Amazon One, la scansione del palmo della mano per pagare nei negozi (e fare molto di più)

Amazon One, la scansione del palmo della mano per pagare nei negozi (e fare molto di più)

Amazon ha annunciato Amazon One, una tecnologia che usa il palmo della mano per pagare in un negozio, presentare una carta fedeltà, entrare in un luogo come uno stadio o vidimare l'ingresso al lavoro in modo semplice.

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Web
Amazon
 

Amazon è stata tra le prime a credere nei supermercati senza casse, per un'esperienza di acquisto senza interruzioni grazie all'uso di telecamere e intelligenza artificiale. L'azienda guarda però anche alla biometria "più tradizionale" e con Amazon One, inizialmente installato in alcuni negozi Amazon Go a Seattle, punta a sfruttare la scansione del palmo della mano per consentire ai clienti di entrare in negozio, pagare quanto hanno acquistato e molto altro ancora.

La mano diventa quindi una sorta di "carta di credito", sfruttando il fatto che abbiamo mani diverse, a partire dalla forma, dai dettagli superficiali come le linee fino ad arrivare alle vene sotto la pelle. Amazon One si basa su un dispositivo per la scansione delle immagini che include un algoritmo di computer vision per catturare e cifrare l'immagine del vostro palmo.

Non è necessario avere un account Amazon per usare il servizio, basta collegare l'immagine ottenuta a un numero di telefono e a una carta di credito. Il primo contatto richiederà l'inserimento della carta di credito in uno degli scanner e la registrazione di uno o entrambi i palmi. Gli scanner potranno identificare le persone in pochi secondi, senza che dobbiate appoggiarvi sopra il palmo - il che è molto interessante se pensiamo alla pandemia che stiamo vivendo.

Gli utenti di Amazon One avranno la possibilità di cancellare i dati biometrici da un portale qualora non volessero più usare il servizio: nessuna informazione viene infatti salvata localmente sul dispositivo usato per la scansione. Il colosso dell'ecommerce vede in Amazon One un sistema che avrà un'applicazione ampia, non si limiterà quindi a usarlo nei propri negozi ma offrirà il servizio anche a terze parti: si pensa che questo sistema possa sostituire il badge in ufficio, i biglietti negli stadi e ovviamente consentire pagamenti anche in altri negozi. L'azienda ha confermato di essere già in trattative con alcune realtà interessate, tanto che non si parla di semplice tecnologia di pagamento, ma tecnologia di identità.

La scelta di optare per il riconoscimento del palmo al posto di altre opzioni come il riconoscimento facciale va si deve ad alcuni vantaggi termini di privacy. "Uno dei motivi è che il riconoscimento del palmo è considerato più privato di alcune alternative biometriche perché non è possibile determinare l'identità di una persona guardando un'immagine del suo palmo", spiega Kumar. "Richiede inoltre che qualcuno faccia un gesto intenzionale tenendo il palmo della mano sul dispositivo da usare".

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino03 Ottobre 2020, 09:56 #1
Quand'è che finalmente riusciremo a sostituire tutte le password con un dispositivo biometrico?
386DX4003 Ottobre 2020, 10:23 #2
"..vidimare l'ingresso al lavoro in modo semplice".

Capisco che la tecnica cerchi continuamente di reinventare la ruota, ma la motivazione di una piu' "semplice" vidimazione dell'ingresso e uscita da lavoro fà quasi sorridere. La fatica di prendere il badge di accesso dal portafoglio, usare i muscoli dell' avambraccio, tricipite e bicipite per strisciare il badge nel lettore.. ci voleva davvero la lettura di dati biometrici per migliorare la "qualità della vita".
Pandemio03 Ottobre 2020, 11:05 #3
La mano però ce l hai sempre dietro, se al palmo potresti associare carta di identità, codice fiscale, patente, dati medici come allergie e storia medica con patologie e medicine che il 118 potrebbe leggere al volo in caso di emergenza,potresti salvare nel tuo profilo stato di famiglia,certificato di matrimonio e tutti quei documenti che devi andare in comune a fare.tessere di varie supermercati e negozi.
Saremmo liberi da ogni impiccio.
386DX4003 Ottobre 2020, 11:31 #4
Anche il portafoglio lo si ha sempre dietro e dentro ci starebbe di tutto come infatti e' sempre stato. Certo lo si puo' dimenticare ma non a caso ci sono le reception e gli uffici personale nelle aziende nel caso ci si dimentica il badge.
Sul discorso che sia sempre necessario avere dietro certificato di nascita o altro.. sono tutte cose autocertificabili. Ho sempre come l'impressione che una volta costruita la ruota la si voglia reinventare uguale.
calabar03 Ottobre 2020, 11:46 #5
Avere le impronte pareva troppo poco, per sicurezza prendiamo tutta la mano!

