro l'altro stato, con quelli a terra dotati di antenne satellitari modificate puntate verso il confine sorvolato dai droni, non ci sarebbero problemi a raggiungere il centinaio di Km.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
se anche il velivolo non fosse registrato se lo stato di provenienza non prende provvedimenti potrebbe valere come implicita dichiarazione di guerra,soprattutto se dotato di apparecchiatura SIGINT o di acquisizione dati fotografici.


Prendendo come esempio la Siria, se fosse già disponibile tale "rete", hai presente come certi stati del Golfo Persico sarebbero felicissimi di registrare da loro i droni ?


Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
Google e Facebook sono società americane,azioni del genere porterebbero alla chiusura delle stesse da parte degli stessi USA e all'arresto dei responsabili perché queste azioni in diritto internazionale sarebbero atti di terrorismo o spionaggio.


Il diritto internazionale funziona solo quando sono tutti d'accordo a rispettarlo.
Basta pensare a come pure qui in Italia vere e proprie organizzazioni terroristiche sono state coccolate dai politici nostrani mentre queste organizzavano atti di terrorismo in paesi stranieri ... tra cui uno con cui avevamo un alleanza militare.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
parlando del lato tecnico una rete di droni non è assolutamente economica senza contare che la siria ha molti più soldi a disposizione di google o FB

Non sarebbe una gara a chi ha più soldi, ma a chi ha più soldi utilizzabili per colpire economicamente e politicamente l'antagonista.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
poi perché la Siria dovrebbe usare le sue poche risorse SAM per tirare giù una carretta che vola a velocità ape piaggio?
i Foxbat siriani farebbero tranquillamente il tiro al piccione


La Siria ha 11 Foxbat operativi ed i droni potrebbero stare sul confine e poi fare dei passaggi più all'interno ogni tanto giusto per costringere l'aviazione siriana a scramble ripetuti o a mantenere 24/7 dei foxbat in CAP.
Per la rete di droni sarebbe solo un altra giornata normale, mentre l'aviazione siriana dovrebbe dedicare risorse che le servono dannatamente altrove (più il supporto logistico che i foxbat) letteralmente bruciando ore di vita ai motori ecc. ecc.
Per un altro stato ed un altra aviazione non sarebbe un problema, ma in questo caso sarebbe tutto un altro paio di maniche.

Inoltre quei droni non sarebbero dei bersagli così facili come si potrebbe pensare, c'è una differenza di velocità relativa molto elevata (specialmente a quella quota, dove il Mig-25 è costretto ad andare molto più veloce per avere la portanza necessaria) inoltre il foxbat può usare solo missili.
Quelli IR (ottimizzati per agganciare la traccia termica decisamente calda dei jet) avrebbero seri problemi ad agganciare quei droni specialmente se vengono presi dei "piccoli" accorgimenti (tipo un piccolo illuminatore laser con sistema di puntamento adeguato ... tipo quello che pensano di usare per i datalink tra più droni in volo)
e per quelli a guida radar c'e' il problema del' RCS ingannevole e che può essere ridotta di tanto al momento giusto cambiando l'orientamento del drone.

Quindi ci sarebbe la seria possibilità di vedere foxbat che esauriscono i missili e si ritrovano costretti a ritornare alla base o peggio ancora costretti ad avvicinarsi troppo rischiando collisioni in volo (quei droni sono di cartapesta rispetto ai foxbat, ma se al foxbat capita anche solo del FOD serio a quella quota son cavoli amari)

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
i nuovi miliardari della silicon valley saranno anche esperti in tecnologia ma non hanno capito che i problemi del mondo sono altri,non certo la mancanza di connesione internet e smettiamo di pensare che la primavera araba è nata dai social network,sono caxxate non è stato twitter a destituire Gheddafi ma milizie islamiche imbracciando i fucili.


Se ci si fa caso, in molti paesi l'economia locale è cresciuta parecchio proprio grazie alle reti di telefoni cellulari ed all'accesso ad internet; è a livello economico che iniziano tutti i grossi cambiamenti duraturi.
Ha presente ad esempio cosa è M-Pesa ?

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
Bill Gates è tra i pochi "miliardari tecnologici" ad averlo capito speriamo ci arrivino anche gli altri


La fondazione di Bill Gates è un modo per passare i suoi soldi alla generazione successiva senza darne troppi al fisco, basta guardare come sono ripartite le spese, non mi sembra che si distingua molto da tante altre fondazioni simili.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
P.S. comunque gli s-300 siriani dovrebbero essere s-300p niente di temibilissimo


Più che sufficienti ad impensierire l'USAF.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
P.S.S. se davvero droni facebook sorvolassero la Siria tempo qualche giorno e a casa Zuckerberg arriverebbero un bel po di fiori formato corona


Con conseguente potenziale casus belli che tirerebbe in ballo gli USA ?
KatayamaUkyo29 Marzo 2014, 10:11 #6
Originariamente inviato da: LMCH
La violazione dello spazio aereo sarebbe il caso più estremo, già volando "vicino al bordo" arriveresti ad agganciare la loro rete fino ad almeno 40..50Km senza accorgimenti particolari dentro l'altro stato, con quelli a terra dotati di antenne satellitari modificate puntate verso il confine sorvolato dai droni, non ci sarebbero problemi a raggiungere il centinaio di Km.


se quelli a terra posseggono antenne satellitari perché non collegarsi direttamente al satellite?

Originariamente inviato da: LMCH
Prendendo come esempio la Siria, se fosse già disponibile tale "rete", hai presente come certi stati del Golfo Persico sarebbero felicissimi di registrare da loro i droni ?


perché allora non hanno già in funzione una rete del genere?dovevano aspettare Facebook?

