Bitcoin è disgustoso! Ecco il parere di Charlie Munger, socio storico di Warren Buffett

Bitcoin è disgustoso! Ecco il parere di Charlie Munger, socio storico di Warren Buffett

Il vicepresidente di Berskshire Hathaway, e storico socio in affari di Warren Buffett, esprime il proprio parere su Bitcoin definendolo uno sviluppo contrario agli interessi della civilità

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Web
Bitcoin
 

Bitcoin e il mondo delle criptovalute nel suo complesso ha raccolto nel corso del tempo una schiera di numerosi sostenitori, alcuni veri e propri fanatici, ma anche illustri detrattori che spesso sono personalità di rilievo del mondo della finanza tradizionale. L'ultimo ad aver espresso il proprio parere, non esattamente gentile, nei confronti delle criptovalute è Charlie Munger, socio storico di un'altra figura "sacra" del mondo della finanza: Warren Buffett.

Munger, 97enne vicepresidente di Berkshire Hathaway, non ha nascosto un vero e proprio disprezzo verso Bitcoin, che dall'inizio dell'anno è stato protagonista di una cavalcata vigorosa che l'ha portato a toccare massimi non lontani dai 65 mila dollari scorso 14 aprile.

"Certo che odio il successo dei Bitcoin. Non accolgo favorevolmente una valuta che possa essere così utile per i delinquenti, e non mi piace trasferire miliardi di dollari a qualcuno che ha appena inventato dal nulla un nuovo prodotto finanziario. Penso di dover dire, con modestia, che l'intero dannato sviluppo (di Bitcoin, ndr ) è disgustoso e contrario agli interessi della civiltà" ha dichiarato Munger durante la sessione di domande e risposte avvenuta in occasione della riunione annuale degli azionisti Berkshire lo scorso sabato 1 maggio.


Warren Buffett e Charlie Munger all'assemblea annuale degli azionisti Berkshire Hathaway

Buffett, che aveva inizialmente evitato di rispondere alla domanda per non dare dispiacere a chi ha investito su Bitcoin, si è limitato a dirsi d'accordo con la posizione del suo socio in affari. Ma l'"Oracolo di Omaha" aveva in passato già espresso posizioni abbastanza nette verso il mondo delle criptovalute, definendole "delusione" e "veleno per topi".

La posizione di Munger non sorprende: già in passato il socio di Warren Buffett aveva criticato Bitcoin per la sua estrema volatilità, osservando inoltre come la mancanza di un quadro normativo attorno alla materia rappresenti un problema. Lo scorso mese di febbraio all'assemblea annuale degli azionisti del Daily Journal, aveva affermato che la volatilità di Bitcoin è troppo elevata perché esso possa fungere da mezzo di scambio.

"E' una specie di sostituto artificiale dell'oro. E poiché non compro mai oro, non compro mai Bitcoin" affermò Munger allora, aggiungendo: "Bitcoin mi ricorda ciò che Oscar Wilde disse sulla caccia alla volpe: la ricerca dell'ineffabile da parte dell'indicibile".

Recentemente anche Nassim Nicholas Taleb, matematico, filosofo e trader, aveva definito Bitcoin un "fallimento" e un "magnete per imbecilli".

117 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen04 Maggio 2021, 12:53 #1
Per quanto non mi piacciano i bitcoin, mi sembrano risposte tipiche di chi:

[LIST]
[*]Non capisce la tecnologia che ci sta dietro
[*]E' impaurito dalla perdita di potere all'arrivo di un concorrente.
[/LIST]
Notturnia04 Maggio 2021, 12:53 #2
concordo .. e concordo con il detto di Wilde..
d'altro canto una cosa che sale e scende sull'euforia e la speculazione delle truffe non mi pare una buona cosa su cui basarci la finanza e il futuro della gente.. ma serve a molti truffatori e quindi non possiamo normarla esponendo i nomi dei proprietari dei wallet.. sennò casca il palco e si scopre a cosa serve..
Notturnia04 Maggio 2021, 12:55 #3
perdita di potere ?.. guarda che i due che hanno intervistato non hanno ne problemi di soldi ne chissà che aspettativa di vita.. ma hanno vissuto con la finanza mondiale da sempre e ci capiscono un filino visto i loro patrimoni..
e non serve capire la tecnologia che ci sta dietro visto che NON è quella che rende costoso il bitcoin
nonsidice04 Maggio 2021, 13:03 #4
Originariamente inviato da: Notturnia
perdita di potere ?.. guarda che i due che hanno intervistato non hanno ne problemi di soldi ne chissà che aspettativa di vita.. ma hanno vissuto con la finanza mondiale da sempre e ci capiscono un filino visto i loro patrimoni..
e non serve capire la tecnologia che ci sta dietro visto che NON è quella che rende costoso il bitcoin


basta vedere l'età di Buffet e di questo tizio per capire tutto: sono legati mani e piedi alla "vecchia" finanza e sono SICURO che non sappiano neanche cosa c'è dietro (DeFi, nft ecc.ecc.).
La stessa cosa diceva mio nonno a mio padre quando parlavano di BTP e fondi di investimento 30 anni fa
coschizza04 Maggio 2021, 13:04 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Per quanto non mi piacciano i bitcoin, mi sembrano risposte tipiche di chi:

