Amazon investe in furgoni elettrici: ordinata una flotta di 100.000 unità

Amazon investe in furgoni elettrici: ordinata una flotta di 100.000 unità

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha annunciato di aver stretto un accordo con Rivian per la fornitura di 100.000 furgoni elettrici da integrare nell'attuale flotta di mezzi per le consegne del colosso dell'e-commerce

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Web
Amazon
 

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha annunciato di aver stretto un accordo con Rivian, casa automobilistica americana fondata nel 2009 incentrata sullo sviluppo di veicoli, prodotti e servizi relativi al trasporto sostenibile, per la fornitura di 100.000 furgoni elettrici da integrare nell'attuale flotta di mezzi per le consegne del colosso dell'e-commerce.

Attualmente Rivian ha a catalogo due modelli, il pickup R1T ed il SUV R1S, veicoli ad oggi non ancora in commercio ma che dovrebbero essere disponibili sul mercato statunitense il prossimo anno, in virtù anche di una campagna di finanziamenti del valore di 700 milioni di dollari promossa e sostenuta anche dalla stessa Amazon.

Dopo il debutto sul mercato di Rivian con questi primi modelli, l'impegno sarà riversato sul furgone elettrico oggetto di questa notizia, precisamente durante l'annuncio si è parlato di un fornitura che dovrebbe consumarsi tra il 2021 e il 2024, andando piano piano a rinnovare il parco veicoli di Amazon.

Sicuramente un progetto che potrà richiamare su di sé grande attenzione, tutto a vantaggio della diffusione dei mezzi elettrici, soprattutto in ambito lavorativo. Per maggiori informazioni su Rivian vi invitiamo a visitare le pagine dedicate ai modelli R1T e R1S e a seguire la pagina Facebook del costruttore per rimanere aggiornati sulle ultimissime novità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^