Elon Musk contro Jeff Bezos: ''E' arrivato il momento di dividere Amazon e spaccare il monopolio''

Elon Musk contro Jeff Bezos: ''E' arrivato il momento di dividere Amazon e spaccare il monopolio''

Il numero uno di Tesla e SpaceX ha criticato Amazon accusandola di essere un monopolio pericoloso. La vicenda riguarda il blocco da parte del giornalista americano sulla vendita del suo libro sulle teorie anti COVID-19.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Web
AmazonTeslaSpaceX
 

Elon Musk va contro Jeff Bezos e il ''monopolio'' che Amazon sta realizzando nei confronti dell'editoria mondiale. In questo caso suona davvero duro nei confronti del CEO del colosso dell'e-commerce con un tweet che altro non è se non attacco frontale da parte del genio di Elon Musk, forse forte anche della conquista della ISS grazie al lancio della sua navicella Crew Dragon. Il capo di SpaceX ha espresso l'urgenza di dissolvere il monopolio rappresentato dalla multinazionale nel campo dell'e-commerce: "È ora di fare a pezzi Amazon. I monopoli sono sbagliati!"

Space X contro Amazon: i motivi dello sfogo di Musk

Come mai Elon Musk ha ''gridato'' virtualmente contro Jeff Bezos ed il suo colosso Amazon? La vicenda riguarda sostanzialmente una risposta ad Alex Berenson, un giornalista statunitense che su Twitter ha accusato Amazon di non aver messo in commercio un suo libro autoprodotto. Il motivo? Il libro afferma che alcuni degli effetti della pandemia da COVID-19 siano stati gonfiati ad arte dai media. Un libro dai dissapori ma che di fatto non poteva essere messo in atto da Berenson a causa del rifiuto di pubblicazione del libro da parte del colosso di Jeff Bezos. Il giornalista americano ha accusato Amazon di censura nei suoi confronti. Al giornalista è arrivato poi il supporto, un po' inaspettato, di Elon Musk che ha deciso di intervenire giudicando il divieto quanto mai ''folle'' e accusando l'azienda di Bezos ''monopolista''.

Amazon viene temuta da tutti perché il suo potenziale è enorme e il suo futuro come azienda ''monopolista'' potrebbe creare qualche grattacapo a molti. Di fatto in questo caso l'uscita pubblica di Elon Musk è giustificata non solo dall'attaccare Amazon per motivi di ''business'' ma soprattutto perché le dichiarazioni del giornalista americano nei confronti della pandemia da COVID-19 vengono condivise dal CEO di Tesla e SpaceX. Sappiamo che Elon Musk ha ampiamente criticato la chiusura delle fabbriche durante il lockdown. Non ha sorpreso dunque la sua presa di posizione in favore del libro in questione.

Un portavoce di Amazon ha spiegato che il libro era stato rimosso per errore e che è stato prontamente reinserito nel catalogo. E chissà se grazie all'intromissione di Elon Musk o davvero per un errore che può effettivamente capitare? Di fatto il giornalista ha ringraziato pubblicamente l'ideatore di SpaceX e del sogno spaziale americano per averlo appoggiato.

Insomma una vicenda a lieto fine che comunque apre un dibattito che da tempo in molti hanno su Amazon. Il Dipartimento di Giustizia lo scorso anno ha avviato un’ampia indagine antitrust sulla grandi compagnie tecnologiche, inclusa Amazon, per valutare, come riporta il Wall Street Journal, una loro eventuale posizione dominante nel mondo di internet. Ma anche la Federal Trade Commission sta esaminando Amazon e in particolare le sue acquisizioni nell’ambito di un’indagine più ampia sui colossi della Silicon Valley. Anche il Congresso ha chiesto uno ''spezzatino'' per Amazon per far fronte alla sua dimensione divenuta ormai eccessiva e il suo dominio nello shopping online.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

92 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8807 Giugno 2020, 13:28 #1
L'unica cosa da fare a pezzi è il cervello di Musk e la sua Tesla non appena il mercato dell'elettrico raggiungerà la piena maturazione ed i grandi costruttori schiacceranno la sua realtà a suon di zeri sui capitali investiti.

Quindi secondo la sua logica Amazon deve essere penalizzata a tavolino ?