Originariamente inviato da: LMCH
Il diritto internazionale funziona solo quando sono tutti d'accordo a rispettarlo.
Basta pensare a come pure qui in Italia vere e proprie organizzazioni terroristiche sono state coccolate dai politici nostrani mentre queste organizzavano atti di terrorismo in paesi stranieri ... tra cui uno con cui avevamo un alleanza militare.


ok,giusto per curiosità quali sarebbero le organizzazioni terroristiche?
penso di immaginare cosa intendi ma vorrei giusto esserne sicuro

Originariamente inviato da: LMCH
Non sarebbe una gara a chi ha più soldi, ma a chi ha più soldi utilizzabili per colpire economicamente e politicamente l'antagonista.


ecco,uno stato dittatoriale ha a disposizione tutti i soldi che possiede per la salvaguardi di se stesso,una società quotata in borsa no.
senza contare che come soggetto privato non ha nessuna voce in capitolo nelle strategie politiche degli altri paesi

Originariamente inviato da: LMCH
La Siria ha 11 Foxbat operativi ed i droni potrebbero stare sul confine e poi fare dei passaggi più all'interno ogni tanto giusto per costringere l'aviazione siriana a scramble ripetuti o a mantenere 24/7 dei foxbat in CAP.
Per la rete di droni sarebbe solo un altra giornata normale, mentre l'aviazione siriana dovrebbe dedicare risorse che le servono dannatamente altrove (più il supporto logistico che i foxbat) letteralmente bruciando ore di vita ai motori ecc. ecc.
Per un altro stato ed un altra aviazione non sarebbe un problema, ma in questo caso sarebbe tutto un altro paio di maniche.

Inoltre quei droni non sarebbero dei bersagli così facili come si potrebbe pensare, c'è una differenza di velocità relativa molto elevata (specialmente a quella quota, dove il Mig-25 è costretto ad andare molto più veloce per avere la portanza necessaria) inoltre il foxbat può usare solo missili.
Quelli IR (ottimizzati per agganciare la traccia termica decisamente calda dei jet) avrebbero seri problemi ad agganciare quei droni specialmente se vengono presi dei "piccoli" accorgimenti (tipo un piccolo illuminatore laser con sistema di puntamento adeguato ... tipo quello che pensano di usare per i datalink tra più droni in volo)
e per quelli a guida radar c'e' il problema del' RCS ingannevole e che può essere ridotta di tanto al momento giusto cambiando l'orientamento del drone.

Quindi ci sarebbe la seria possibilità di vedere foxbat che esauriscono i missili e si ritrovano costretti a ritornare alla base o peggio ancora costretti ad avvicinarsi troppo rischiando collisioni in volo (quei droni sono di cartapesta rispetto ai foxbat, ma se al foxbat capita anche solo del FOD serio a quella quota son cavoli amari)


ok colpa mia che ho citato i Foxbat perché era l'unico velivolo di cui ricordavo certamente fosse in possesso la Siria,ma va bene qualsiasi mezzo aereo che cannoneggerebbe come anatre un oggetto del genere,stiamo parlando di un HALE a energia solare simile a uno zephyr sono mezzi con RCS da betoniera.
ammesso che avessero anche una RCS minuscola e fossero completamente invisibili nello spettro IR verrebbe tutto vanificato dal fatto di avere un antenna attiva attaccata sotto la fusoliera,altro che furtività,sarebbe un radio faro visibile fin dalla Turchia!

Originariamente inviato da: LMCH
Se ci si fa caso, in molti paesi l'economia locale è cresciuta parecchio proprio grazie alle reti di telefoni cellulari ed all'accesso ad internet; è a livello economico che iniziano tutti i grossi cambiamenti duraturi.
Ha presente ad esempio cosa è M-Pesa ?


ok portiamo internet in aree dove non hanno energia elettrica?cosa dovrebbero farsene?

Originariamente inviato da: LMCH
La fondazione di Bill Gates è un modo per passare i suoi soldi alla generazione successiva senza darne troppi al fisco, basta guardare come sono ripartite le spese, non mi sembra che si distingua molto da tante altre fondazioni simili.



certo che serve a non pagare le tasse,almeno però fa cose sensate come vaccinazioni,distribuzione di preservativi,costruzione di pozzi e di scuole cose leggermente più utili nei paesi sud sahariani.
comunque mi riferivo alle risposte date da Gates in varie interviste a questi fantomatici progetti

Originariamente inviato da: LMCH
Più che sufficienti ad impensierire l'USAF.


certo a nessuno fa piacere mandare piloti in un area con copertura SAM ma qualcosa mi dice che in caso di strike ne rimarranno pochi integri sulle piazzole

Originariamente inviato da: LMCH
Con conseguente potenziale casus belli che tirerebbe in ballo gli USA ?


da quando l'uccisione di un privato cittadino che sceglie autonomamente di immischiarsi in attività di spionaggio di uno stato straniero è casus belli?
vorremmo paragonare Zuckerberg ad un qualche arciduca?
ma soprattutto un opera di spionaggio fatta alla luce del sole da una società privata in piena autonomia in opposizione piena alla politica stessa del proprio paese non varrebbe come casus belli?
LMCH29 Marzo 2014, 22:55 #7
Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
se quelli a terra posseggono antenne satellitari perché non collegarsi direttamente al satellite?


Perche e' molto più probabile che abbiano un riflettore parabolico per TV satellitare da utilizzare per una cantenna con riflettore parabolico piuttosto che tutto l'ambaradan per la connessione ad internet via satellite.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
perché allora non hanno già in funzione una rete del genere?dovevano aspettare Facebook?


