Dropbox cresce e promette novità per gli sviluppatori

Dropbox cresce e promette novità per gli sviluppatori

Dropbox rende disponibili nuovi strumenti per gli sviluppatori che dovrebbero garantire una più facile sincronizzazione dei contenuti su differenti dispositivi

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
 

Si è svolta nei giorni scorsi la prima developer conference DBX organizzata da Dropbox e nel corso della quale Drew Houston, CEO Dropbox, ha delineato strategia e futuro degli ormai popolari servizi. In questo particolare caso non si tratta della presentazione di un nuovo prodotto o di soluzioni che possano avere interesse e impatto diretto sull'utente finale. A DBX è stata presentata la nuova SyncAPI che comprende una serie di istruzioni utili alla sincronizzazione di file e contenuti su molteplici dispositivi.

Anche Dropbox sembra voler fare il salto di qualità divenendo non un più un semplice posto alternativo in cui salvare i propri dati e condividerli con soluzioni più o meno comode. Il nuovo punto di arrivo pare voler essere quello di divenire il principale punto di archiviazione seguendo in un certo senso quanto fatto da altri competitor, in primo luogo SkyDrive.

Datastore API intende invece essere un nuovo modo di intendere l'archiviazione. Non vengono forniti molti dettagli concreti ma l'utilizzo di app capaci di sfruttare l'API Datastore garantirà una sincronizzazione dei dai migliore, l'accesso agli stessi anche in modalità offline e l'estensione dell'archiviazione anche a impostazioni, elenchi di contatti e altro ancora.

Dropbox annuncia poi alcuni aspetti concreti della propria strategia come ad esempio l'integrazione in Yahoo mail dell'opzione Salva su Dropbox. In questo modo il servizio di storage in cloud ha anche la possibilità di far conoscere agli oltre 300 milioni di utenti di Yahoo i propri servizi.

Drew Houston ne approfitta anche per segnalare altri numeri utili per comprendere la diffusione di Dropbox: ad oggi sono 175 milioni gli utenti di Dropbox mentre a fine 2012 erano solo 100 milioni. La speranza è che il trend di crescita continui e qualche interessante risultato potrà arrivare anche da altre partnership simili a quella già conclusa con Yahoo! Mail.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick10 Luglio 2013, 17:09 #1
ma di mega si sa + niente? non nascondo che la mia speranza era quella che facendosi concorrenza a vicenda tutti i seller di cloud storage, i prezzi andassero a scendere e lo spazio di storage a salire

mega anche se con modalità diverse mi pare offrisse 50gb e finita la beta mi pare si vociferasse di ulteriori up e riduzione dei limiti...
McB10 Luglio 2013, 19:36 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
ma di mega si sa + niente? non nascondo che la mia speranza era quella che facendosi concorrenza a vicenda tutti i seller di cloud storage, i prezzi andassero a scendere e lo spazio di storage a salire

mega anche se con modalità diverse mi pare offrisse 50gb e finita la beta mi pare si vociferasse di ulteriori up e riduzione dei limiti...


Guarda che è già bello che in funzione da tempo, se lo cerchi in google è la prima voce
birmarco11 Luglio 2013, 14:27 #3
Si sa che tipo di API hanno presentato? Rilasceranno qualche SDK?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^