Non è colpa di Amazon se il servizio di vendita offerta è superiore alla concorrenza. Nessuno vieta a nessun'altro shops di fare le stesse politiche sul reso di Amazon, nè di offrire servizi di spedizione di quel tipo, eppure nessuno lo fa.
GabrySP07 Giugno 2020, 13:37 #2
il monopolio di Paypal su ebay invece era cosa buona e giusta

il bue che da del cornuto all'asino
Tecnomania0107 Giugno 2020, 13:53 #3
Nickname88 per te quindi qualsiasi azienda può offrire lo stesso servizio di Amazon? Io credo che prima di sparare sentenze bisognerebbe quanto meno informarsi dei costi che una attività di vendita comporta. Mi sembra ovvio che la politica di Amazon si fonda su capitali che nessuno shop online potrà avere e mi sembra anche altrettanto ovvio che detenga un monopolio. Per quanto riguarda Elon Musk mi sembra altrettanto ovvio, al di là delle stronzate che spara, che sia semplicemente uno che investe i fondi di altri magari perché fa comodo anche all'investitore. Non credo che uno che ha un'azienda con seri problemi come Tesla possa lanciare missili su Marte.
al13507 Giugno 2020, 14:01 #4
è ovvio che amazon abbia un monopolio.
altrettanto ovvio che sia stato dettato proprio dalle loro stesse leggi consumistiche e di troppo libero mercato e capitaliste.
musk ha fatto un osservazione giusta, criticarlo e dargli del leso è senza senso.
è anche vero che probabilmente poco potra' fare se non parlarne.
nickname8807 Giugno 2020, 14:01 #5
Originariamente inviato da: Tecnomania01
Nickname88 per te quindi qualsiasi azienda può offrire lo stesso servizio di Amazon? Io credo che prima di sparare sentenze bisognerebbe quanto meno informarsi dei costi che una attività di vendita comporta.
Non è affare dell'utente quanto da te trattato e non è questo quello che intendevo io.
In pratica dici l'ovvio, ossia che gli altri shops non possono sostenere economicamente la spesa, ma questo perchè non hanno investito a dovere in questa politica di vendita nel momento più propizio. Peccato questo sia solo affar loro e laddove non offrono dall'altro capo non possono lamentarsi se non hanno gli stessi acquirenti di Amazon.

Nessuno vieta loro farlo nel senso che non vi è alcuna restrizione regolamentare, se poi nessuno ha il denaro o ancora meglio ... se nessuno vuole investire ulteriormente in tal senso non è colpa di Amazon.

Amazon ti ricordo che nasce come patetico shops di libri, quindi non puoi nemmeno dire che godeva fin dall'inizio di una posizione dominante nel mondo del mercato.Amazon i soldi da investire non li ha mica avuti dall'inizio, saranno usciti da qualche parte.

Mi sembra ovvio che la politica di Amazon si fonda su capitali che nessuno shop online potrà avere

Peccato però che Amazon non sia l'unica, alcuni negozi specialmente di vestiti lo fanno eccome e da parecchi anni.
Quindi è anche da verificare che siano necessari tutti questi capitali.

Da come ne parli poi sembra che Amazon con questa politica ci perda, e invece sembra il contrario, l'aumento di clientela che ne deriva è un PRO molto più grande dell'altra faccia della medaglia, quindi di fatto si tratta di un investimento vero e proprio che gli altri si rifiutano categoricamente di fare, però a quel punto il monopolio è doveroso e meritato.

Perchè pensi che io compro su Amazon ? Principalmente per gli pseudo noleggi gratuiti che permette di fare con la politica dei resi, ma già che ci sono poi compero anche il resto e generalmente non solo ci guardagnano ma comprando da loro, in automatico non compero dalla concorrenza. Non di certo per i prezzi che sono per me anche alti.
giovanni6907 Giugno 2020, 14:16 #6
Originariamente inviato da: nickname88

Non è colpa di Amazon se il servizio di vendita offerta è superiore alla concorrenza. Nessuno vieta a nessun'altro shops di fare le stesse politiche sul reso di Amazon, nè di offrire servizi di spedizione di quel tipo, eppure nessuno lo fa.


Piccolo dettaglio: le vendite in perdita di Amazon possono essere ampiamente compensate dal settore cloud, ovvero da un altro business il cui volume d'affari è superiore a quello retail, strettamente commerciale. E' in sostanza una pratica di dumping, come se il settore Amazon retail fosse sovvenzionato dal settore cloud . E non si può rispondere: "beh, allora anche gli altri potrebbero far soldi con il cloud e dunque andare in perdita con il retail ed offrire gli stessi vantaggi ai consumatori..." Le cose sono più complesse di quel che vengono descritte magari in modo un po' semplicistico.