Perche la cosa e' facile se hai già la rete operativa per altri motivi e si autosostiene economicamente, partire da zero e con la cosa gestita da quei paesi la ? AH!Ah!Ah! No!
Hai presente ad esempio quel famoso grattacielo altissimo costruito da quelle parti ? Ha un problema ... di scarichi fognari, nel senso che proprio non esistono, guardacaso l'unica parte della costruzione di competenza totale delle autorità locali. Se fanno casini simili con roba letteralmente chiavi in mano ...

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ok,giusto per curiosità quali sarebbero le organizzazioni terroristiche?
penso di immaginare cosa intendi ma vorrei giusto esserne sicuro


Ad esempio il PKK ed in particolare quel che successe con il caso Ocalan, la magistratura gli concesse asilo politico, per evitare ulteriori casini a livello di NATO fu poi convinto a partire per il Kenia. A quel tempo per la Turchia quelli del PKK erano dei terroristi e compivano attentati in territorio turco.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ecco,uno stato dittatoriale ha a disposizione tutti i soldi che possiede per la salvaguardi di se stesso,una società quotata in borsa no.


Anche uno stato dittatoriale non ha la libertà di spesa che pensi, specialmente se ha problemi più pressanti come nel caso usato a grandi linee come esempio.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
senza contare che come soggetto privato non ha nessuna voce in capitolo nelle strategie politiche degli altri paesi


Meh! La realtà e' diversa dalla teoria.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ok colpa mia che ho citato i Foxbat perché era l'unico velivolo di cui ricordavo certamente fosse in possesso la Siria,ma va bene qualsiasi mezzo aereo che cannoneggerebbe come anatre un oggetto del genere,stiamo parlando di un HALE a energia solare simile a uno zephyr sono mezzi con RCS da betoniera.


La RCS dipende anche tanto da che direzione lo punti con il radar, senza contare che se si decide di ridurla ci sono vari accorgimenti che la possono ridurre enormemente visto il tipo di velivolo.

E' un aggeggio progettato per volare a velocità relativamente basse a 20mila metri di altezza.

Rafale arriva a 16mila,
Typhoon arriva a 20mila ma si consiglia di non superare i 17500.
Su-30 arriva a 17500.
MiG-29 arriva a 18mila.
MiG-31 (il successore del foxbat) arriva a 20mila
F-15 arriva a 20mila.
F-16 arriva a 16mila.
F-35 dovrebbe arrivare a 19mila
F-22 arriva a 20mila.

Più è elevata la quota di volo e più un caccia deve andare veloce per non entrare in stallo, quindi anche un caccia capace di volare a 20mila e dotato di cannoncino dovrebbero piombargli addosso ad elevata velocita, stare allineato in rotta di collisione con esso per puntarlo con il cannone, sparargli quando è circa a 1000 metri di distanza per avere buone possibilità di colpirlo e poi virare per ridurre il rischio di finirgli addosso.

Il foxbat è uno dei pochi aerei da caccia operativi in grado di volare agevolmente a quelle quote (arriva anche a 24mila nella versione RB) ma deve viaggiare molto veloce per riuscire a sostenersi, per questo decisero che non valeva la pena di dotarlo di cannoncino (che in combattimenti aria-aria va bene solo per ingaggi ravvicinati, possibilmente in coda all'avversario e con ridotta differenza di velocità relativa).

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ammesso che avessero anche una RCS minuscola e fossero completamente invisibili nello spettro IR verrebbe tutto vanificato dal fatto di avere un antenna attiva attaccata sotto la fusoliera,altro che furtività,sarebbe un radio faro visibile fin dalla Turchia!


Per questo dicevo che il metodo più sensato per abbatterli era usare i SAM.
Quell'antenna è puntata verso il basso ed il drone non può scivolare d'ala a lungo o fare picchiate, quindi fa fatica a scappare ai radar basati al suolo.
Ma se lo intercetti con un caccia al limite della quota operativa ...

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ok portiamo internet in aree dove non hanno energia elettrica?cosa dovrebbero farsene?


Hanno energia elettrica, da quelle parti un pannello fotovoltaico è sufficiente per alimentare tante piccole cose utili.
Comunque si è già visto che con la semplice introduzione dei vecchi GSM anche alla strabiliante densità di un cellulare di proprietà colelttiva di un vilalggio le cose cambiano radicalmente a livello di possibilità di commercio (sapere i prezzi di giornata in città permette di contrattare meglio il prezzo con i mediatori che passano per i villaggi, ecc.) e con internet le cose cambiano ancora di più sia a livello economico che politico, tutti cambiamenti che per noi possono sembrare poca cosa ma che permettono di fare dei salti qualitativi e quantitativi fondamentali.


Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
certo che serve a non pagare le tasse,almeno però fa cose sensate come vaccinazioni,distribuzione di preservativi,costruzione di pozzi e di scuole cose leggermente più utili nei paesi sud sahariani.
comunque mi riferivo alle risposte date da Gates in varie interviste a questi fantomatici progetti


Il problema è che gli interventi devono produrre cose che la popolazione locale deve essere in grado di sostenere e gestire con le sue forze.
Se fai le vaccinazioni e te ne vai, hai solo prodotto un temporaneo aumento della popolazione.
Se scavi un pozzo e poi la gente del posto preleva troppo dalla falda e nell'acqua comincia a salire il livello di arsenico li stai condannando tutti ad una morte orribile ed a varie malattie croniche.
Idem per i preservativi, anzi, quelli sono una delle cose più stupide ed inutili che vengono fatte perchè di solito indicano una totale ignoranza del contesto in cui si opera.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
certo a nessuno fa piacere mandare piloti in un area con copertura SAM ma qualcosa mi dice che in caso di strike ne rimarranno pochi integri sulle piazzole


Gli S-300 usano lanciatori mobili, il resto dipende dalla competenza di chi li usa; per questo se hai a che fare con qualcuno che sospetti sia abbastanza competente ci devi andare con i piedi di piombo.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
da quando l'uccisione di un privato cittadino che sceglie autonomamente di immischiarsi in attività di spionaggio di uno stato straniero è casus belli?


