Facebook condanna le richieste di like e condivisioni

Facebook condanna le richieste di like e condivisioni

Facebook inizierà a punire le pagine che utilizzano metodi poco leali per ottenere "like" e "condivisioni" sui post, ed ottenere una migliore indicizzazione all'interno delle News Feed degli utenti

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:41 nel canale Web
Facebook
 

Facebook continua ad effettuare modifiche per migliorare l'esperienza d'uso sul social network. Il colosso di Menlo Park ha annunciato giovedì alcune novità con l'obiettivo di rendere meno validi i post che ottengono un grosso numero di like e condivisioni su richiesta e penalizzare le pagine che utilizzano metodi simili.

Le azioni intraprese da Facebook includono i post in cui si richiedono like e condivisioni, i post che utilizzano formattazioni ingannevoli per indurre la gente a cliccare, ad esempio, su un'immagine che in realtà conduce ad un link (pieno di banner). Vengono presi di mira anche i post che vengono pubblicati più volte dalla stessa pagina.

Facebook, like-baiting

Secondo la società, questo tipo di contenuti si dimostra il 15% meno rilevante rispetto ad altre storie che hanno ottenuto nel tempo un numero simile di like, commenti e condivisioni senza adoperare alcun tipo di trucchi. Nel tempo, questi contenuti rendono l'esperienza di Facebook meno piacevole, dal momento che occupano impropriamente spazio ad altri tipi di contenuti più importanti.

"Stiamo operando questi cambiamenti", scrive la società, "per garantire che i feed di contenuti di spam non influenzino negativamente i contenuti che la gente vuole veramente vedere su Facebook dai propri amici o dalle pagine preferite".

Facebook specifica che solamente una minoranza di pagine utilizza metodologie simili, e che solamente queste vedranno diminuire considerevolmente il traffico internet provenire da Facebook nei prossimi periodi. I contenuti, infatti, saranno indicizzati in posizioni più basse sul social network, che privilegerà post che hanno ricevuto consensi in maniera più "onesta".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gylgalad11 Aprile 2014, 19:38 #1
di solito sono pagine sfigatissime e patetiche^^
FirePrince11 Aprile 2014, 19:55 #2
Tutto molto bello (era ora!) ma è sbagliato tradurre "stories" con "storie"
*Pegasus-DVD*11 Aprile 2014, 21:05 #3
un grande Nino
paolor_it11 Aprile 2014, 21:16 #4
Ma dove lo avete pescato sto Ninetto?
Ragazzo mio chedi al venditore di panni usati (cit. Lorenzini) di restituirti l'abbecedario.
giuliop12 Aprile 2014, 01:42 #5
djmatrix61912 Aprile 2014, 09:36 #6
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
un grande Nino


Originariamente inviato da: paolor_it
Ma dove lo avete pescato sto Ninetto?
Ragazzo mio chedi al venditore di panni usati (cit. Lorenzini) di restituirti l'abbecedario.


Ma tranquilli che Rosario (che presumo sia il fratello) non è tanto peggio.
Comunque qualsiasi cosa faccia Facebook contro ste "bimbominkiate" non può far che bene a 'sta gente frustrata...
Wikkle12 Aprile 2014, 09:38 #7
Sinceramente farei chiudere le fan pages di quelli che furbamente scrivono l'inizio della notizia incompleta, mettendo i punti... e per indurre a cliccare e leggere la notizia dal loro sito e guadagnare con AdSense il click ottenuto.

Il titolo della notizia dovrebbe essere COMPLETO. Poi se uno vuole clicca e approfondisce, e fa guadagnare con Adsense.
Spaccamondi12 Aprile 2014, 13:33 #8

baggianate

Solo è che Zuckberg non sa sfruttare bene facebook, gli basterebbe mettere una pagina come in devianart "stai per lasciare facebook usando un link esterno" sei sicuro? e in quella pagina metterci la pubblicità
atomico8212 Aprile 2014, 19:24 #9
minoranza? io penso sia una maggioranza.. ed è una tendenza che purtroppo stanno avendo anche pagine importanti e famose.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^