Cashback: dal 30 giugno si ferma tutto (per almeno 6 mesi)! Dubbi sulla possibilità che venga reintrodotto

Cashback: dal 30 giugno si ferma tutto (per almeno 6 mesi)! Dubbi sulla possibilità che venga reintrodotto

Il Governo sembrerebbe proiettato verso la decisione di sospendere il famoso Cashback di Stato per almeno 6 mesi. La proiezione a lungo termine è di bloccarlo completamente il tutto non facendolo ripartire nemmeno in futuro.

di pubblicata il , alle 10:05 nel canale Web
 

Il 30 giugno sarà l’ultimo giorno utile per accumulare pagamenti cartacei validi per ottenere il famoso cashback di Stato. C'è un problema però perché il programma sarebbe dovuto proseguire fino alla fine dell'anno ma il nuovo governo sembra deciso, intanto a sospendere per 6 mesi il tutto, e poi forse addirittura a bloccarlo definitivamente. Quella che si avvia alla conclusione infatti sembra essere l’ultima sessione di rimborsi che premiano coloro che effettuano acquisti con carte elettroniche. Dalla cabina di regia che si è tenuta a Palazzo Chigi la decisione è quella di cancellare anche la sessione già prevista per il secondo semestre dell’anno.

Stop quindi alla restituzione di un massimo di 150 euro semestrali e di 1.500 euro per i 100mila maggiori utilizzatori di carte che saranno premiati con il ''SuperCashback''. In questo caso il sistema in questi ultimi sei mesi aveva permesso a circa 5,89 milioni di persone di accumulare rimborsi che saranno emessi da luglio in poi.

Cashback di Stato addio? Il Governo sembra voler bloccare per sempre

Secondo quanto trapelato, la direzione è quella di una sospensione di sei mesi in modo da poter risparmiare parte del budget messo a disposizione cercando in futuro di riproporlo. Ma tutto questo comunque lascia supporre che la sospensione sia solamente una pausa per una cancellazione poi totale del progetto che non è mai andato completamente a piacere a molti politici. L'addio non è dunque ufficiale ma di fatto è molto plausibile.

Oltretutto sembra che il Governo voglia bloccare il Cashback ma non la Lotteria degli scontrini. Una linea al quanto strana questa con, forse, la volontà di ricerca di capitali disponibili piuttosto che una revisione concreta del progetto per modifiche o anche accorgimenti tali da permettere un reintegro e dunque un aiuto ai cittadini.

Numeri alla mano sappiate che al momento il Cashback di Stato ha permesso a circa 9 milioni di italiani di ricevere rimborsi dopo aver pagato con le carte di credito o debito registrate. Le transazioni effettuate ufficialmente sono state più di 800 milioni con oltre 16 milioni di strumenti di pagamento attivi. Quasi 6 milioni di cittadini potranno avere i 150€ da luglio (visto che hanno superato la soglia anche delle 50 transazioni). Numeri importanti che però non bastano, probabilmente, al Governo per continuare su questa strada intrapresa e abbandonata ancora una volta, come molti altri progetti di questo paese.

131 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco29 Giugno 2021, 10:20 #1
Oh, finalmente hanno fermato questo spreco di soldi pubblici. E' stata una delle peggiori scelte del governo precedente.
Ora andate avanti e togliete tutti i vari bonus / marchette tipo monopattini e simili.
demon7729 Giugno 2021, 10:21 #2
Del cashback si preoccupano.

Mentre invece per lo stipendio di stato a scrocco per mafiosi e fancazzisti introddotto dai magici 5 ritardati che vogliamo fare?
Lasciamo così?
Giulio9229 Giugno 2021, 10:31 #3

Incompetenti al governo

Che vergogna! Promettono tanto e poi si tirano indietro. Peccato perché poteva anche essere una valida soluzione per combattere l'evasione, oltre che incentivare all'acquisto, a quanto pare mi chiedo se sia realmente questo l'interesse, oppure se sia solo quello di tracciare, schedare i cittadini con la falsa promessa di un "premio" che poi viene cancellato. Decisione penosa.
hwutente29 Giugno 2021, 10:33 #4
Grazie Marione, grazieee. Basta con queste mancette elettorali.
Titanox229 Giugno 2021, 10:35 #5
ora archiviano per bene i dati delle carte e i pin

Speriamo che levino presto anche il reddito di cittadinanza visto che stiamo mantenendo criminali e nullafacenti
Alfhw29 Giugno 2021, 10:53 #6
IMHO il cashback era un'idea buona ma realizzata in modo mediocre. E' indubbio che in Italia i pagamenti elettronici e quindi tracciabili sono pochi rispetto ad altri paesi europei anche per cattiva abitudine di usare i contanti. E questo favorisce un sottobosco di evasione. Per carità, ci vuole ben altro per sconfiggere l'evasione agli alti livelli dove si evadono milioni e miliardi ma è comunque un'arma in più per arginare questa piaga italiana.
E' vero che il cashback costa ma combatte in parte l'evasione che in Italia costa molto di più. A lungo termine ci avrebbero guadagnato.
Inoltre il cashback funziona solo per acquisti in negozi fisici e NON online quindi dà una mano proprio ai negozi fisici italiani che hanno sofferto nella pandemia a discapito dei grandi negozi online. Anch'io ho comprato molto di meno online in questi mesi.

