Amazon, multa di 300 mila euro dall'Antitrust

Amazon, multa di 300 mila euro dall'Antitrust

L'Autorità ha irrogato due sanzioni a due società appartenenti ad Amazon per un complessivo di 300 mila dollari per la divisione europea della società di Bezos

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:11 nel canale Web
Amazon
 

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato due sanzioni di rispettivamente 80 e 220 mila euro a due società appartenenti ad Amazon per violazione della nuova normativa dei Diritti dei Consumatori. Le due società coinvolte nell'illecito sono Amazon EU Sàrl e Amazon Services Europe Sàrl, denunciate da numerosi consumatori per "aver omesso o fornito in modo non adeguato informazioni rilevanti nel corso del processo d'acquisto".

Nella nota diffusa al pubblico, nello specifico, si parla delle informazioni precontrattuali obbligatorie e quelle sulla garanzia legale di conformità previste dal Codice del Consumo. Si tratta di clausole che devono essere osservate sia in caso di vendita diretta da parte di Amazon che di compravendita effettuata all'interno del marketplace da venditori terzi. Le indagini sono state iniziate durante lo scorso mese di luglio sulla base delle denunce dei consumatori.

È emerso così che Amazon EU Sàrl non ha evidenziato adeguatamente all'utente "una specifica informativa precontrattuale sul recesso e relativi termini ed esclusioni, sull'esistenza e sulle condizioni dell'assistenza postvendita al consumatore, oltre che un remind sulla garanzia legale". Tutte operazioni da mostrare ancor prima della nascita della trattativa, con i messaggi che devono essere raggiungibili dal cliente in "maniera agevole e accessibile".

Per quanto riguarda la piattaforma marketplace, secondo l'Autorità Amazon Services Europe Sàrl non forniva al consumatore "un'adeguata informativa precontrattuale sull'effettiva identità del professionista", oltre che sul ruolo svolto da Amazon nella compravendita, sull'assistenza pre e post vendita e sulle clausole di recesso e reso da parte dei soggetti terzi. Carenze informative che hanno causato una sorta di disorientamento nei consumatori.

Molte delle denunce sono arrivate da utenti che venivano a conoscenza "dell'effettiva controparte contrattuale" solo in seguito ad una richiesta di assistenza, con Amazon che si limitava ad affermare la propria estraneità al contratto tra venditore terzo e consumatore senza entrare in alcun modo nel merito della contestazione. L'Autorità riporta che le due società coinvolte hanno apportato le misure correttive richieste durante il processo, migliorando "il set informativo a disposizione del consumatore nel processo d'acquisto".

In questa pagina trovate il testo del provvedimento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123408 Aprile 2016, 17:34 #1
UAU, 300.000€ di multa ad amazon.

Sicuramente non faranno più i cattivi dopo questo enorme esborso di denaro, per loro una cifra notevolissima, visti i 73.000.000.000€ di fatturato (annuo, 2014).


Un po' come fare, ad un lavoratore medio con un RAL di 20-25-30K€, una multa di 0,10€ .
Un deterrente efficacissimo .
giovanni6908 Aprile 2016, 17:35 #2
Carenze informative che hanno causato una sorta di disorientamento nei consumatori.

Concordo, specie sul market place non si capisce/capiva i termini di reso ed a chi farli. Insomma un discorso di chiarezza e trasparenza. Grazie Garante della Concorrenza e del Mercato.

Parliamo di garante italiano e quindi le sanzioni sono per l'attività sul territorio nazionale. I 73 mld sono a livello planetario. Non ho idea del fatturato di Amazon 'Italia'.
GM Phobos08 Aprile 2016, 17:40 #3
Strano, di resi ad amazon ne ho fatti e mi sono sempre trovato molto bene.
KampMatthew08 Aprile 2016, 18:02 #4
Originariamente inviato da: GM Phobos
Strano, di resi ad amazon ne ho fatti e mi sono sempre trovato molto bene.