Io non sono un grande sostenitore dei sistemi di autenticazione biometrica, che hanno un enorme difetto: forniscono un'informazione personale "forte" che non può essere cambiata.
Va bene in ambiti in cui deve esserci un forte controllo della persona, ma per cose come acquisti in negozio meglio qualcosa che possa essere cambiato ed eventualmente slegato facilmente dalla persona.

Altro vantaggio dei sistemi di questo tipo è l'impossibilità di passarli a qualcun altro. Mai capitato di lasciare una carta ad una persona di fiducia perchè facesse una commissione per te?
niky8903 Ottobre 2020, 11:56 #6
Originariamente inviato da: 386DX40
Anche il portafoglio lo si ha sempre dietro e dentro ci starebbe di tutto come infatti e' sempre stato. Certo lo si puo' dimenticare ma non a caso ci sono le reception e gli uffici personale nelle aziende nel caso ci si dimentica il badge.
Sul discorso che sia sempre necessario avere dietro certificato di nascita o altro.. sono tutte cose autocertificabili. Ho sempre come l'impressione che una volta costruita la ruota la si voglia reinventare uguale.


Oggi come oggi il portafogli, io almeno, no ce l'ho sempre dietro. In auto sempre, ma non nei negozi.
386DX4003 Ottobre 2020, 12:05 #7
Originariamente inviato da: niky89
Oggi come oggi il portafogli, io almeno, no ce l'ho sempre dietro. In auto sempre, ma non nei negozi.


Il portafogli ce l'ho sempre dietro anche in casa. Per la semplice ragione che l'abitudine di sentire il portafoglio quotidianamente mi farebbe accorgere qualora improvvisamente non lo sentissi piu', ergo difficilmente uscirei senza. Un po' come purtroppo o per fortuna (a seconda dei punti di vista) succede con i moderni telefoni laddove e' presumibile credere sia piu' facile uscire scalzi che senza essi.
Ma se c'e' chi preferirebbe una scansione oculare, geometrica del volto, biometrica della mano, per entrare in un supermercato o andare a lavoro lasciatemi almeno il dubbio che questo sia necessario o che sia ai fini di un miglioramento della qualita' della vita.
Mparlav03 Ottobre 2020, 12:07 #8
Originariamente inviato da: 386DX40
"..vidimare l'ingresso al lavoro in modo semplice".

Capisco che la tecnica cerchi continuamente di reinventare la ruota, ma la motivazione di una piu' "semplice" vidimazione dell'ingresso e uscita da lavoro fà quasi sorridere. La fatica di prendere il badge di accesso dal portafoglio, usare i muscoli dell' avambraccio, tricipite e bicipite per strisciare il badge nel lettore.. ci voleva davvero la lettura di dati biometrici per migliorare la "qualità della vita".


Se questo comprende anche strisciare il badge di qualche collega per farli risultare presenti al lavoro, allora sono d'accordo

Tagliare la mano del collega per compiere la stessa operazione sul lettore biometrico è poco pratico
386DX4003 Ottobre 2020, 12:13 #9
Originariamente inviato da: Mparlav
Se questo comprende anche strisciare il badge di qualche collega per farli risultare presenti al lavoro, allora sono d'accordo

Tagliare la mano del collega per compiere la stessa operazione sul lettore biometrico è poco pratico


Viene in mente se non ricordo male la presentazione del gioco (se non ricordo male) Doom in qualche fiera di settore di qualche anno fa in cui c'era un situazione simile in game, con tanto di risate e applausi (discutibili ma va beh e' un gioco) delle persone in sala..
Scherzi a parte non e' mai capitato di vedere situazioni del genere negli ambienti lavorativi. Anche perche' aggiungo tra l'altro che le aziende moderne hanno tutti gli strumenti e personale per accorgersi di anomalie di quel tipo e relative conseguenze.
mmorselli03 Ottobre 2020, 13:24 #10
Originariamente inviato da: Ragerino
Quand'è che finalmente riusciremo a sostituire tutte le password con un dispositivo biometrico?


Proprio tutte no, la sicurezza è data da Password E Verifica Biometrica, e magari anche una conferma a due fattori per le cose più importanti. Pensa per esempio a quanti servizi potresti accedere e quanti soldi potresti fregare ad una persona ubriaca.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^