Facebook a pagamento? Zuckerberg non dice di no

Facebook a pagamento? Zuckerberg non dice di no

Incalzato dai senatori del Congresso USA, Mark Zuckerberg ha risposto ad una serie di domande interessanti sul futuro della piattaforma social, oltre che dello scandalo Cambridge Analytica che ha coinvolto il colosso del web americano

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Web
Facebook
 

Nel primo dei diversi colloqui che Mark Zuckerberg dovrà tenere di fronte al Congresso, il giovane miliardario statunitense non ha negato la possibilità introdurre delle funzionalità a pagamento su Facebook. Zuckerberg ha implicitamente dichiarato che un giorno potrebbe esserci una versione "premium" del social network più popolare al mondo, all'interno di un dialogo incalzante con i senatori americani, della durata di cinque ore da cui è miracolosamente uscito vivo.

Il senatore repubblicano Orrin Hatch ha chiesto a Zuckerberg se la piattaforma rimarrà sempre gratuita, e Zuckerberg ha risposto: "Sì, ci sarà sempre una versione gratuita di Facebook". Non mancano, però, i se. Zuckerberg non ha infatti smentito la possibilità di introdurre un abbonamento a pagamento sul servizio, e la sua risposta non è netta come invece si legge sulla pagina principale della piattaforma, quella in cui viene effettuato in log-in.

La dicitura recita: "Iscriviti. È gratis e lo sarà sempre". Se si analizza attentamente il commento di Zuckerberg, però, sembra evidente che la società stia considerando o abbia considerato modalità di monetizzazione ulteriori alle pubblicità, che è stato l'elemento scatenante di tutto lo scandalo delle scorse settimane. La compagnia lascia uno spiraglio aperto alla possibilità di introdurre una versione a pagamento, magari senza pubblicità e sfruttando il trambusto di questi giorni.

E se non bastasse la risposta un po' laconica, durante il lungo colloquio Zuckerberg ha anche detto che la compagnia ha già considerato l'implementazione di un sistema simile privo di banner pubblicitari, anche se ha sottolineato che ad oggi il sistema attuale rimane "quello ideale": "In generale crediamo che il modello basato sulle pubblicità sia quello giusto per noi", ha dichiarato il CEO della società. "Consideriamo ovviamente idee come quella, ed è ragionevole rifletterci".

Insomma, la verità sembra che stia nel mezzo. Se da una parte una versione a pagamento è sotto i riflettori dei tecnici della compagnia, dall'altra Facebook avrà sempre una versione gratuita con pubblicità. Durante il colloquio sono stati toccati argomenti molto interessanti sulla piattaforma: Zuckerberg ha negato di aver violato l'ordine della FTC del 2011 sulla protezione dei dati degli utenti e ha dichiarato che gran parte del clamore dello scandal è stato suscitato dal fatto che moltissimi utenti non leggono i termini d'uso dei vari servizi online. Zuckerberg ha infine smentito le accuse sullo sfruttamento dei dati raccolti da Cambridge Analytica da parte di Russia e Cina.

Le cinque ore del colloquio possono essere racchiuse in un'unica domanda: il senatore democratico Dick Durbin ha chiesto a Zuckerberg il nome dell'albergo in cui aveva pernottato. Zuckerberg si è rifiutato di rispondere, e il senatore ha commentato: "Stiamo parlando proprio di questo. Il tuo diritto alla privacy, i limiti dello stesso, e come vengono offerti i dati nell'America dei nostri giorni". Dati che regaliamo con estrema noncuranza, come mai faremmo nella "vita vera".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6911 Aprile 2018, 12:46 #1
Che è come dire: non paghi? Il prodotto continui ad essere tu e con i tuoi dati ci faccio...
NeverKnowsBest11 Aprile 2018, 12:49 #2
Sarebbe quasi risolutivo.
Facebook è sempre stato uno strumento usato principalmente in maniera molto frivola dall'utente medio, ma dalla diffusione degli smartphone è diventato il covo di ignoranti, analfabeti e malati mentali; per cui renderlo a pagamento probabilmente allontanerebbe una grossa fetta di utenza rendendo inevitabilmente minore la base di decerebrati.
TigerTank11 Aprile 2018, 12:54 #3
Ormai è una gara a chi fa del proprio peggio per fare utili.
Dopo amazon che aumenta il canone prime con la scusa di rifilare servizi a cui molti non importa nulla, non mi stupirebbe che pure FB, smenandoci in ambito pubblicitario, diventi con il tempo una accozzaglia di servizi a pagamento tra streaming, clouding-stoccaggio-editing video e foto, e-commerce + servizi bancari proprietari tipo paypal, ecc...
Il gratuito di sicuro sarà ridotto all'osso del social ma pieno di stimoli a fare qualcosa a pagamento.
thresher325311 Aprile 2018, 13:05 #4
Per molti Facebook è già a pagamento. Chi ha una pagina subisce atti di estorsione della serie "se non paghi, i tuoi post raggiungeranno solo l'1% dei tuoi fan", la totale sparizione dalla barra di ricerca e dai suggerimenti delle pagine simili e tutta una serie di trucchetti vari per azzerare il traffico, per non parlare della suddivisione tra clienti paganti e non paganti per quanto concerne le politiche di ban e sospensione.
gd350turbo11 Aprile 2018, 13:41 #5
Wow !
Avete idee dei miliardi di catene di san antonio con scritto: se vuoi che facebook rimanga gratis, inoltralo a 10 amici " ?
Una roba da intasare internet !
Opteranium11 Aprile 2018, 13:44 #6
sarebbe il solo e unico modo per far scappare gli utenti.
Se lo mettessero anche a 1 euro all'anno sono convinto che andrebbero via quasi tutti
Haran Banjo11 Aprile 2018, 14:10 #7
Originariamente inviato da: NeverKnowsBest
... renderlo a pagamento probabilmente allontanerebbe una grossa fetta di utenza rendendo inevitabilmente minore la base di decerebrati.


Ho paura che invece se ne andranno gli utenti "normodotati" rendendo - in proporzione - maggiore la base di decerebrati, che rimarrà solida.
;-)
Ponchar11 Aprile 2018, 14:14 #8
Originariamente inviato da: NeverKnowsBest
Sarebbe quasi risolutivo.
Facebook è sempre stato uno strumento usato principalmente in maniera molto frivola dall'utente medio, ma dalla diffusione degli smartphone è diventato il covo di ignoranti, analfabeti e malati mentali; per cui renderlo a pagamento probabilmente allontanerebbe una grossa fetta di utenza rendendo inevitabilmente minore la base di decerebrati.


Sono senza dubbio d'accordo con te.
Se posso dire la mia, comunque, ormai vedo che molti utenti si stanno allontanando da soli dalla piattaforma, migrando verso altri social ancora.
Considerando questo "calo" di utenza già da ora, e ponendo caso che FB diventi realmente a pagamento, non saprei per quanto tempo ancora il colosso dei Social possa campare...
Rigetto11 Aprile 2018, 14:15 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
se vuoi che facebook rimanga gratis, inoltralo a 10 amici


fatto! speriamo k rimanga agratis!!!1!11
polkaris11 Aprile 2018, 14:33 #10
Io invece la vedo positiva, è l'unico modello di business che permette di avere una versione gratuita decente, semplicemente perché la piattaforma si finanzia con opzioni e supporto a pagamento, come accate per tanti altri servizi e software.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^