Amazon è il meglio sulla faccia della terra proprio per servizio garanzia/post vendita. Questa cosa non ha nessun senso perchè si capisce benissimo cosa fare, basta una telefonata o una segnalazione dal proprio account. Tutte le volte che ho aperto una segnalazione per una garanzia mi hanno risolto sempre in tempi brevissimi, ergo, il tempo di una telefonata. Che poi le regolette copia/incolla non fossero bene in evidenza per qualcuno a cui riesce difficile cliccare su un paio di link ci sta pure, ma preferisco così e non chi le regolette le mette sempre scritte per bene, in bella mostra, ma poi non le rispetta mai.
Bivvoz08 Aprile 2016, 18:07 #5
Originariamente inviato da: KampMatthew
Amazon è il meglio sulla faccia della terra proprio per servizio garanzia/post vendita. Questa cosa non ha nessun senso perchè si capisce benissimo cosa fare, basta una telefonata o una segnalazione dal proprio account. Tutte le volte che ho aperto una segnalazione per una garanzia mi hanno risolto sempre in tempi brevissimi, ergo, il tempo di una telefonata. Che poi le regolette copia/incolla non fossero bene in evidenza per qualcuno a cui riesce difficile cliccare su un paio di link ci sta pure, ma preferisco così e non chi le regolette le mette sempre scritte per bene, in bella mostra, ma poi non le rispetta mai.


Già, fino a quando non comincia a stargli sulle balle.

Account Amazon Chiuso
peronedj08 Aprile 2016, 18:09 #6
Originariamente inviato da: KampMatthew
Amazon è il meglio sulla faccia della terra proprio per servizio garanzia/post vendita. Questa cosa non ha nessun senso perchè si capisce benissimo cosa fare, basta una telefonata o una segnalazione dal proprio account. Tutte le volte che ho aperto una segnalazione per una garanzia mi hanno risolto sempre in tempi brevissimi, ergo, il tempo di una telefonata. Che poi le regolette copia/incolla non fossero bene in evidenza per qualcuno a cui riesce difficile cliccare su un paio di link ci sta pure, ma preferisco così e non chi le regolette le mette sempre scritte per bene, in bella mostra, ma poi non le rispetta mai.


Infatti nell'articolo non si parla di prodotti venduti e spediti da amazon, ma di prodotti venduti tramite il marketplace (venditori terzi che si appoggiano al sito amazon per vendere i loro prodotti)
giovanni6908 Aprile 2016, 18:12 #7
Originariamente inviato da: KampMatthew
...Questa cosa non ha nessun senso perchè si capisce benissimo cosa fare...


Anch'io mi sono trovato benissimo per i resi ma per il marketplace è vero che i dettagli circa la controparte, come muoversi, ecc non sono altrettanto chiari PRIMA di aver problema del reso, come invece accade quando è Amazon che vende e gestisce la logistica, direttamente. Le sanzioni riguardano appunto situazioni specifiche.
KampMatthew08 Aprile 2016, 19:42 #8
Originariamente inviato da: Bivvoz
Già, fino a quando non comincia a stargli sulle balle.

Account Amazon Chiuso


Guarda, infatti non dico che siano perfetti, chiunque può sbagliare, questo è chiaro, la differenza con la massa si vede da come lo risolvi.
Onestamente non so se si comportano in base a quello che un cliente spende mediamente. Personalmente nei negozi fisici non acquisto più nulla, ma proprio nulla, per cui il mio volume di spesa è parecchio alto, non ho mai fatto il conto ma credo che negli ultimi 4 anni, ad occhio, gli avrò dato sui 15-20k €. (comunque questa cosa mi ha incuriosito, appena posso faccio il conto) Forse sarà per questo, ma con me si sono sempre comportati in modo eccelso, cosa non giusta chiaramente perchè dovrebbero comportarsi uguale con tutti, ma questo non lo so.

