BitTorrent da' il via al testing del protocollo P2P per lo streaming video

BitTorrent da' il via al testing del protocollo P2P per lo streaming video

BitTorrent avvia le procedure di testing su larga scala del nuovo protocollo per la gestione dei flussi streaming video

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 17:01 nel canale Web
 

BitTorrent ha cambiato, nel bene e nel male, il modo con cui ci si scambia le informazioni e i contenuti su internet: consapevoli di aver segnato un passaggio fondamentale nello sviluppo delle dinamiche della grande rete, non si sono di certo per questo fermati.

Ecco allora che BitTorrent, in associazione con Dean Guitars, offriranno il live streaming della NAMM Jam venerdì sera. Non è tanto l'evento ad attirare l'attenzione, quanto il veicolo con cui sarà distribuito: si tratta infatti del primo test ufficiale del nuovo protocollo sviluppato da BitTorrent e che permette di mettere in sharing lo streaming video.

Per dovere di cronaca riportiamo che il NAMM Jam è un festival dedicato alle band metal, che si tiene ad Anaheim.

L'evento, come abbiamo detto, sarà il primo test per il nuovo protocollo di streaming inventato da Bram Cohen, fondatore di BitTorrent e chief scientist. Il protocollo, secondo quanto dichiarato dallo stesso sviluppatore, dovrebbe andare a risolvere legati all'esigenza di avere una importante infrastruttura di server per gestire streaming di eventi importanti. Un altro vantaggio diretto di tale protocollo è rappresentato anche dalla riduzione della latenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
winebar19 Gennaio 2012, 17:21 #1
"Tale protocollo" "Questo protocollo" "Il protocollo X".
Insomma, l'unica cosa che si è capita è che Bittorrent ha creato un algoritmo per lo streaming P2P che verrà testato con NAVM.
Quale sia il suo nome è un'incognita.
CwNd19 Gennaio 2012, 20:24 #2
Molto interessante come cosa, secondo me.
Rimango un po' scettico su quanto potrebbe funzionare per eventi italiani vista la banda in up limitata delle adsl domestiche.
alfaalex19 Gennaio 2012, 20:54 #3
Sopcast mi sembra che lo faccia già da anni.
Fire-Dragon-DoL19 Gennaio 2012, 22:30 #4
Più che altro può essere una cosa efficace per quanto riguarda streaming di qualcosa con ampio pubblico, mentre le cose piu ricercate avrebbero comunque un upload molto basso... stiamo a vedere, l'idea è comunque interessante
dnarod20 Gennaio 2012, 08:52 #5
lo fanno mille mila servizi da anni...io stesso quasi due anni fa ho lavorato a un protocollo per lo streaming live video basato su bittorrent per la tesi, e ho dovuto prendere spunti dai milioni di servizi già esistenti (soprattutto in cina)...

...e da oggi parte ufficialmente il winter namm 2012, un pessimo evento, con innegabili effetti negativi sulle mie finanze (la dean ormai da anni sta raschiando il fondo del barile btw, un altra signature dime farlocca e giuro che parte la combustione spontanea)
virus_10120 Gennaio 2012, 13:31 #6
Uhm considerando i casini di SOPA e PIPA e quello che stanno facendo ... sinceramente mi puzza davvero tanto sta cosa. Se poi consideriamo che bit torrent e' finanziato dalle stesse case discografiche e cinematografiche.... state attenti che e' una bella carota messa li ma dietro c'e' l'america con il bastone in mano !!

Se passa SOPA potrete essere estradati, porcessati ed eventualmente incarcerati in america per violazione dei copyrigts anche solo per aver linkato un determinato materiale protetto da copyrights ... FOLLIA !

Io non compro piu' nulla tanto i films fanno schifo e la musica e' peggio del peggio ... piuttosto vado al pub con gli amici o gioco un gioco preso su steam in offertissima a prezzi umani ... per il resto se le tengano quelle 4 canzonette del cazzo e quei film schifosi non vale nemmeno la pena perdere tempo a comprarli, figuriamoci a scaricarli.
Mal che vada mi leggo un libro che' e' molto meglio.

Non credo di poterlo linkare ma cercate su you tube : SOPA & PIPA HORROR STORY Exposed in the UK

Io sono rimasto letterlmente freezato su questo video ...
Fa davvero pensare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^