Il problema è che l'opinione pubblica vedrebbe la cosa in modo diverso, senza contare che sarebbe presentato come giornalismo, non come spionaggio.
Tipo, live streaming con commento che spiega agli ascoltatori cosa sta succedendo
"In questo momento state vedendo tramite i nostri droni le truppe governative che si preparano a 10Km dal ponte di X per un attacco contro le forze ribelli che lo presidiano. Prevedibilmente saranno in condizioni di muoversi tra circa 30 minuti una volta completato il rifornimento di carburante e munizioni. " (passano 10 minuti) "Come vedete i ribelli si sono accorti dell'attacco (saluti a ribelli in ascolto) e stanno preparandosi per tempo per tendere un imboscata al convoglio in arrivo. Oh! Il drone è uscito di portata e non siamo riusciti a mostrarvi le riprese dei ribelli. Vedremo se tra qualche tempo riusciremo ad avere un drone sulla zona per vedere l'esito dell'imboscata."
Oppure segui su facebook live maps i movimenti di truppe governative e ribelli (solo che gli asset più importanti dele truppe governative sono più facili da riconoscere, specialmente tank, colonne di autocarri militari, ecc. mentre per i ribelli con gli RPG è tutto un altro paio di maniche)

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
vorremmo paragonare Zuckerberg ad un qualche arciduca?


Sono due contesti diversi, infatti non ho fatto alcun paragone in tal senso, implicitamente lo hai fatto tu.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ma soprattutto un opera di spionaggio fatta alla luce del sole da una società privata in piena autonomia in opposizione piena alla politica stessa del proprio paese non varrebbe come casus belli?


Nominalmente non sarebbe spionaggio, sarebbe giornalismo.
KatayamaUkyo30 Marzo 2014, 11:08 #8
Originariamente inviato da: LMCH
Perche e' molto più probabile che abbiano un riflettore parabolico per TV satellitare da utilizzare per una cantenna con riflettore parabolico piuttosto che tutto l'ambaradan per la connessione ad internet via satellite.


scusa ma non capisco,se usi un riflettore parabolico ricevi solo il segnale,tranne in caso di modifiche non proprio alla portata di tutti.
se allora ricevi solo perche non usarlo direttamente per ricevere informazioni dalle tv straniere?

Originariamente inviato da: LMCH
Perche la cosa e' facile se hai già la rete operativa per altri motivi e si autosostiene economicamente, partire da zero e con la cosa gestita da quei paesi la ? AH!Ah!Ah! No!
Hai presente ad esempio quel famoso grattacielo altissimo costruito da quelle parti ? Ha un problema ... di scarichi fognari, nel senso che proprio non esistono, guardacaso l'unica parte della costruzione di competenza totale delle autorità locali. Se fanno casini simili con roba letteralmente chiavi in mano ...


una rete del genere non è fattibile nemmeno per l'USAF,come fa a essere fattibile per FB?
hai idea quanto costerebbe coprire la Siria(ormai direi che possiamo usarla come esempio per il discorso)anche solo per poche settimane?
anche solo coprire un terzo del paese,aree urbane o di interesse circa 60000 km²,richiederebbe decine se non centinaia di velivoli,almeno 2 basi,una pista quasi in esclusiva,centinaia di persone fra tecnici,manutentori,una catena logistica complessa a decine di migliaia di km dalla sede.
per quale ragione un azionista FB dovrebbe essere disponibile a investire i suoi soldi in questo?
per il discorso grattacielo e scarichi fognari,in america e europa è successo anche di peggio,ho conosciuto ingegneri e tecnici degli Emirati(visto che immagino ti riferissi proprio a loro)tutta gente competente e in grado di fare benissimo il loro lavoro,certo che se poi ci mettono un raccomandato da qualche emiro a fare il lavoro...

Originariamente inviato da: LMCH
Ad esempio il PKK ed in particolare quel che successe con il caso Ocalan, la magistratura gli concesse asilo politico, per evitare ulteriori casini a livello di NATO fu poi convinto a partire per il Kenia. A quel tempo per la Turchia quelli del PKK erano dei terroristi e compivano attentati in territorio turco.


ok ,non mi aspettavo il PKK,pensavo più al terrorismo Palestinese che oltretutto ha compiuto anche una strage in Italia che stranamente non viene mai ricordata o al terrorismo Tirolese anche quello dimenticato e dove nessuno ha mai fatto un giorno di galera

Originariamente inviato da: LMCH
Anche uno stato dittatoriale non ha la libertà di spesa che pensi, specialmente se ha problemi più pressanti come nel caso usato a grandi linee come esempio.


avrà certo dei limiti,certamente meno limiti di una società quotata in borsa

Originariamente inviato da: LMCH
Meh! La realtà e' diversa dalla teoria.


ci sono esempi di società che hanno voce in capitolo in politica estera ma sono casi molto complessi e solitamente società strategiche legate strettamente al mondo politico.
ancora meno sono gli esempi di società che prendono iniziative politiche autonome e diciamo che non sono mai finite benissimo(direi che un esempio possa essere il tentativi della Caproni di portare l'italia ad allearsi con Francia e Inghilterra)
direi che FB adesso non sia così strategica e non abbia tutto questo potere

Originariamente inviato da: LMCH
La RCS dipende anche tanto da che direzione lo punti con il radar, senza contare che se si decide di ridurla ci sono vari accorgimenti che la possono ridurre enormemente visto il tipo di velivolo.

E' un aggeggio progettato per volare a velocità relativamente basse a 20mila metri di altezza.