Tutta questa situazione però, nasce sempre dai casini che fa la gente. Solo in questo forum ho letto di decine e decine di persone che se la sua vga si overloccava 10 mhz in meno di quella dell'amico, la rispediva indietro tentando la sorte per una migliore, e casomai rimandava pure la seconda indietro perchè andava peggio di quella restituita. O gente che allo scadere della garanzia manda indietro inventandosi difetti per riavere indietro i soldi spesi all'acquisto. Questo tipo di comportamento è deleterio per la gente onesta, primo, perchè si vede arrivare roba già usata e secondo, perchè poi ha problemi a rendere la merce anche quando è veramente difettosa. Amazon non è che se gli tornano 100 vga da 500€ perfettamente funzionanti, con la scatola appena aperta, le può mettere a metà prezzo o buttarle al cesso. E' normale che le rivende per nuove. Cosa che non sarebbe mai successa se non esistessero gli idioti di cui sopra.
A me in un periodo di particolare sfiga capitò di restituire, scarpe, tablet, vga e non ricordo che altro, ma in manco 2 mesi feci 6-7 resi. Mi inviarono una mail, di quelle generiche prestampate, chiedendomi che problema ci fosse e perchè non ero soddisfatto degli acquisti. Io semplicemente risposi che non si trattava di non essere soddisfatto ma che il tablet si era rotto dopo poco, le scarpe mi facevano male ai piedi (provate 1 minuto), la vga era arrivata già morta e le altre cose ben descritte. Gli dissi, andatevi a vedere le segnalazioni stampate che includo in ogni prodotto che mando indietro. Da quella volta mi è capitato di rendere ancora roba, sarà che compro parecchio quindi ho anche parecchie probabilità di avere roba non funzionante o che si guasta, sarà che sono sfigato io, ma qualche reso ogni tanto lo faccio e mai nessuno mi ha detto nulla.


Originariamente inviato da: peronedj
Infatti nell'articolo non si parla di prodotti venduti e spediti da amazon, ma di prodotti venduti tramite il marketplace (venditori terzi che si appoggiano al sito amazon per vendere i loro prodotti)


Io non compro praticamente mai da venditori terzi, il servizio di garanzia Amazon è troppo allettante. Risparmiare 10 € non è un buon motivo per farmi acquistare da venditori diversi da Amazon. Un paio di volte però ho acquistato anche da terzi e sfiga vuole, un prodotto era difettoso così ho contattato direttamente il venditore che come appena mi ha fatto il minimo problema mi sono rivolto ad Amazon, perchè per me, visto che la piattaforma è loro, ne sono loro responsabili. Punto. In meno di 24 ho ricevuto l'etichette per fare il reso e la restituzione dei soldi.



Originariamente inviato da: giovanni69
Anch'io mi sono trovato benissimo per i resi ma per il marketplace è vero che i dettagli circa la controparte, come muoversi, ecc non sono altrettanto chiari PRIMA di aver problema del reso, come invece accade quando è Amazon che vende e gestisce la logistica, direttamente. Le sanzioni riguardano appunto situazioni specifiche.



Si ma sai che penso? Che l'essenza di acquistare su Amazon è proprio quella di comprare prodotti loro, altrimenti di posti dove spendere ce ne sono a centinaia, nella massa uno vale l'altro. Nei venditori terzi puoi trovare quello corretto o quello che ti fa una marea di problemi, con Amazon non hai mai un problema. Spesso la roba costa di più, questo è vero, ma io preferisco spendere di più e vivere sereno.
Avatar008 Aprile 2016, 20:07 #9
300k di multa euro sono una miseria e, non avendo Prime, all' antitrust toccherà pagare le spese di spedizione.
Piedone111308 Aprile 2016, 20:17 #10
Originariamente inviato da: KampMatthew
Guarda, infatti non dico che siano perfetti, chiunque può sbagliare, questo è chiaro, la differenza con la massa si vede da come lo risolvi.
Onestamente non so se si comportano in base a quello che un cliente spende mediamente. Personalmente nei negozi fisici non acquisto più nulla, ma proprio nulla, per cui il mio volume di spesa è parecchio alto, non ho mai fatto il conto ma credo che negli ultimi 4 anni, ad occhio, gli avrò dato sui 15-20k €. (comunque questa cosa mi ha incuriosito, appena posso faccio il conto) Forse sarà per questo, ma con me si sono sempre comportati in modo eccelso, cosa non giusta chiaramente perchè dovrebbero comportarsi uguale con tutti, ma questo non lo so.

