Chiusi 114 siti internet pirata in Italia: diffondevano materiale audio-visivo senza diritti

Chiusi 114 siti internet pirata in Italia: diffondevano materiale audio-visivo senza diritti

La GdF ha portato a compimento l'operazione "Free Football", che ha permesso di individuare e "inibire" 114 siti web che diffondevano illecitamente contenuti audio-video sia in streaming on demand, sia in streaming live

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Web
 

La Guardia di Finanza è riuscita a individuare e bloccare 114 siti internet che offrivano illegalmente eventi sportivi, film e serie TV protetti da diritto d'autore. L'operazione è stata denominata Free Football, ed è stata sviluppata dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brescia insieme al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della GdF di Roma coordinata dalla locale Procura della Repubblica.

Non abbiamo purtroppo una lista dei siti "inibiti" dall'ultima operazione della GdF, né le modalità di inibizione adottate. Tuttavia è facile dedurre che si tratti del blocco dei DNS, facilmente aggirabile dagli utenti un po' più smaliziati. A settembre le Autorità hanno notificato ai provider internet un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Brescia, in modo da interrompere le attività dei siti coinvolti.

Secondo le note rilasciate dalla GdF i 114 domini web operavano "nel settore della diffusione illecita, in modalità streaming, di partite di calcio e contenuti audiovisivi a pagamento e in assenza di un accordo con il legittimo distributore". I siti offrivano contenuti sia in modalità streaming on demand, quindi già presenti su server remoti e richiamabili a richiesta da parte dell'utente, sia in streaming live, quindi in diretta.

Tutti i siti offrivano "veri e propri palinsesti organizzati, di immediata e facile accessibilità per gli utenti", in modo da selezionare il programma preferito o visionare l'evento sportivo di interesse per il consumatore. Un fenomeno, secondo la GdF, che costituisce "costante pericolo per la sicurezza economico-finanziaria" dei settori coinvolti. L'operazione punta quindi non solo a contrastare la diffusione di contenuti pirata a tutela dei legittimi detentori del copyright, ma anche e soprattutto a ostacolare la catena di valore che ruota intorno all'illecito.

Nello specifico i siti bloccati con l'operazione Free Football si affidavano - come di consueto - a sistemi di monetizzazione basati su pubblicità (anche aggressiva). I banner venivano abbinati a contenuti di altissimo appeal per l'utente finale, alla ricerca di un traffico di notevoli dimensioni che avrebbe sulla carta concesso di generare introiti importanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13511 Settembre 2019, 18:25 #1
giusto. solo io lo stronzo che paga per vedere streaming?
demon7711 Settembre 2019, 18:32 #2
Originariamente inviato da: al135
giusto. solo io lo stronzo che paga per vedere streaming?


[SIZE="6"]RAGAZZI, SONO VERAMENTE EUFORICO!!![/SIZE]
palarran11 Settembre 2019, 18:51 #3
Scusate ma la lista dei siti bloccati? Chiedo per un amico
Marckus8711 Settembre 2019, 20:54 #4
noooooooooooooooooooooooo
biometallo11 Settembre 2019, 21:11 #5
Originariamente inviato da: palarran
Scusate ma la lista dei siti bloccati? Chiedo per un amico

E con questa lista che ci fa poi il tuo amico?

Originariamente inviato da: Marckus87
noooooooooooooooooooooooo


Blocco dei dns, questo significa che potresti dover cambiare i tuoi dns con quelli di google, openDNS o CLoudflare, ecc, o se usi firefox attivare l'opzione dns over https... roba che potrebbe anche costarti 30 secondi della tua esistenza, tutto ciò è insostenibile.
SpyroTSK11 Settembre 2019, 21:31 #6
Un fenomeno, secondo la GdF, che costituisce "costante pericolo per la sicurezza economico-finanziaria" dei settori coinvolti.


Beh perché secondo voi se domani riescono a mettere un bavaglio al 100% a tutti questi siti, secondo voi le major/sky/mediaset/netflix ecc...abbasseranno i prezzi?

Ma per piacere.

ps: non scarico/guardo streaming "illegale" da almeno 10 anni.
SiMcarD11 Settembre 2019, 23:16 #7
Opera con DNS over HTTPS e nemmeno me ne accorgo.
rockroll11 Settembre 2019, 23:51 #8
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/web/c...itti_84356.html

La GdF ha portato a compimento l'operazione "Free Football", che ha permesso di individuare e "inibire" 114 siti web che diffondevano illecitamente contenuti audio-video sia in streaming on demand, sia in streaming live

Click sul link per visualizzare la notizia.


"Free Football"??? Sembra una barzelletta: un nome che appare come un chiaro invito alla pirateria; più appropriato non potevano sceglierlo?

O forse il nome è appropriato davvero, considerata la facilità di superamento dei loro blocchi...
zbear12 Settembre 2019, 03:30 #9

Maddai .....

"Chiusi 114 siti internet pirata in Italia:" mi viene da ridere .... al massimo hanno bloccato i dns, roba che si aggira in circa 25secondi netti.
ramses7712 Settembre 2019, 07:52 #10
Però c'è da dire che le contromisure alla pirateria in Italia fanno passi da gigante. Questa volta, oltre al solito invalicabile blocco DNS hanno evitato di postare la lista dei siti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^