BastaBufale.it online, l'appello della Boldrini contro le notizie false

BastaBufale.it online, l'appello della Boldrini contro le notizie false

L'appello di Laura Boldrini, attuale Presidente della Camera dei Deputati, è online e punta a dare un duro colpo alla diffusione delle bufale online

di pubblicata il , alle 14:36 nel canale Web
 

Bias di conferma, su Wikipedia un'ottima definizione: "È un processo mentale che consiste nel ricercare, selezionare e interpretare informazioni in modo da porre maggiore attenzione, e quindi attribuire maggiore credibilità, a quelle che confermano le proprie convinzioni o ipotesi, e viceversa, ignorare o sminuire informazioni che le contraddicono". È la base di ogni bufala: basta dire qualcosa che la gente vuol credere a prescindere e si innesca la viralità.

BastaBufale.it

Su questa base Laura Boldrini, attuale presidente della Camera dei Deputati, ha lanciato il suo monito online, un appello per sensibilizzare gli utenti sulla fondamentale questione delle bufale online: "Ho deciso di lanciare questo appello perché ritengo che il web sia un importante strumento di conoscenza e democrazia". L'appello è rivolto a tutti i fruitori del web che possono firmarlo, condividerlo e usare la propria voce individuale per creare un frastuono collettivo.

Una firma che si pone a netto contrasto con quelle che vengono definite le "fabbriche di bufale", siti web che considerano prima di ogni cosa i numeri delle visualizzazioni o degli utenti raggiunti al fine di generare proventi in maniera subdola e spesso illecita. Siti che riportano notizie false o volutamente distorte ma che parallelamente creano disinformazione e "danni reali alle persone, come si è visto nel caso dei vaccini pediatrici o delle terapie mediche improvvisate".

Una questione che potrebbe sembrare banale ma che è proprio il "bias di conferma" che la rende estremamente cruciale nei tempi odierni: il rancore provato per i cliché, come i "poteri forti", riesce a far credere agli utenti quello che vogliono credere. Ed è così che diventa realistica per alcuni la teoria sulla Terra piatta, sulle scie chimiche, sulle problematiche causate dal vaccino pediatrico. Talmente realistica che migliaia di utenti condividono tali contenuti rendendoli fra i più letti del web.

Ma sono spesso menzogne, menzogne tali che possono in alcuni casi stabilire il futuro di un paese, con gli americani che ancora si chiedono, ad esempio, se Trump sia stato eletto grazie alle bufale. L'intervento della Boldrini sulle fake news si basa su cinque punti fondamentali, tutti incentrati sulla sensibilizzazione: a scuola, da parte dei media e degli operatori dell'informazione, nelle imprese, nei social network, che sono poi il veicolo principale delle bufale, nello sport.

Hanno già firmato l'appello parecchi nomi celebri del web, come Paolo Attivissimo, ma anche celebrità del mondo dello spettacolo e della sfera sportiva, come Gianni Morandi, Carlo Verdone e Francesco Totti. Se volete far sentire la vostra voce potete firmare anche voi al sito BastaBufale.it.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

278 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattia.l09 Febbraio 2017, 14:56 #1
quanti milioni di € ci è costato un sito in cui se premo sul pulsante "ok" per chiudere l'informativa cookie non succede nulla?
e lo slider con le immagini dei personaggi famosi in cui se scrollo compaiono delle righe verticali?

(Firefox su macOS)
]Rik`[09 Febbraio 2017, 15:06 #2
spero poco visto che è sono due pagine fatte con wordpress e non hanno nemmeno messo il reCAPTCHA ma il bellissimo "quanto fa 3 + 2"
Lo ZiO NightFall09 Febbraio 2017, 15:06 #3
"nei social network, che sono poi il veicolo principale delle bufale"

Veramente il veicolo maggiore di bufale solo i media tradizionali, giornali e tv... C'era veramente bisogno di dare risonanza ad un'operazione orwelliana come questa, per di più su una testata tecnologica, senza un minimo di critica o considerazione?

"Hanno già firmato l'appello parecchi nomi celebri del web, come Paolo Attivissimo"
Cioè un cittadino svizzero promuove la censura in un altro paese? Curioso.

"Gianni Morandi, Carlo Verdone e Francesco Totti"
Per la serie, questi sono quelli che hanno accettato la marchetta. Mancano un nano, una ballerina e un clown.

Soprattutto, chi decide cosa è bufala e cosa no?
dark_edo09 Febbraio 2017, 15:18 #4
Anche io sono stufo delle bufale e di vedere persone che conosco (ahimé cadere nelle loro trappole, ma...

Originariamente inviato da: Lo ZiO NightFall
chi decide cosa è bufala e cosa no?
sudo apt-get install humor09 Febbraio 2017, 15:19 #5
#bastaBoldrini
turcone09 Febbraio 2017, 15:19 #6
a grillo non piace questa iniziativa
manco al movimento e lega
NeverKnowsBest09 Febbraio 2017, 15:33 #7
aberrante la meccanica di diffondere false notizie per ottenere consensi, come è aberrante entrare qui e sapere che ci sarà chi invece sarà in disaccordo con iniziative simili per arginare il fenomeno.
Ragazzi ma c'è davvero da capire se è vera o no un'immagine con una donna nuda che NON E' la Boschi e che viene spacciata per tale? No perché parliamo proprio di buonsenso, non di altro e se la cosa vi da fastidio: o siete collusi, o non vi rendete conto della portata del problema. Salutatemi il senatore Cirenga (che non esiste)
zyrquel09 Febbraio 2017, 16:01 #9
Originariamente inviato da: Lo ZiO NightFall
Cioè un cittadino svizzero promuove la censura in un altro paese? Curioso.

non tanto quanto vedere il termine censura applicato alle bufale
NeverKnowsBest09 Febbraio 2017, 16:06 #10
Originariamente inviato da: Lo ZiO NightFall
"nei social network, che sono poi il veicolo principale delle bufale"

Veramente il veicolo maggiore di bufale solo i media tradizionali, giornali e tv... C'era veramente bisogno di dare risonanza ad un'operazione orwelliana come questa, per di più su una testata tecnologica, senza un minimo di critica o considerazione?

"Hanno già firmato l'appello parecchi nomi celebri del web, come Paolo Attivissimo"
Cioè un cittadino svizzero promuove la censura in un altro paese? Curioso.

"Gianni Morandi, Carlo Verdone e Francesco Totti"
Per la serie, questi sono quelli che hanno accettato la marchetta. Mancano un nano, una ballerina e un clown.

Soprattutto, chi decide cosa è bufala e cosa no?

frequenti facebook? Ti farebbe piacere vedere la tua foto magari attribuita ad un terrorista o mafioso? Ebbene, questo succede e molte persone ignoranti danno un peso grandissimo a queste false notizie, non è questione di decidere cosa è bufala e cosa no, ma contestare notizie false per dato di fatto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^