Rafale arriva a 16mila,
Typhoon arriva a 20mila ma si consiglia di non superare i 17500.
Su-30 arriva a 17500.
MiG-29 arriva a 18mila.
MiG-31 (il successore del foxbat) arriva a 20mila
F-15 arriva a 20mila.
F-16 arriva a 16mila.
F-35 dovrebbe arrivare a 19mila
F-22 arriva a 20mila.

Più è elevata la quota di volo e più un caccia deve andare veloce per non entrare in stallo, quindi anche un caccia capace di volare a 20mila e dotato di cannoncino dovrebbero piombargli addosso ad elevata velocita, stare allineato in rotta di collisione con esso per puntarlo con il cannone, sparargli quando è circa a 1000 metri di distanza per avere buone possibilità di colpirlo e poi virare per ridurre il rischio di finirgli addosso.

Il foxbat è uno dei pochi aerei da caccia operativi in grado di volare agevolmente a quelle quote (arriva anche a 24mila nella versione RB) ma deve viaggiare molto veloce per riuscire a sostenersi, per questo decisero che non valeva la pena di dotarlo di cannoncino (che in combattimenti aria-aria va bene solo per ingaggi ravvicinati, possibilmente in coda all'avversario e con ridotta differenza di velocità relativa).


ridurre la RCS su un mezzo con un apertura alare di 22 m è davvero difficile se non con l'utilizzo di vernice RAM,togliendo ancora carico utile ma senza fare miracoli,alla fine è un veicolo ad elica con ala rettilinea.
il fatto è che un velivolo del genere non esiste,il Zephyr è per adesso un prototipo di poca valenza pratica(carico utile 2,5 kg),poi non vola così in alto,ha volato con punte di 60000 piedi (circa 18000 m)ma poi vola su una forbice tra i 45000 piedi e i 20000 piedi (circa 14000 m e 6000 m) con altezze che variano da notte a giorno e in base alle condizioni meteo,vuol dire che la mattina e il tardo pomeriggio è al limite per essere bersaglio anche dalla artiglieria AA.
un mezzo così è alla portata di tutto,volendo usare anche batterie SAM sarebbe sufficiente il ben più economico Gecko.
poi lo Zephyr è legato a doppio filo al ministero della difesa Inglese,quindi FB non ha il velivolo ha solo assunto un paio di tecnici che potranno usare ben poco dell'esperienza maturata alla QinetiQ,giusto per evitare di finire in galera

Originariamente inviato da: LMCH
Per questo dicevo che il metodo più sensato per abbatterli era usare i SAM.
Quell'antenna è puntata verso il basso ed il drone non può scivolare d'ala a lungo o fare picchiate, quindi fa fatica a scappare ai radar basati al suolo.
Ma se lo intercetti con un caccia al limite della quota operativa ...


sicuramente un intercettazione a 21000 m non è fattibile,il problema è che non esiste(o meglio potrebbe esistere ma non in mano a FB) un mezzo economico che vola a quella altitudine e faccia tutte quelle cose.

Originariamente inviato da: LMCH
Hanno energia elettrica, da quelle parti un pannello fotovoltaico è sufficiente per alimentare tante piccole cose utili.
Comunque si è già visto che con la semplice introduzione dei vecchi GSM anche alla strabiliante densità di un cellulare di proprietà colelttiva di un vilalggio le cose cambiano radicalmente a livello di possibilità di commercio (sapere i prezzi di giornata in città permette di contrattare meglio il prezzo con i mediatori che passano per i villaggi, ecc.) e con internet le cose cambiano ancora di più sia a livello economico che politico, tutti cambiamenti che per noi possono sembrare poca cosa ma che permettono di fare dei salti qualitativi e quantitativi fondamentali.


in Siria hanno di sicuro energia elettrica in molti posti in Africa e sud America no,certamente è utile connettere all'informazione queste persone,ma non è il bisogno più incalzante.
in molte aree c'è ancora un alto grado di analfabetizzazione.


Originariamente inviato da: LMCH
Il problema è che gli interventi devono produrre cose che la popolazione locale deve essere in grado di sostenere e gestire con le sue forze.
Se fai le vaccinazioni e te ne vai, hai solo prodotto un temporaneo aumento della popolazione.
Se scavi un pozzo e poi la gente del posto preleva troppo dalla falda e nell'acqua comincia a salire il livello di arsenico li stai condannando tutti ad una morte orribile ed a varie malattie croniche.
Idem per i preservativi, anzi, quelli sono una delle cose più stupide ed inutili che vengono fatte perchè di solito indicano una totale ignoranza del contesto in cui si opera.


tutte le cose se le porti e vai via non servono,porti internet e non spieghi a nessuno come funziona,alla prima disconnessione cosa fanno?
se porti vaccini intanto rendi persone destinate a chiedere l'elemosina per colpa dell'invalidità causata da molte malattie capaci di lavorare,poi insegni ad infermiere/i come somministrarle,alcuni di loro vorranno saperne di più e probabilmente diventeranno medici.
se scavi un pozzo e lasci sul posto gli attrezzi e le conoscenze su come mantenerlo formerai degli operai che potranno usare le loro conoscenze anche per altre infrastrutture.
se apri una scuola tra gli alunni ci sarà chi diventerà a sua volta maestro/a.
dillo in Sud Africa se non serve distribuire preservativi,basta guardare la differenza tra Uganda e altri paesi Africani che la distribuzione di preservativi e l'educazione sessuale sono importanti(non solo in Africa,in metà Europa siamo più indietro con l'educazione sessuale che in Uganda)

Originariamente inviato da: LMCH
Gli S-300 usano lanciatori mobili, il resto dipende dalla competenza di chi li usa; per questo se hai a che fare con qualcuno che sospetti sia abbastanza competente ci devi andare con i piedi di piombo.


come tutti i lanciatori mobili sono mobili fino ad un certo punto,ci vuole sempre una piazzola semi preparata,infatti l'utilizzo più classico è la preparazione di più piazzole possibili e lo spostamento da una alle altre in maniera casuale.

