Coronavirus: Google dedica Doodle a chi sta aiutando durante l'emergenza

Coronavirus: Google dedica Doodle a chi sta aiutando durante l'emergenza

Medici e infermieri, forze dell'ordine, chi sta studiando la diffusione del contagio, fattorini, autisti dei mezzi pubblici e a tutti coloro che stanno dando il loro contributo: ecco a chi è dedicato il nuovo Doodle di Google

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Web
Google
 

Un Doodle per tutti coloro che stanno offrendo il loro contributo per affrontare la terribile pandemia di Coronavirus che stiamo vivendo. 'A tutti coloro che stanno aiutando durante l'emergenza' si legge posizionando il cursore del mouse sull'immagine che ritrae stilizzate le categorie di lavoratori che si stanno prodigando mentre indossano le mascherine per proteggersi dal contagio da Coronavirus.

Doodle Coronavirus

Google ha predisposto una pagina speciale per la ricerca "Coronavirus" suddivisa nelle sezioni Panoramica, Sintomi, Prevenzione, Cure e Statistiche, con lo scopo di fornire un'informazione il più possibile puntuale e senza compromissioni.

Un doodle di Google è un'alterazione speciale e temporanea del logo sulle home page di Google destinata a commemorare fatti di attualità, festività, eventi, traguardi e personaggi storici notevoli. Più informazioni su Google e i suoi Doodle.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^