eBay, crescono i milionari in Italia: sono 105 nel 2015

eBay, crescono i milionari in Italia: sono 105 nel 2015

In Italia ci sono ben 105 venditori che producono fatturati milionari esclusivamente su eBay. Ad annunciare il traguardo è la stessa società in una nota stampa

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
eBay
 

Sono 105 i venditori eBay che fatturano più di un milione di euro in Italia. A rivelare il dato è la stessa società di aste online all'interno di una nota stampa, che riferisce di un aumento del 19% rispetto all'anno precedente. Se prendiamo come riferimento il periodo che va dal 2010 al 2015 la crescita dei venditori milionari in Italia è ancora più rilevante: nei cinque anni ce ne sono cinque volte di più. In alcuni casi si tratta di account i cui gestori, spesso, hanno affiancato alle sedi fisiche già esistenti la vendita dei prodotti anche online.

"Siamo molto orgogliosi di questo traguardo raggiunto dai nostri venditori e particolarmente felici che ancora una volta eBay si dimostri un acceleratore di business che consente di superare le tradizionali barriere geografiche”, ha dichiarato Claudio Raimondi, General Manager di eBay in Italia. "Il fatto che a guidare questa classifica siano due regioni tra loro molto differenti, ma che hanno saputo cogliere le numerose opportunità del commercio elettronico, deve essere di ispirazione per tutti i nostri venditori. Per quanto ci riguarda, l’impegno è quello di continuare a guidare il processo di digitalizzazione delle PMI italiane, affiancandole e sostenendole in un percorso verso una maggiore competitività, anche a livello internazionale".

Trainano le classifiche le categorie Elettronica di consumo, Ricambi Auto e Moto, Casa e Arredamento e Abbigliamento. I milionari eBay sono distribuiti in maniera piuttosto omogenea fra le varie regioni: 14 regioni di Italia ospitano almeno un venditore di successo, anche se è la Campania a dettare legge su eBay. La regione ospita il 30% dei negozi eBay con fatturati milionari, e viene seguita dalla Lombardia con il 18%. Chiudono il podio in ex-aequo Puglia, Lazio e Sicilia, a pari merito con l'8% dei venditori milionari. eBay non menziona naturalmente il nome dei vari venditori, tuttavia c'è da dire che molte delle realtà online propongono la loro merce con margini più che risicati, riducendo all'osso gli utili a fronte di fatturati che possono sembrare di contro molto importanti. Fatto sta che eBay rappresenta un'ottima possibilità di guadagno non solo per cianfrusaglie e privati, ma anche per realtà commerciali ormai consolidate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gundam.7501 Luglio 2016, 15:13 #1
Spero che i fatturati milionari generino utili....
Madcrix01 Luglio 2016, 16:09 #2
Mi stupisco come nel 2016 ci sia ancora gente che usa ebay, è praticamente la fiera delle commissioni extra per chi vende.
Skelevra01 Luglio 2016, 16:12 #3
Originariamente inviato da: Madcrix
Mi stupisco come nel 2016 ci sia ancora gente che usa ebay, è praticamente la fiera delle commissioni extra per chi vende.


Non ci sono alternative valide con un sistema simile.
Non che io sappia almeno.

e fare un ecommerce non ti dà la stessa visibilità
ferro7501 Luglio 2016, 17:09 #4
I milioni mi sa che entrano solo nelle casse di ebay
matrix8301 Luglio 2016, 18:26 #5
1) Fatturato != Utili, non mi meraviglierei se gli utili effettivi siano il 5-10% del fatturato.
2) Io sono su entrambe e se proprio devo vendere in un marketplace solo, meglio Amazon per le tariffe visto che include anche il gateway di pagamento mentre su eBay devi aggiungere il 3,4%+35c di ogni transazione per paypal (a tariffa più alta) oltre quelle di ebay.
3) Casualmente Campania (ma si sapeva già, vorrei vedere la provenienza della merce (Cina è scontato, ma immagino abbiano altri modi di approvigionamento meno leciti) e soprattutto le dichiarazioni fiscali.

Perchè avere un fatturato milionario e trovarsi ancora su ebay invece che sul proprio ecommerce è inconcepibile per un'azienda seria. Lo sanno tutti che la prima cosa da farsi quando gira bene e uscire dai marketplace e affermarsi col proprio sito.
as2k301 Luglio 2016, 18:32 #6
Originariamente inviato da: matrix83
1) Fatturato != Utili, non mi meraviglierei se gli utili effettivi siano il 5-10% del fatturato.
2) Io sono su entrambe e se proprio devo vendere in un marketplace solo, meglio Amazon per le tariffe visto che include anche il gateway di pagamento mentre su eBay devi aggiungere il 3,4%+35c di ogni transazione per paypal (a tariffa più alta) oltre quelle di ebay.
3) Casualmente Campania (ma si sapeva già, vorrei vedere la provenienza della merce (Cina è scontato, ma immagino abbiano altri modi di approvigionamento meno leciti) e soprattutto le dichiarazioni fiscali.