Per il cashback normale potrebbero alzare la soglia da 50 (troppo bassa) a 150-200 per i 150 euro così incentiverebbero ancora di più la moneta elettronica e risparmierebbero pure perché non tutti arriverebbero a questa soglia. E magari fissare una soglia a metà dove prenderesti solo 75 euro.
Per il super cashback basterebbe non contare le transazioni presso benzinai, grandi supermercati etc. e fissare limitazioni sulle transazioni sotto 1 euro (es. max 1 al giorno) per fermare i furbetti. E invece di 1500 euro ai primi 100.000 magari dare 500 euro ai primi 300.000.
Anche la Corte dei Conti in una relazione non si è detta contraria al cashback ma ha suggerito dei correttivi.
Poi ovviamente vanno anche ridotti le commissioni bancomat a carico dei negozianti.

Resta da capire perché lo hanno tolto. Per i difetti noti (ma allora perché non applicare dei correttivi?) o perché alcuni partiti notoriamente pro-evasione hanno fatto pressione?
My two cents. Non voglio scatenare flames di politica.
aqua8429 Giugno 2021, 10:57 #7
perchè il CashBack NO e il Reddito di Cittadinanza SI ?
li invece soldi non se ne buttano?? nooooooooo....

albatros_la29 Giugno 2021, 11:18 #8
Originariamente inviato da: Alfhw
IMHO il cashback era un'idea buona ma realizzata in modo mediocre. E' indubbio che in Italia i pagamenti elettronici e quindi tracciabili sono pochi rispetto ad altri paesi europei anche per cattiva abitudine di usare i contanti. E questo favorisce un sottobosco di evasione. Per carità, ci vuole ben altro per sconfiggere l'evasione agli alti livelli dove si evadono milioni e miliardi ma è comunque un'arma in più per arginare questa piaga italiana.
E' vero che il cashback costa ma combatte in parte l'evasione che in Italia costa molto di più. A lungo termine ci avrebbero guadagnato.
Inoltre il cashback funziona solo per acquisti in negozi fisici e NON online quindi dà una mano proprio ai negozi fisici italiani che hanno sofferto nella pandemia a discapito dei grandi negozi online. Anch'io ho comprato molto di meno online in questi mesi.

Per il cashback normale potrebbero alzare la soglia da 50 (troppo bassa) a 150-200 per i 150 euro così incentiverebbero ancora di più la moneta elettronica e risparmierebbero pure perché non tutti arriverebbero a questa soglia. E magari fissare una soglia a metà dove prenderesti solo 75 euro.
Per il super cashback basterebbe non contare le transazioni presso benzinai, grandi supermercati etc. e fissare limitazioni sulle transazioni sotto 1 euro (es. max 1 al giorno) per fermare i furbetti. E invece di 1500 euro ai primi 100.000 magari dare 500 euro ai primi 300.000.
Anche la Corte dei Conti in una relazione non si è detta contraria al cashback ma ha suggerito dei correttivi.
Poi ovviamente vanno anche ridotti le commissioni bancomat a carico dei negozianti.

Resta da capire perché lo hanno tolto. Per i difetti noti (ma allora perché non applicare dei correttivi?) o perché alcuni partiti notoriamente pro-evasione hanno fatto pressione?
My two cents. Non voglio scatenare flames di politica.

È possibile che lo abbiano tolto anche sulla base delle statistiche. L'iniziativa aveva l'intento di aumentare l'utilizzo della moneta elettronica. Se ciò però non è avvenuto (ad es. hanno aderito per la maggior parte persone che quel numero di operazioni minimo già lo facevano normalmente, come per quanto mi riguarda) allora è chiaro che si è trattato di un investimento inutile. Il bilancio del provvedimento deve essere positivo, altrimenti è giusto sospenderlo per migliorarlo o cancellarlo se si trovano alternative migliori. Non capisco chi invece grida al complotto come se quei soldi gli fossero dovuti e non glieli danno più: chi ha raggiunto la quota minima di pagamento si vedrà corrisposto il bonus.
canislupus29 Giugno 2021, 11:23 #9
Il reddito di cittadinanza sarebbe una misura corretta per combattere quella povertà legata ad una transizione... un po' meno se invece viene usato come una sorta di welfare.
In quel caso è evidente che molti continueranno a prenderlo e chiederanno di lavorare in nero (un vantaggio sia per il lavoratore che per l'impresa).
Come sempre il grande problema è l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.
L'RDC senza una politica di lavoro seria, è solo uno spreco.
TorettoMilano29 Giugno 2021, 11:25 #10
non è che ci vuole molto per capire come il reddito di cittadinanza non sia compatibile con l'italia

p.s. sono terrone pure io

https://www.ilsole24ore.com/art/la-...ro-nord-AEfnAHE

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^