Originariamente inviato da: LMCH
Il problema è che l'opinione pubblica vedrebbe la cosa in modo diverso, senza contare che sarebbe presentato come giornalismo,non come spionaggio.
Tipo, live streaming con commento che spiega agli ascoltatori cosa sta succedendo
"In questo momento state vedendo tramite i nostri droni le truppe governative che si preparano a 10Km dal ponte di X per un attacco contro le forze ribelli che lo presidiano. Prevedibilmente saranno in condizioni di muoversi tra circa 30 minuti una volta completato il rifornimento di carburante e munizioni. " (passano 10 minuti) "Come vedete i ribelli si sono accorti dell'attacco (saluti a ribelli in ascolto) e stanno preparandosi per tempo per tendere un imboscata al convoglio in arrivo. Oh! Il drone è uscito di portata e non siamo riusciti a mostrarvi le riprese dei ribelli. Vedremo se tra qualche tempo riusciremo ad avere un drone sulla zona per vedere l'esito dell'imboscata."
Oppure segui su facebook live maps i movimenti di truppe governative e ribelli (solo che gli asset più importanti dele truppe governative sono più facili da riconoscere, specialmente tank, colonne di autocarri militari, ecc. mentre per i ribelli con gli RPG è tutto un altro paio di maniche)


immagini live streaming da un HALE a 70000 piedi in quota di sicurezza?
le vorrebbero anche gli USA
per fare riprese del genere ci vorrebbe un drone a meno della metà della quota e il risultato sarebbe
"In questo momento state vedendo tramite i nostri droni le truppe gov....
ci scusiamo per la fine delle trasmissioni ma una colonna di SA-22 ha appena distrutto metà dei nostri droni"

Originariamente inviato da: LMCH
Sono due contesti diversi, infatti non ho fatto alcun paragone in tal senso, implicitamente lo hai fatto tu.


scusa ma pensavo che la frase "Con conseguente potenziale casus belli che tirerebbe in ballo gli USA ?"
intendessi che l'uccisione di un privato cittadino come è Zuckerberg sarebbe potuta essere casus belli

Originariamente inviato da: LMCH
Nominalmente non sarebbe spionaggio, sarebbe giornalismo.


nominalmente sarebbe un miracolo se ci riuscissero.(sempre tornando al discorso che non sembra nemmeno ci vogliano riuscire)
credo che questo sia un progetto come le macchine ad energia nucleare della ford,roba per parlarne un po e portare qualche modellino alle fiere,quando ci sarà da connettere nuove aree ad internet si useranno gli stessi mezzi di adesso,cavi,ripetitori e satelliti.
comunque fa sempre piacere parlare di fantapolitica
LMCH30 Marzo 2014, 21:32 #9
Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
scusa ma non capisco,se usi un riflettore parabolico ricevi solo il segnale,tranne in caso di modifiche non proprio alla portata di tutti.
se allora ricevi solo perche non usarlo direttamente per ricevere informazioni dalle tv straniere?


Quei droni in base alle specifiche avranno un raggio utile sui 40..50Km [U]senza[/U] uso di ricevitore parabolico.
Se prendi un riflettore parabolico e metti una cantenna "a barattolo" al posto dell'LNB (sul punto focale del ricevitore parabolico), indovina cosa succede ?
Il record di una connessione terrestre tra due cantenna paraboliche è di 382Km (differenza di quota 3000m), qui si parla di cantenna da un lato e di un drone a 20000 metri di quota con molta maggior potenza disponibile dall'altro.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
una rete del genere non è fattibile nemmeno per l'USAF,come fa a essere fattibile per FB?
hai idea quanto costerebbe coprire la Siria(ormai direi che possiamo usarla come esempio per il discorso)anche solo per poche settimane?
anche solo coprire un terzo del paese,aree urbane o di interesse circa 60000 km²,richiederebbe decine se non centinaia di velivoli,almeno 2 basi,una pista quasi in esclusiva,centinaia di persone fra tecnici,manutentori,una catena logistica complessa a decine di migliaia di km dalla sede.
per quale ragione un azionista FB dovrebbe essere disponibile a investire i suoi soldi in questo?


Perche aumenterebbero anche il traffico e gli introiti pubblicitari al di fuori della Siria.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
per il discorso grattacielo e scarichi fognari,in america e europa è successo anche di peggio,ho conosciuto ingegneri e tecnici degli Emirati(visto che immagino ti riferissi proprio a loro)tutta gente competente e in grado di fare benissimo il loro lavoro,certo che se poi ci mettono un raccomandato da qualche emiro a fare il lavoro...

Sarebbe una cosa assai di prestigio (colpire gli "eretici" ecc. ecc.) ed i raccomandati cercherebbero in tutti i modi di entrarci, possibilmente in posizioni chiave. E se dovessero partire da zero ...

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
avrà certo dei limiti,certamente meno limiti di una società quotata in borsa


Stiamo parlando di uno stato che usa bombe d'aereo improvvisate perchè ha difficoltà ad importare quelle "vere".

