Anche Facebook introduce gli Hashtag

Anche Facebook introduce gli Hashtag

Utili per seguire e aggregare i contenuti relativi a un particolare argomento o evento gli Hashtag sono ormai divenuti comuni grazie a Twitter e agli altri social network che da tempo li supportano. Ora è possibile utilizzare questi elementi anche in Facebook

di pubblicata il , alle 09:07 nel canale Web
Twitter
 

Anche Facebook introduce il supporto agli Hashtag allineandosi a Twitter, Pinterest, Tumblr, Instagram e Google+ che già da tempo offrono tale opzione. Va a Twitter il merito di aver reso tanto comuni gli Hashtag: sempre più spesso in occasione di eventi ma anche in discussioni pubbliche viene creato un Hashtag che consiste in un termine o una serie di caratteri preceduti dal simbolo #.

Gli hashtag consentono di aggregare in un unico flusso di informazioni post provenienti da differenti utenti che però hanno scelto di inserire nel proprio messaggio uno specifico termine preceduto dal #. In questo modo ogni utente cliccando sull'Hashtag può avere un elenco completo dei messaggi relativi a un evento, a un argomento particolare o fatto di cronaca.

Come indicato in questa pagina dell Help Centre di Facebook nella gestione degli hashtag il social network intende comunque offrire all'utente la possibilità di controllare con chi condividere o meno i propri post. Di fatto non cambia nulla con gli hashtag: la discriminante rimane il messaggio, quindi un contatto che può visualizzare un nostro messaggio potrà anche ricevere tale post tra gli aggregati di un particolare Hashtag. Questo meccanismo di controllo non è valido sulle Pagine che per definizione sono ambiti pubblici e aperti: condividendo un post pubblico contenuto in una delle tante Pages si lascia la possibilità di visualizzare tale elemento a chiunque clicchi sull'hashtag.

Nel comunicato ufficiale vengono promesse ulteriori novità nelle prossime settimane come ad esempio l'introduzione di strumenti per seguire gli hashtag più utilizzati in un determinato momento. Anche lato marketing il supporto degli hashtag in Facebook offre nuove possibilità agli operatori con la possibilità di sfruttare tali elementi per divulgare informazioni mirate, promuovere iniziative o altro ancora.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
HostFat13 Giugno 2013, 09:16 #1
Da notare che nel comunicato ufficiale Google+ non viene citato
guido89_13 Giugno 2013, 09:18 #2
tristezza a palate....
Raghnar-The coWolf-13 Giugno 2013, 09:49 #3
tanto si usavano gia'.

#amoremio #cippino #noidue #withlove.
emiliano8413 Giugno 2013, 09:53 #4
Originariamente inviato da: HostFat
Da notare che nel comunicato ufficiale Google+ non viene citato


quindi? a parte che al massimo avrebbero dovuto citare twitter e non mi pare che g abbia mai citato ne' fb ne twitter

Originariamente inviato da: guido89_
tristezza a palate....


perche'?

Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
tanto si usavano gia'.

#amoremio #cippino #noidue #withlove.


appunto...mancava solo il link sugli hashtag
Eress13 Giugno 2013, 10:12 #5
Scoperta dell'acqua calda, io gli hashtag li utilizzo nel mio pc da una vita per raggruppare alcuni elementi che utilizzo più spesso
roccia123413 Giugno 2013, 10:21 #6
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
tanto si usavano gia'.

#amoremio #cippino #noidue #withlove.


Dio mio, non farmici pensare che mi vengono orticaria e diabete.

Specie quando chi scrive queste cose non è il ragazzino di 14 anni, ma dei 24/25 enni .
guido89_13 Giugno 2013, 13:19 #7
Originariamente inviato da: emiliano84
perche'?


perchè dall'introduzione di instagram già ce li si sorbiva nelle foto scrivendo ca**te senza senso, ora verranno introdotti anche nei posts (e già questa moda iniziava) depersonalizzando ulteriormente i messaggi e perdendo l'utilità degli # visto che saranno raggiungibili solo dalla propria cerchia di amici.

tra l'altro visto lo spessore dei post di facebook la norma sarà una cosa del tipo "#noia#caldo#uff"...

non so te ma per me questo è triste...
roccia123413 Giugno 2013, 13:32 #8
Originariamente inviato da: guido89_
perchè dall'introduzione di instagram già ce li si sorbiva nelle foto scrivendo ca**te senza senso, ora verranno introdotti anche nei posts (e già questa moda iniziava) depersonalizzando ulteriormente i messaggi e perdendo l'utilità degli # visto che saranno raggiungibili solo dalla propria cerchia di amici.

tra l'altro visto lo spessore dei post di facebook la norma sarà una cosa del tipo "#noia#caldo#uff"...

non so te ma per me questo è triste...


Io ho semi-risolto disattivando la visualizzazione in bacheca dei post di gente che scriveva troppe cazzate, dei gruppi, ecc ecc.

Non puoi trovarti come minimo 5 post al giorno da parte della stessa persona che sbava dietro qualunque attore maschio delle infinite serie tv che segue!!! .
Che figo! Che gnocco! Prendimi ora Robb Stark!! (tenore medio dei sui post, 23 anni.), ovviamente con tanto di galleria fotografica.

L'ho bloccata appena ho capito l'andazzo.
Syk13 Giugno 2013, 13:33 #9
Originariamente inviato da: guido89_
perchè dall'introduzione di instagram già ce li si sorbiva nelle foto scrivendo ca**te senza senso

#retweet if you're dead
ora verranno introdotti anche nei posts (e già questa moda iniziava) depersonalizzando ulteriormente i messaggi e perdendo l'utilità degli # visto che saranno raggiungibili solo dalla propria cerchia di amici.

tra l'altro visto lo spessore dei post di facebook la norma sarà una cosa del tipo "#noia#caldo#uff"...

non so te ma per me questo è triste...

allora son proprio inutili, il bello di cercare #"cognome di un politico" è vedere la marea di insulti che si prende da dei perfetti sconosciuti
emiliano8413 Giugno 2013, 14:10 #10
Originariamente inviato da: guido89_
perchè dall'introduzione di instagram già ce li si sorbiva nelle foto scrivendo ca**te senza senso, ora verranno introdotti anche nei posts (e già questa moda iniziava) depersonalizzando ulteriormente i messaggi e perdendo l'utilità degli # visto che saranno raggiungibili solo dalla propria cerchia di amici.

tra l'altro visto lo spessore dei post di facebook la norma sarà una cosa del tipo "#noia#caldo#uff"...

non so te ma per me questo è triste...


ah ma per questo facebook non ha colpe

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^