Facebook adesso ti riconosce nelle foto anche se non sei stato taggato

Facebook adesso ti riconosce nelle foto anche se non sei stato taggato

Il social network di Zuckerberg ha annunciato il lancio della nuova funzionalità di riconoscimento facciale su tutte le foto pubblicate. Non funzionerà in Europa e in Canada

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Web
Facebook
 

Per garantire il pieno controllo delle foto sulla piattaforma, Facebook consente adesso agli utenti di sapere se sono state pubblicate delle foto che li ritraggono anche se non sono stati "taggati". La compagnia ha annunciato una nuova feature di riconoscimento facciale chiamata Photo Review che avvisa ogni singolo utente quando è stata pubblicata una foto che mostra il proprio volto, in modo che l'utente possa decidere se "taggarsi", se farla eliminare o se riportare chi l'ha pubblicata.

Facebook

Con questa feature Facebook vuole garantire che non ci siano foto sparse per il servizio ad insaputa dei vari soggetti inquadrati, evitando eventuali furti d'identità. La compagnia ha sottolineato che non intende utilizzare la nuova funzionalità per migliorare i risultati pubblicitari profilando gli utenti, per mostrar loro contenuti mirati in base alle posizioni delle foto apparse sul servizio, o per mostrare più contenuti degli amici che pubblicano tante foto insieme all'utente.

Viene protetta inoltre anche la privacy di chi pubblica la foto: se ad esempio un utente appare nella foto profilo di un altro utente, che è sempre pubblica, il primo riceverà sempre e comunque la notifica. Per le altre foto invece l'utente viene notificato solo se può visualizzarle, non ricevendo avvisi se non ha accesso. La sezione Photo Review del profilo terrà inoltre traccia tutte le foto presenti sul servizio non taggate, ma riconosciute correttamente dalla IA.

La feature non è pensata con scopi di censura, ma per offrire un maggiore controllo sulle fotografie che ritraggono i diversi utenti del servizio e farli sentire al sicuro all'interno della piattaforma social. Chi non vuole sfruttare l'opportunità può disattivare Photo Review all'interno delle impostazioni sulla privacy, eliminando così ogni "template" di ogni persona, ovvero i metadati necessari per far sì che gli algoritmi di machine learning possano riconoscere il volto degli utenti.

Le funzionalità saranno distribuite in tutto il mondo nelle prossime settimane, ad eccezione degli stati europei e del Canada in cui le leggi sulla privacy vietano l'uso della tecnologia di riconoscimento facciale così come progettata da Facebook. La feature verrà utilizzata anche come sistema d'assistenza per gli utenti con gravi disturbi della vista, con la tecnologia che può descrivere cosa c'è in foto e nominare gli utenti presenti al suo interno anche se non sono stati taggati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eureka8522 Dicembre 2017, 20:10 #1
Tanto sui megaserver di Facebook non viene cancellato nulla.
Facebook un meraviglioso organo di sorveglianza globale costruito per il controllo psichico degli esseri umani. Facebook un mostro che divora energia pazzesca ed induce comportamenti indotti e programmati nella mente degli utilizzatori.
Per Facebook commettete incidenti stradali, cadete per strada o fate cadere, vi dimenticate dei figli, trascorrete ore intere ad interagire con esso che vi costringe a comportamenti ripetitivi ed ossessivi tramite i "mi piace" e cavolate simili, Facebook un veicolo perfetto per le altre multinazionali per pubblicizzare e farvi acquistare i loro prodotti + clikkati e quindi che piacciono alla massa costringendovi a comprarli magari indebitandovi per restare al passo, senza sapere chi ha messo i mi piace, quanti robot et similia generano migliaia di mi piace ogni ora falsando la realtà.
Facebook vi isola, separa, divide, arma eccezionale per il Nuovo Ordine Mondiale
kean3d22 Dicembre 2017, 22:34 #2
ecco ora posso andare a spararmi un bel trombone
ethan8623 Dicembre 2017, 02:52 #3
Eureka85 siamo fottuti
sterock7723 Dicembre 2017, 09:17 #4
Faccialibro ha finito da un bel po' di taggarmi.
ComputArte26 Dicembre 2017, 16:54 #5

...la mistificazione e l'aberrante realtà....

...dire che questa "caratteristica" serve agli utenti per consentirgli di gestire la loro immagine è come affermare che tutti i dati devono essere condivisi per "migliorare i servizi"....Le OTT non sanno più come mistificare una realtà aberrante come quella che oramai anche la gente comune ha iniziato a realizzare: spoionaggio continuativo ed illimitato allo scopo della profilazione incrociata....
Prima ci sarà consapevolezza e prima potrà iniziare una nuovo rinascimento...
*aLe28 Dicembre 2017, 08:09 #6
Originariamente inviato da: eureka85
Tanto sui megaserver di Facebook non viene cancellato nulla.
Facebook un meraviglioso organo di sorveglianza globale costruito per il controllo psichico degli esseri umani. Facebook un mostro che divora energia pazzesca ed induce comportamenti indotti e programmati nella mente degli utilizzatori.
Per Facebook commettete incidenti stradali, cadete per strada o fate cadere, vi dimenticate dei figli, trascorrete ore intere ad interagire con esso che vi costringe a comportamenti ripetitivi ed ossessivi tramite i "mi piace" e cavolate simili, Facebook un veicolo perfetto per le altre multinazionali per pubblicizzare e farvi acquistare i loro prodotti + clikkati e quindi che piacciono alla massa costringendovi a comprarli magari indebitandovi per restare al passo, senza sapere chi ha messo i mi piace, quanti robot et similia generano migliaia di mi piace ogni ora falsando la realtà.
Facebook vi isola, separa, divide, arma eccezionale per il Nuovo Ordine Mondiale
Mi ci voleva giusto una bella botta di komplotti$mo prima di andare a lavorare... Grazie!

Facebook è ancora aperto perché permette al buon Zucchercoso di guadagnare senza far fatica, e qui ci siamo.
Facebook guadagna anche con le inserzioni, e fin qui ci siamo.
Ma ti dico la verità, a me nessuno ha mai puntato la pistola alla tempia dicendomi "compra questa cosa perché su Facebook ha tanti like" e soprattutto nessuno mi ha mai detto "no con te non ci parlo/non ti invito alla festa/non ci esco perché su Facebook hai pochi like".

In compenso, Facebook mi fa spanciare quando mi rendo conto di quanto male sono conciate certe persone che lo popolano, su quello ti devo dar ragione: [B][U]alcuni[/U][/B] sono stati ridotti al livello di zombie.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^