Perchè avere un fatturato milionario e trovarsi ancora su ebay invece che sul proprio ecommerce è inconcepibile per un'azienda seria. Lo sanno tutti che la prima cosa da farsi quando gira bene e uscire dai marketplace e affermarsi col proprio sito.


non iniziamo per favore con la solita storia di Napoli e la Campania....perchè di esempi di truffe su imposte etc te ne posso fare migliaia "smascherati" al nord (soprattutto nell'elettronica ed informatica)

di recente ti posso mostare su due piedi una frode fiscale di 250 milioni a Brescia....si proprio Brescia hai letto bene

Con questo non dico che al sud e in Campania (come dici tu) non ce ne siano...i furbi non hanno regione mio caro.

Per il resto sono daccordo....azienda seria = proprio ecommerce
kamon01 Luglio 2016, 19:47 #7
Originariamente inviato da: Madcrix
Mi stupisco come nel 2016 ci sia ancora gente che usa ebay, è praticamente la fiera delle commissioni extra per chi vende.


Hai ragione ma purtroppo non ha nessun concorrente, e resta il mezzo migliore per raggiungere da privato (e non solo) il maggior numero di acquirenti possibile... Ci vorrebbe un colosso come google che decida di lanciare una piattaforma analoga.

Ebay per i venditori è una vera rapina ormai, ti drenano MINIMO il 10% se fai l'asta più pidocchiosa, tutto standard come categorie e con una sola foto, e non offrono alcun servizio se non lo spazio sui loro server, senza contare che sei praticamente costretto ad usare paypal e per ogni transazione parte un'altro 4,5% INCLUSI I COSTI DI SPEDIZIONE... Scandaloso.
azi_muth01 Luglio 2016, 19:50 #8
Magari alibaba prima o poi farà da noi quello che già fa in Cina...
etiernal02 Luglio 2016, 05:16 #9
Originariamente inviato da: matrix83
1) Fatturato != Utili, non mi meraviglierei se gli utili effettivi siano il 5-10% del fatturato.
2) Io sono su entrambe e se proprio devo vendere in un marketplace solo, meglio Amazon per le tariffe visto che include anche il gateway di pagamento mentre su eBay devi aggiungere il 3,4%+35c di ogni transazione per paypal (a tariffa più alta) oltre quelle di ebay.
3) Casualmente Campania (ma si sapeva già, vorrei vedere la provenienza della merce (Cina è scontato, ma immagino abbiano altri modi di approvigionamento meno leciti) e soprattutto le dichiarazioni fiscali.

Perchè avere un fatturato milionario e trovarsi ancora su ebay invece che sul proprio ecommerce è inconcepibile per un'azienda seria. Lo sanno tutti che la prima cosa da farsi quando gira bene e uscire dai marketplace e affermarsi col proprio sito.


1) Amazon è ormai pieno di clienti viziati. Vendere con amazon equivale a diventare i loro schiavi, letteralmente.
a) con ebay utilizzando paypal diciamo che si hanno due giudici. Se ti va male con uno puoi provare con l'altro. Invece con amazon il giudice e la giuria sono loro. E danno sempre ragione al cliente.
b) per offrire servizi competenti di spedizione si è costretti ad adottare amazon prime con tutti i suoi vantaggi/svantaggi (tariffe fisse giusto per fare un esempio).

Svantaggi enormi di ebay:
1) A loro non frega niente di te. Nemmeno se fatturi 100k o 200k sei soltanto un pesce nell'oceano. Vediamo questo cosa implica:
a) se un bot decide di cancellare la vostra inserzione con il formato compralo subito che ha praticamente 10k di vendite ed è anche il primo in classifica, NON POTETE FARCI NULLA. Ve lo cancellano ebbasta, magari per un logo o la famigerata parola "Apple".
b) non esiste praticamente la customer service per i venditori.
c) se prendete un negativo a causa di un cliente che se le cerca ebbasta, a loro non frega assolutamente nulla. Quindi io cliente, potrei acquistare da un venditore con 100k di feedback 100% postivi e lasciargli il negativo per qualsiasi ragione, lui non potrebbe cancellarlo in alcun modo (in teoria, poi qui entriamo nella mondo della mafia di ebay, dove i venditori con i big feedback cancellano i negativi nel giro di qualche secondo: l'ho visto personalmente)

Ah sì, poi ebay usa dei criteri sconosciuti. E le loro REGOLE non hanno assolutamente valore. Ad esempio: si può usare javascript con src (almeno tutti i big lo fanno), si possono fare le promozioni finte ecc.
In conclusione, ebay è un incubo per tutti i suoi venditori. E' Piena di gente che vi copia tutto, e vende di più; piena di gente che viola le regole di ebay e in questo modo vende di più e soprattutto guadagna di più; piena di gente che vi segnala gli annunci 1000 volte al giorno, e non sto esagerando; piena di gente che si diverte a ricattarvi con i reclami su paypal (ma fidatevi, non è niente in confronto ad amazon).
Praticamente questo marketplace è soggetto alle leggi del mercato del mondo reale. Il grande domina, il piccolo patisce.

Comunque riassumendo: non importa dove siate, sarete sempre le pu***ne dei clienti.
qboy02 Luglio 2016, 17:26 #10
Originariamente inviato da: etiernal
cut-
Comunque riassumendo: non importa dove siate, sarete sempre le pu***ne dei clienti.


MA PER FORTUNA!!! SEI TU CHE DEVI VENDERMI QUALCOSA, non io che devo pregarti di vendermi qualcosa, ma che siamo fuori?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^