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo

direi che FB adesso non sia così strategica e non abbia tutto questo potere


Se riuscirà ad avere un asset simile diventerà automaticamente strategica.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
ridurre la RCS su un mezzo con un apertura alare di 22 m è davvero difficile se non con l'utilizzo di vernice RAM,togliendo ancora carico utile ma senza fare miracoli,alla fine è un veicolo ad elica con ala rettilinea.
il fatto è che un velivolo del genere non esiste,il Zephyr è per adesso un prototipo di poca valenza pratica(carico utile 2,5 kg),poi non vola così in alto,ha volato con punte di 60000 piedi (circa 18000 m)ma poi vola su una forbice tra i 45000 piedi e i 20000 piedi (circa 14000 m e 6000 m) con altezze che variano da notte a giorno e in base alle condizioni meteo,vuol dire che la mattina e il tardo pomeriggio è al limite per essere bersaglio anche dalla artiglieria AA.
un mezzo così è alla portata di tutto,volendo usare anche batterie SAM sarebbe sufficiente il ben più economico Gecko.
poi lo Zephyr è legato a doppio filo al ministero della difesa Inglese,quindi FB non ha il velivolo ha solo assunto un paio di tecnici che potranno usare ben poco dell'esperienza maturata alla QinetiQ,giusto per evitare di finire in galera


Stai ragionando sull'aspetto dei droni attuali e sulle attuali prestazioni.
Se vogliono mettere su una rete simile DEVONO realizzarne di quelli in grado di volare a 20mila metri e più in modo continuativo e per tempi lunghi (preferibilmente settimane o mesi).
Ed è su quelle specifiche che ragionavo, i droni attuali sono inadatti.


Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
sicuramente un intercettazione a 21000 m non è fattibile,il problema è che non esiste(o meglio potrebbe esistere ma non in mano a FB) un mezzo economico che vola a quella altitudine e faccia tutte quelle cose.


Per ora, ma visto che aprirebbe un intero nuovo settore aerospaziale (HALE per telecomunicazioni civili) e che aprirebbe nuovi mercati in precedenza "irragiungibili", sono un sacco di soldi per chi ci riesce.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
tutte le cose se le porti e vai via non servono,porti internet e non spieghi a nessuno come funziona,alla prima disconnessione cosa fanno?


Con i cellulari ha funzionato alla grande e ci fanno anche pagamenti per via telematica ecc.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
se porti vaccini intanto rendi persone destinate a chiedere l'elemosina per colpa dell'invalidità causata da molte malattie capaci di lavorare,poi insegni ad infermiere/i come somministrarle,alcuni di loro vorranno saperne di più e probabilmente diventeranno medici.
se scavi un pozzo e lasci sul posto gli attrezzi e le conoscenze su come mantenerlo formerai degli operai che potranno usare le loro conoscenze anche per altre infrastrutture.
se apri una scuola tra gli alunni ci sarà chi diventerà a sua volta maestro/a.
dillo in Sud Africa se non serve distribuire preservativi,basta guardare la differenza tra Uganda e altri paesi Africani che la distribuzione di preservativi e l'educazione sessuale sono importanti(non solo in Africa,in metà Europa siamo più indietro con l'educazione sessuale che in Uganda)


L'Uganda in quanto alleato affidabile degli USA ha ricevuto montagne di aiuti di ogni genere rispetto agli stati confinanti, inoltre come hai notato tu gli "aiuti" non funzionano se non crei un infrastruttura autosostenibile, prima dei profilattici serve metter su un infrastruttura a livello scolastico in cui venga fatta anche l'educazione sessuale, se quella c'è già e poi spedisci i profilattici la cosa torna utile, se spedisci i profilattici senza le precondizioni per un loro uso efficace invece ...

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
come tutti i lanciatori mobili sono mobili fino ad un certo punto,ci vuole sempre una piazzola semi preparata,infatti l'utilizzo più classico è la preparazione di più piazzole possibili e lo spostamento da una alle altre in maniera casuale.


E' quel che avevo scritto, sono gli operatori a fare la vera differenza.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
immagini live streaming da un HALE a 70000 piedi in quota di sicurezza?
le vorrebbero anche gli USA
per fare riprese del genere ci vorrebbe un drone a meno della metà della quota e il risultato sarebbe
"In questo momento state vedendo tramite i nostri droni le truppe gov....
ci scusiamo per la fine delle trasmissioni ma una colonna di SA-22 ha appena distrutto metà dei nostri droni"


Per ora, la parola chiave è per ora.
Già ora c'è hardware allo stadio di prototipo con prestazioni superiori, aggiungi gli sviluppi in corso per quel che riguarda gli algoritmi di eliminazione delle turbolenze atmosferiche ecc. e per il 2020 ci sarà tutto il necessario
per un sistema di sorveglianza ottica/IR con prestazioni adeguate.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
scusa ma pensavo che la frase "Con conseguente potenziale casus belli che tirerebbe in ballo gli USA ?"
intendessi che l'uccisione di un privato cittadino come è Zuckerberg sarebbe potuta essere casus belli


Molto dipende dal contesto in cui avverrebbe, neanche in un caso totalmente caso ipotetico FB si sarebbe mossa da sola, come minimo ci sarebbe una lobby pro-intervento armato che intanto appoggiava FB per creare lo scenario di intervento.

Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
nominalmente sarebbe un miracolo se ci riuscissero.(sempre tornando al discorso che non sembra nemmeno ci vogliano riuscire)
credo che questo sia un progetto come le macchine ad energia nucleare della ford,roba per parlarne un po e portare qualche modellino alle fiere,quando ci sarà da connettere nuove aree ad internet si useranno gli stessi mezzi di adesso,cavi,ripetitori e satelliti.
comunque fa sempre piacere parlare di fantapolitica


Immaginare possibili scenari ipotetici se si verificano certe condizioni è anche utile per non essere presi di sorpresa dal futuro.
Eh! Mi ricordo quando la fantapolitica "tendente al fantasioso" erano i romanzi di Tom Clancy con aerei di linea usati per compiere attentati, con la NSA che spiava il resto del mondo in modi incredibili ecc. ecc. anzi
KatayamaUkyo31 Marzo 2014, 00:48 #10
Originariamente inviato da: LMCH
Quei droni in base alle specifiche avranno un raggio utile sui 40..50Km [U]senza[/U] uso di ricevitore parabolico.
Se prendi un riflettore parabolico e metti una cantenna "a barattolo" al posto dell'LNB (sul punto focale del ricevitore parabolico), indovina cosa succede ?
Il record di una connessione terrestre tra due cantenna paraboliche è di 382Km (differenza di quota 3000m), qui si parla di cantenna da un lato e di un drone a 20000 metri di quota con molta maggior potenza disponibile dall'altro.