Tutta questa situazione però, nasce sempre dai casini che fa la gente. Solo in questo forum ho letto di decine e decine di persone che se la sua vga si overloccava 10 mhz in meno di quella dell'amico, la rispediva indietro tentando la sorte per una migliore, e casomai rimandava pure la seconda indietro perchè andava peggio di quella restituita. O gente che allo scadere della garanzia manda indietro inventandosi difetti per riavere indietro i soldi spesi all'acquisto. Questo tipo di comportamento è deleterio per la gente onesta, primo, perchè si vede arrivare roba già usata e secondo, perchè poi ha problemi a rendere la merce anche quando è veramente difettosa. Amazon non è che se gli tornano 100 vga da 500€ perfettamente funzionanti, con la scatola appena aperta, le può mettere a metà prezzo o buttarle al cesso. E' normale che le rivende per nuove. Cosa che non sarebbe mai successa se non esistessero gli idioti di cui sopra.
A me in un periodo di particolare sfiga capitò di restituire, scarpe, tablet, vga e non ricordo che altro, ma in manco 2 mesi feci 6-7 resi. Mi inviarono una mail, di quelle generiche prestampate, chiedendomi che problema ci fosse e perchè non ero soddisfatto degli acquisti. Io semplicemente risposi che non si trattava di non essere soddisfatto ma che il tablet si era rotto dopo poco, le scarpe mi facevano male ai piedi (provate 1 minuto), la vga era arrivata già morta e le altre cose ben descritte. Gli dissi, andatevi a vedere le segnalazioni stampate che includo in ogni prodotto che mando indietro. Da quella volta mi è capitato di rendere ancora roba, sarà che compro parecchio quindi ho anche parecchie probabilità di avere roba non funzionante o che si guasta, sarà che sono sfigato io, ma qualche reso ogni tanto lo faccio e mai nessuno mi ha detto nulla.

Se per te è normale che vengano vendute per nuove cose aperte, provate (ed usate) e poi rispedite al nuovo acquirente senza informarlo della cosa è senza dubbio e nessuna scusante decrepabile per alcuni semplici motivi:
Se fai un reso perchè vi è un graffio sulla cornice del televisore (anche se piccolo) e poi questo viene rivenduto per nuovo ad un'altro acquirente che magari non si accorge subito della cosa è una sola bella e buona (e solo per questo sistematico comportamento, perchè è sistematico da parte di amazzon agire così, dovrebbero ritirargli la licenza di commercio in Italia.
A riprova di quanto questo sia frequente ci sono testimonianze di persone che hanno acquistato una 980ti e gli è arrivata la confezione di una 980ti, aperta e con dentro una mitica 280gtx, quindi non hanno nemmeno controllato che quello che gli è stato reso era l'oggetto effettivamente acquistato, figuriamoci se leggevano le motivazioni dei tuoi recessi.



Originariamente inviato da: KampMatthew
Io non compro praticamente mai da venditori terzi, il servizio di garanzia Amazon è troppo allettante. Risparmiare 10 € non è un buon motivo per farmi acquistare da venditori diversi da Amazon. Un paio di volte però ho acquistato anche da terzi e sfiga vuole, un prodotto era difettoso così ho contattato direttamente il venditore che come appena mi ha fatto il minimo problema mi sono rivolto ad Amazon, perchè per me, visto che la piattaforma è loro, ne sono loro responsabili. Punto. In meno di 24 ho ricevuto l'etichette per fare il reso e la restituzione dei soldi.

Concordo, ma spendere 10€ in più con la possibilità che il prodotto sia stato prima provato da un'altra persone, e poi restituito (magari per malfunzionamenti sporadici che ci possono sfuggire in principio) non è affatto controbilanciato dalla presunta superiorità del postvendita (se gia la vendita è fatta al limite del penale). Pensa se tu acquistassi un cellulare da regalare alla tua morosa e questa tutta contenta si ritrova nella galleria un autoscatto del pene di un ex acquirente che ha bellamente rispedito indietro il prodotto a causa degli auricolari non funzionanti.
Minimo ti chiama carogna avendogli fatto credere che lo smartphone fosse nuovo, ed invece lo hai comprato a metà prezzo da Muammadh u Napulitan al semafero.



Originariamente inviato da: KampMatthew
Si ma sai che penso? Che l'essenza di acquistare su Amazon è proprio quella di comprare prodotti loro, altrimenti di posti dove spendere ce ne sono a centinaia, nella massa uno vale l'altro. Nei venditori terzi puoi trovare quello corretto o quello che ti fa una marea di problemi, con Amazon non hai mai un problema. Spesso la roba costa di più, questo è vero, ma io preferisco spendere di più e vivere sereno.

Onestamente io non acquisterei sereno sapendo che magari la vga da me acquistata è stata messa sotto azoto per il worldrecord e restituita nei tempi di recesso.
Saranno punti di vista, ma preferisco acquistare su siti dove i recessi vengono venduti a minor prezzo e segnalati opportunamente in apposita sezione, furbi quelli di amazzon o scemi gli altri?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^