[LIST]
[*]Non capisce la tecnologia che ci sta dietro
[*]E' impaurito dalla perdita di potere all'arrivo di un concorrente.
[/LIST]


tipica risposta di chi confonde la tecnologia con il risultato ottenuto, una cosa è il blockchain un altra l'utilizzo ultra super ignorante dannoso pericoloso che ci abbiamo applicato sopra
coschizza04 Maggio 2021, 13:06 #6
Originariamente inviato da: nonsidice
basta vedere l'età di Buffet e di questo tizio per capire tutto: sono legati mani e piedi alla "vecchia" finanza e sono SICURO che non sappiano neanche cosa c'è dietro (DeFi, nft ecc.ecc.).
La stessa cosa diceva mio nonno a mio padre quando parlavano di BTP e fondi di investimento 30 anni fa


credo che ne sa più di chi l'ha creato il sistema e propri per questo lo critica perchè sa cosa serve e come viene utilizzato.
aqua8404 Maggio 2021, 13:09 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
e non serve capire la tecnologia che ci sta dietro visto che NON è quella che rende costoso il bitcoin


Infatti!!
Appena fai notare, come se ce ne fosse il bisogno, che i BitCoin sono attualmente solo fuffa per speculazione E BASTA, la classica risposta di chi lo difende è: " eh ma dietro c è la Blockchain, la migliore tecnologia del mondo"
Notturnia04 Maggio 2021, 13:10 #8
Buffet è esperto di finanza, e credo che i suoi soldi lo dimostrino e SOSPETTO, abbia uno o due dipendenti al soldo che capiscono anche quelle poche cose che lui non capisce di finanza..
ma sospetto che sfugga che non si diventa ricchi da soli ma perchè si ha un pool di persone attorno che si sa far lavorare bene..

la blockchain è solo stata sfruttata dalle valute virtuali tanto è vero che non sono legate .. la blockchain si puo' usare, per fortuna, anche per altro.. resta il fatto che è uno spreco di energia elettrica immane per come è stata congeniata..
le monete virtuali invece assolvono alla perfezione il compito per cui nascono, nascondere soldi e transazioni illegali senza dover pagare tasse e altro.. sono un ottimo veicolo per muovere soldi senza controlli e per estorcere denaro.. cosa per altro dimostrata in due anni..
Phopho04 Maggio 2021, 13:16 #9
Originariamente inviato da: nonsidice
basta vedere l'età di Buffet e di questo tizio per capire tutto: sono legati mani e piedi alla "vecchia" finanza e sono SICURO che non sappiano neanche cosa c'è dietro (DeFi, nft ecc.ecc.).
La stessa cosa diceva mio nonno a mio padre quando parlavano di BTP e fondi di investimento 30 anni fa


ah, anche tuo nonno era socio di Warren Buffett? complimenti!

quest'uomo sarà pure un "dinosauro" ma non penso che sia fermo ai discorsi da bar in quanto a economia.

in qualche parola ecco cosa sono i bitcoin e le altre cryptovalute:

Antani, blinda la supercazzola prematurata con doppio scappellamento a destra? Antani, come se fosse Antani, anche per il direttore, la supercazzola con scappellamento! Mi scusi dei tre telefoni qual è come se fosse tarapia tapioco che avverto la supercazzola? Non m'ha capito bene, volevo dire dei tre telefoni qual è quello col prefisso? Tarapia tapioco come se fosse antani con la supercazzola prematurata, con lo scappellamento a destra. Tarapia tapioco! Prematurata la supercazzola o scherziamo? No, mi permetta, no io... Scusi, noi siamo in quattro, come se fosse antani anche per lei soltanto in due oppure in quattro anche scribai con cofandina, come antifurto, per esempio. Ma no, aspetti, mi porga l'indice, ecco lo alzi così, guardi, guardi, guardi, lo vede il dito, lo vede che stuzzica, e prematura anche! Ma, allora io le potrei dire, anche col rispetto per l'autorità, che anche soltanto le due cose come vicesindaco, capisce? No! No! Attenzione, no, pastène soppaltate secondo l'articolo 12, abbia pazienza, sennò posterdati per due anche un pochino antani in prefettura! Senza contare che la supercazzola prematurata ha perso i contatti col tarapia tapioco!
Sp3cialFx04 Maggio 2021, 13:27 #10
in sintesi bitcoin / criptovalute:
- il sistema preferito dai produttori di ransomware e dalla darknet in generale
- ci vogliono 20.000 KWh per minare un bitcoin, ovvero 200 pieni di una Tesla, ovvero circa 150.000 km di percorrenza
- i calcoli che vengono eseguiti per la proof of work sono totalmente inutili, ma richiedono hardware specifico (costo ambientale di produzione, costo ambientale di smaltimento) e un botto di energia, come visto sopra
- le varie IPO fatte sono servite solo a spennare i polli

per il resto tutto ok

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^