ok capisco che sia fattibile dal lato della connessione,ma proprio non riesco a capire dove sia la convenienza economica,se lo scopo è tenere informati gli abitanti del luogo isolato è più conveniente e facile usare una trasmissione televisiva,se lo scopo è ricevere notizie è molto più funzionale la trasmissione radio

Originariamente inviato da: LMCH
Perche aumenterebbero anche il traffico e gli introiti pubblicitari al di fuori della Siria.


parliamo di un programma che supererebbe tranquillamente i 20 miliardi di dollari non riesco proprio a immaginare un ritorno economico capace di raddoppiare la cifra investita

Originariamente inviato da: LMCH
Stiamo parlando di uno stato che usa bombe d'aereo improvvisate perchè ha difficoltà ad importare quelle "vere".


perché usano simulacri riempiti di cemento? li hanno usati anche gli Americani,
se devi colpire obbiettivi civili o non protetti basta e avanza

Originariamente inviato da: LMCH
Se riuscirà ad avere un asset simile diventerà automaticamente strategica.


un asset simile è talmente dispendioso e complesso che una società che parte da zero e che deve a fine anno rendere conto agli azionisti non potrà mai realizzare.
gli USA per il solo programma Global Hawk hanno superato i 10 miliardi di dollari,e parliamo solo dei 42 modelli della versione base,senza contare i decenni di investimenti a fondo perso e parliamo di un mezzo con caratteristiche inferiori alle specifiche di FB.
con gli utili attuali di FB non basterebbero 40 anni per un velivolo del genere

Originariamente inviato da: LMCH
Stai ragionando sull'aspetto dei droni attuali e sulle attuali prestazioni.
Se vogliono mettere su una rete simile DEVONO realizzarne di quelli in grado di volare a 20mila metri e più in modo continuativo e per tempi lunghi (preferibilmente settimane o mesi).
Ed è su quelle specifiche che ragionavo, i droni attuali sono inadatti.


arriveranno droni che voleranno per anni,ma non da FB.
FB è talmente distante da un obbiettivo del genere che non si capisce nemmeno come possa raggiungerlo.
non ha ne i fondi ne i dipendenti ne le capacità di costruire un progetto del genere.


Originariamente inviato da: LMCH
Per ora, ma visto che aprirebbe un intero nuovo settore aerospaziale (HALE per telecomunicazioni civili) e che aprirebbe nuovi mercati in precedenza "irragiungibili", sono un sacco di soldi per chi ci riesce.


il settore degli HALE civili esiste già,FB non fa perte del gruppo.
sono un sacco di soldi per chi ci riesce ma sono un sacco di soldi per arrivarci.
FB ha preso una start-up da 5 dipendenti!
il Connectivity Lab è formato da qualche decina di persone!
possono essere i migliori al mondo ma in questo momento non sono in grado nemmeno di fare un uav tattico altro che strategico!
i concorrenti hanno decenni di esperienza decine di migliaia di dipendenti e decine di miliardi di dollari da investire.

Originariamente inviato da: LMCH
Con i cellulari ha funzionato alla grande e ci fanno anche pagamenti per via telematica ecc.


ha funzionato perché qualcuno ha montato le celle dei ripetitori e le mantiene attive

Originariamente inviato da: LMCH
L'Uganda in quanto alleato affidabile degli USA ha ricevuto montagne di aiuti di ogni genere rispetto agli stati confinanti, inoltre come hai notato tu gli "aiuti" non funzionano se non crei un infrastruttura autosostenibile, prima dei profilattici serve metter su un infrastruttura a livello scolastico in cui venga fatta anche l'educazione sessuale, se quella c'è già e poi spedisci i profilattici la cosa torna utile, se spedisci i profilattici senza le precondizioni per un loro uso efficace invece ...


appunto,prima di internet ci sono decine di cose ben più urgenti,strade,scuole,ospedali e la creazione di una imprenditoria locale,solo allora può essere utile internet.

Originariamente inviato da: LMCH
E' quel che avevo scritto, sono gli operatori a fare la vera differenza.


non è che ci sia tanta scelta,dove dovrebbero mettere un lanciatore del genere? su un prato? magari un po scosceso,così al momento della preparazione al lancio si ribalta XD

Originariamente inviato da: LMCH
Per ora, la parola chiave è per ora.
Già ora c'è hardware allo stadio di prototipo con prestazioni superiori, aggiungi gli sviluppi in corso per quel che riguarda gli algoritmi di eliminazione delle turbolenze atmosferiche ecc. e per il 2020 ci sarà tutto il necessario
per un sistema di sorveglianza ottica/IR con prestazioni adeguate.


per il 2020 ci sarà tutto il necessario,a Palmdale o a Groom Lake

Originariamente inviato da: LMCH
Molto dipende dal contesto in cui avverrebbe, neanche in un caso totalmente caso ipotetico FB si sarebbe mossa da sola, come minimo ci sarebbe una lobby pro-intervento armato che intanto appoggiava FB per creare lo scenario di intervento.




Originariamente inviato da: LMCH
Immaginare possibili scenari ipotetici se si verificano certe condizioni è anche utile per non essere presi di sorpresa dal futuro.
Eh! Mi ricordo quando la fantapolitica "tendente al fantasioso" erano i romanzi di Tom Clancy con aerei di linea usati per compiere attentati, con la NSA che spiava il resto del mondo in modi incredibili ecc. ecc. anzi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^