Chrome come Internet Explorer: Microsoft avrebbe abbandonato EdgeHTML per scorrettezze di Google

Chrome come Internet Explorer: Microsoft avrebbe abbandonato EdgeHTML per scorrettezze di Google

Google sarebbe la responsabile, con il suo presunto comportamento poco pulito, della decisione di Microsoft di passare da EdgeHTML a Blink come motore di rendering di Edge. Microsoft vittima delle sue stesse politiche

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Web
MicrosoftGoogleChrome
 

"Il potere logora chi non ce l'ha", diceva un noto politico italiano. E ciò è particolarmente vero nel mondo tecnologico, come le vicende alterne dei vari attori hanno dimostrato. In un curioso caso di contrappasso, a essere vittima del potere sarebbe stata Microsoft, almeno stando a quanto riferisce un supposto tirocinante che ha lavorato su EdgeHTML.

Secondo quanto riferisce tale sviluppatore, rimasto anonimo per ovvi motivi, Microsoft avrebbe scelto di rinunciare a EdgeHTML per appoggiarsi a Chrome non per ragioni squisitamente tecniche di superiorità effettiva di Blink, ma per manovre scorrette di Google che rendevano impossibile competere ad armi pari.

L'esempio riportato dallo sviluppatore è quello di un problema causato da Google con un cambiamento di YouTube: un "div" nascosto e vuoto sui video faceva sì che il motore di rendering non funzionasse correttamente nell'appoggiarsi all'accelerazione hardware. Questo, di conseguenza, faceva sì che il browser consumasse più risorse e dunque rendesse la visione di video più pesante sul fronte energetico, riducendo l'autonomia dei portatili e tablet.

Caso curioso è che Edge sarebbe stato avanti rispetto a Chrome nel rendering dei video prima di questo cambiamento, e che YouTube non abbia voluto rispondere alla richiesta di rimuovere il "div" vuoto e nascosto (e, dunque, tendenzialmente poco utile) o comunque di spiegare la ragione della sua presenza. Dopo tale cambiamento, Google avrebbe inoltre cominciato a pubblicizzare la superiorità di Chrome rispetto a Edge nel gestire i video rispetto all'autonomia garantita. Il problema è stato risolto con Windows 1809, ma comunque troppo tardi.

Tale presunta superiorità sarebbe però dovuta a cambiamenti fatti più o meno appositamente per intralciare i concorrenti, piuttosto che a una vera superiorità tecnica e tecnologica. Google non è, purtroppo, nuova a questo tipo di azioni: l'azienda di Mountain View è stata infatti più volte sorpresa a bloccare Firefox e altri browser nei propri prodotti per supposte incompatibilità, rivelatesi poi inesistenti nel momento in cui viene cambiato lo user agent del browser.

Chrome sta diventando il nuovo Internet Explorer: un browser che detiene la maggior parte del mercato dei browser e che usa tale posizione per escludere dal mercato gli altri browser, ad esempio integrando funzionalità non standard che vengono poi utilizzate all'interno dei prodotti online di Google. Con l'addio di EdgeHTML come motore di rendering, l'unica vera alternativa resta Firefox, dato che anche Opera ha abbandonato Presto per abbracciare Blink.

Resta comunque emblematico che Microsoft sia rimasta vittima delle stesse politiche che ha applicato nello scorso decennio con Internet Explorer. Se rievocare il contrappasso dantesco può sembrare eccessivo, un più popolare "chi la fa, l'aspetti" può forse fare al suo caso. A farne le spese sono comunque - e tanto per cambiare - gli utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
El Tazar20 Dicembre 2018, 18:44 #1
Buongiorno!
silviop20 Dicembre 2018, 19:31 #2

Io ancora uso seamonkey .....

...che sostanzialmente e' un firefox 52ESR, pero' devo dire che quantum effettivamente va meglio se si ha parecchia RAM e multicore.
tallines20 Dicembre 2018, 19:50 #3
Complimenti...........
emiliano8420 Dicembre 2018, 20:09 #4
che strano
lucusta20 Dicembre 2018, 20:20 #5
"Resta comunque emblematico che Microsoft sia rimasta vittima delle stesse politiche che ha applicato nello scorso decennio con Internet Explorer."
falso!
non per difendere Microsoft, ma su ie si usava activeX, api che permettevano un uso ben più profondo del programma (e si son visti anche i risultati negativi, essendo la falla migliore per entrare), quindi erano i siti sviluppati con activeX che risultavano incompatibili con gli altri.
il fatto di scrivere codice fatto apposta per peggiorare le prestazioni degli altri è cosa ben diversa ed è concorrenza sleale (e quel "dev" vuoto avrebbe messo in crisi anche chrome, tantè che la dimostrazione l'hanno fatta proprio cambiando user agent a chrome e aprendo YT riscontrando il medesimo problema).

... e comunque rimango fedele sempre a FF, ma vedere che da un giorno all'altro edge procurava un uso della CPU al 100% mi ha fatto tribolare un pò, prima di capire che era colpa di google... (e per queste perdite di tempo che mi procurano che li considero bastardi infami).
le_mie_parole20 Dicembre 2018, 21:32 #6
ma infatti, oggi come oggi, google è quella che ha posizione dominante e lo si vede già sul tubo, dove con edge, solo per caricare la pagina ci mette parecchio tempo...anche se oggi ho cambiato driver della scheda video usando quelli presenti nel Windows update e questa cosa sembra essersi risolta, ossi ora mi carica bene il tubo, certo è che la domanda sorge spontanea, dove sta l'antitrust? visto che hanno rotto i maroni a ms ma ora permettono a google di far quel che gli pare?
Rubberick21 Dicembre 2018, 02:30 #7
C'e' anche da dire che sul serio la loro gestione con Internet Explorer poteva essere fatta meglio..

Anni di un browser tenuto li senza migliorie.. Chrome è un bel prodotto ma in assoluto si dovrebbe fare una statua a Mozilla, se non fosse per loro e Firefox..
vraptus21 Dicembre 2018, 07:40 #8
Firefox tutta la vita! Oltretutto su MX e Debian è decisamente più parsimonioso di risorse e scattante di quel pachiderma che è diventato Chrome.
Eress21 Dicembre 2018, 07:41 #9
Chi di spada ferisce, di spada perisce
DevilsAdvocate21 Dicembre 2018, 09:11 #10

un div???

A volte faccio scraping ed ho modo di vedere quanto son scritte coi piedi le pagine web altrui.
Con tutto l'html malformed che c'è in giro, Edge impazziva per un div vuoto???!? E lo dicono anche in giro?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^