Uno dei problemi dei monopoli è che se un'azienda assume un peso sistemico, non solo può distorcere le politiche di prezzo ma anche rendere criticamente pericolosa la disponibilità di prodotto (o di un servizio) solo mediante i suoi canali, cosa che impedisce una allocazione efficiente degli stessi...specie nel caso di emergenze, oltre che le conseguenze sul lato della catena logistica e dei partner. Senza contare il peso politico che tali azienda possono avere a livello planetario, distorcendo ancor più la possibilità di altri di concorrere, creando barriere all'ingresso non semplicemente economiche.

Ma ci sono fior di libri e di paper che trattano questi argomenti certamente in modo più comprensivo.
supertigrotto07 Giugno 2020, 14:19 #7

Amazon???

Da utente Amazon,di cui apprezzo anche prime video,trovo che Amazon abbia troppo monopolio,anche se ho fatto tantissimi acquisti su questa multipiattaforma e mi sono sempre trovato bene.
Ho acquistato spesso anche su AliExpress,Alibabá, Bangood e altri, però devo dire che,quando AliExpress/Alibabá ha cercato di aprire un suo magazzino in Italia e anche nel resto dell'Europa,ha avuto una marea di ostruzionismo da parte di società,da parte di politici e cittadini,cosa che Amazon non ha mai avuto o comunque Amazon ha avuto ostruzionismo talmente blando che nemmeno si può considerare.
Mi viene da pensare che i due pesi e due misure siano dati da "fondi" sottobanco a sto punto.
Anche AliExpress ha una politica molto seria sulle vendite e restituzioni (zero problemi con rimborsi e affini),che sarebbe migliorata moltissimo se gli avessero permesso di aprire in Italia.
Trovo un po' fastidioso che gli Americani si ma i Cinesi no.
Una valida alternativa ad Amazon farebbe guadagnare sicuramente noi consumatori ma attualmente,prezzi a parte,il servizio Amazon è il più efficiente ma anche a causa della assenza di concorrenza.
Sono sicuro che se ci fosse AliExpress in Italia,farebbero consegne anche di domenica a mezzanotte conoscendo i Cinesi,usando nei fine settimana i corrieri cinesi e durante la settimana i corrieri locali.
nickname8807 Giugno 2020, 14:25 #8
Originariamente inviato da: giovanni69
Piccolo dettaglio: le vendite in perdita di Amazon possono essere ampiamente compensate dal settore cloud,

Nemmeno esistevano gli altri servizi prima.
Quindi non è in perdita Amazon, con questa politica ci guadagna aldilà di tutto il resto che c'è ora.

Uno dei problemi dei monopoli è che
Il problema è che la tendenza a penalizzare la meritocrazia, se uno sta in una posizione di monopolio è perchè se l'è guadagnata ed è giusto che la possa sfruttare altrimenti dove sarebbe il vantaggio di detenere una leadership ?

Il monopolio se c'è quindi è colpa della concorrenza, non di Amazon, quindi anzichè pensare di smantellare Amazon dovrebbero finanziare la concorrenza per porre rimedio ai possibili abusi che tu indichi.
giovanni6907 Giugno 2020, 14:28 #9
Attenzione: il fatto che Amazon abbia iniziato per prima e con i libri e DVD è fuori di dubbio. Ma quel tempo la quota di mercato che aveva era irrisoria, non metteva in crisi il settore retail andando in dumping (oltre che offrire prodotti proprio scavalcando con il proprio engine interno quello dei concorrenti che espongono i proprio prodotti..ed infatti è stata accusata anche di manipolare quell'algoritmo a proprio favore) ed il modello di business non era lontamente quello che di adesso, tanto che non esisteva il cloud. Non confondiamo una foto d'epoca con il film nel corso degli anni e la contemporanea metamorfosi da pellicola a... digital film.

La ragione per cui a livello di politica economica si agisce per dividere un monopolio va al di là di affermare che anche gli altri potrebbe fare lo stesso... ma non l'hanno fatto. E quindi è demerito della concorrenza non avercella fatta.

Ma appunto per questo, c'è tutta la teoria dei monopoli, oligopoli e così via.
DrSto|to07 Giugno 2020, 14:30 #10
Per me Amazon è lo shop dei pigri e di quelli dall'acquisto compulsivo, nel 95% dei casi, facendo una semplice ricerca trovo ciò che voglio comprare ad un prezzo inferiore altrove, qui in Germania mai avuto problemi, spedizioni veloci e resi senza tante storie. Trovo inoltre che foto e descrizioni dei prodotti sono in genere pessime e incomplete su Amazon. Che sia lo shop per gente poco sveglia si nota anche dal fatto che l'interfaccia mediocre del sito è cambiata pochissimo nel corso del tempo probabilmente proprio per non mettere in difficoltà l'utente medio.
Insomma è comprensibile perché abbia tanto successo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^