CAPTCHA e immagini da ruotare, ecco la nuova sicurezza per Google

CAPTCHA e immagini da ruotare, ecco la nuova sicurezza per Google

Google sta sviluppando un nuovo sistema per la protezione degli accessi online. Il tutto si basa su una duplice interazione dell'utente nell'identificare un'immagine e nell'eseguire su di essa una specifica operazione

di pubblicata il , alle 10:38 nel canale Web
Google
 

Per chi sviluppa e gestisce servizi online una delle maggiori sfide consiste nel rendere sicuro l'accesso a tali risorse. Di norma per accedere a webmail o a pagine relative a servizi personali è necessario inserire le proprie credenziali e, sempre più spesso, è necessario interpretare una serie di caratteri da inserire poi tramite tastiera in un form. Quest'ultimo elemento è riconducibile a un sistema definito CAPTCHA (Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart), cioè un insieme di tecnologiche atte a stabilire se dietro la compilazione di un form vi sia una persona o una macchina.

Nel tempo le soluzioni CAPTCHA sono state sempre più perfezionate per far fronte alla conseguente evoluzione dei sistemi bot. Un elemento basilare dei CAPTCHA è l'abbinamento di elementi visibili espliciti (siano essi dei caratteri) e altri interpretabili per i quali è necessaria la mente umana. Sono stati introdotti software OCR evoluti in grado di interpretare anche quest'ultime informazioni e ora, pare, lo sviluppo si sposta su altre tecnologie.

Alla base vi è sempre l'abbinamento tra elementi che necessitano di differente interpretazione e che per l'utente , comunque, non si rivelino dei veri e propri rebus. Da Google giunge un'interessante novità volta a aumentare il livello di sicurezza delle procedure di autenticazione. La proposta di Rich Gossweiler prevede l'utilizzo di un'immagine e una successiva fase di interazione dell'utente nell'allineate tale elemento con altri dettagli. I primi risultati riconducibili a una fase di test interna all'azienda sono stati incoraggianti.

I ricercatori sottolineano anche l'importanza di altri elementi relativi al proprio progetto: un'intelligente implementazione del loro sistema può rivelarsi maggiormente usabile su un dispositivo mobile, in particolar modo sfruttando le tecnologie touch. Un presupposto fondamentale dei sistemi CAPTCHA è la loro semplicità di interpretazione da parte dell'utente; il metodo sviluppato dai ricercatori di Google va oltre e promette di rendere tale operazione piacevole, infatti, l'utilizzo di immagini e la successiva interazione con l'utente per l'allineamento offrono ampie possibilità di azione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cignox120 Aprile 2009, 10:45 #1
A meno che le immagini non siano costantemente rinnovate, non dovrebbe essere difficile calcolare per esempio l'hash dell'iimmagine, confrontarla con un database creato appositamente, e creare un algoritmo che esegua la rotazione allineandola in base a delle trasformazioni opportunamente istruite... mi vengono in mente un paio di sistemi per arginare il problema, comunque, e magari funziona bene...
polkaris20 Aprile 2009, 11:03 #2
Siccome le macchine tendono a essere sempre più intelligenti e gli umani sempre meno non vedo futuro in questi sistemi.
OldDog20 Aprile 2009, 11:07 #3
Originariamente inviato da: polkaris
Siccome le macchine tendono a essere sempre più intelligenti e gli umani sempre meno non vedo futuro in questi sistemi.

Al contrario! A quel punto basterà scartare tutte le risposte esatte, che saranno date solo da bot, oppure dai pochi genietti rimasti.

I primi sono indesiderati, i secondi è meglio che non sprechino tempo scrivendo sui forum!
Opteranium20 Aprile 2009, 11:12 #4

a me alcuni captcha riescono veramente difficili..

sarò una macchina? 0_o
Tuvok-LuR-20 Aprile 2009, 11:15 #5
Originariamente inviato da: Opteranium
sarò una macchina? 0_o

tranquillo, pure io li odio
elevul20 Aprile 2009, 11:35 #6
Non vedo l'ora che si arrivi a "scrivi il risultato dell'integrale nella casella qui sotto"...
dr-omega20 Aprile 2009, 11:38 #7
Io non ricordo se era rapidshare o qualche altro servizio di hosting (sullo sfondo della captcha c'erano dei gatti), ma un paio di volte non sono riuscito a capire che diavolo c'era scritto.
Bel sistema di sicurezza, si si...
s0nnyd3marco20 Aprile 2009, 11:42 #8
Originariamente inviato da: elevul
Non vedo l'ora che si arrivi a "scrivi il risultato dell'integrale nella casella qui sotto"...


Il che ridurrebbe il numero di utenti del servizio a 10-20 persone
elevul20 Aprile 2009, 11:43 #9
Originariamente inviato da: dr-omega
Io non ricordo se era rapidshare o qualche altro servizio di hosting (sullo sfondo della captcha c'erano dei gatti), ma un paio di volte non sono riuscito a capire che diavolo c'era scritto.
Bel sistema di sicurezza, si si...


Ah, i gattini!
Bellissimi quelli. Praticamente tutta la comunità li ha odiati!
Mr Resetti20 Aprile 2009, 11:48 #10
Originariamente inviato da: Opteranium
sarò una macchina? 0_o
Originariamente inviato da: Tuvok-LuR-
tranquillo, pure io li odio


Beh, effettivamente ce ne sono di veramente assurdi ed illeggibili... Mi è capitato almeno un paio di volte di imbattermi in siti in cui ho dovuto fare il refresh 3-4 volte perchè non si capiva una mazza di quello che c'era scritto!


Originariamente inviato da: elevul
Non vedo l'ora che si arrivi a "scrivi il risultato dell'integrale nella casella qui sotto"...
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Il che ridurrebbe il numero di utenti del servizio a 10-20 persone


Stai facendo una sovrastima... ci sarebbero si e no 2-3 persone che ci riuscirebbero!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^