Amazon, contro il Coronavirus, impiega termocamere per monitorare la temperatura dei dipendenti

Amazon, contro il Coronavirus, impiega termocamere per monitorare la temperatura dei dipendenti

Un passo avanti rispetto ai classici termometri standard che Amazon ed altre aziende hanno già adottato per controllare la salute dei propri lavoratori, aggiornamento che dovrebbe velocizzare e semplificare il monitoraggio dei siti di stoccaggio delle merci riducendo ulteriormente i contatti tra le persone

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Web
Amazon
 

Amazon, oltreoceano, implementa nei propri magazzini misure per individuare tempestivamente sintomi legati al Coronavirus, lo fa installando termocamere per identificare dipendenti che manifestino una temperatura corporea riconducibili a febbre.

Un passo avanti rispetto ai classici termometri frontali che Amazon ed altre aziende hanno già adottato per controllare la salute dei propri lavoratori, aggiornamento che dovrebbe velocizzare e semplificare il monitoraggio dei siti di stoccaggio delle merci riducendo ulteriormente i contatti tra le persone.

"Abbiamo implementato controlli giornalieri della temperatura nelle nostre sedi operative come ulteriore misura preventiva per supportare la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti che continuano a fornire un servizio fondamentale nelle nostre comunità" ha dichiarato Kristen Kish portavoce di Amazon "Ora stiamo implementando l'uso di termocamere per lo screening della temperatura per creare un'esperienza più snella in alcuni dei nostri siti"

Il colosso dell'e-commerce in questi giorni è sicuramente tra l'incudine ed il martello, da un lato ha visto aumentare notevolmente, anche qui in Europa, il giro di affari dato dall'altro numero di ordini, dall'altra parte però deve comunque tutelare i propri dipendenti e comunque tutta la filiera per la gestione degli ordini.

Negli Stati uniti si parla di più di 50 magazzini Amazon nei quali si sono riscontrati casi di Coronavirus per un totale di circa 300 persone contagiate, in Francia invece la società ha chiuso sei dei suoi centri almeno fino al 20 aprile, dopo che un tribunale francese ha stabilito che Amazon potrebbe ricevere multe per 1 milione di euro per la vendita di prodotti non direttamente correlati a forniture mediche, per la salute, igiene o per prodotti alimentari.

Amazon inoltre si starebbe attrezzando per pianificare la realizzazione di propri laboratori nel quali svolgere autonomamente i test per la verifica di contagio da COVID-19 e relativi test sierologici per verificare nei dipendenti la presenza di anticorpi, al fine di contribuire all'effettuazione dei controlli e tutelare il proprio business.

Se volete avere un'idea più precisa di come funziona un centro Amazon vi invitiamo a visitare il nostro articolo alla scoperta dell'avveniristico capannone industriale del Centro logistico Amazon Italia di Castel San Giovanni in provincia di Piacenza.



Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko_00120 Aprile 2020, 09:32 #1
a Torino, esattamente a Torrazza Piemonte, parrebbe che non lo facciano
dato che hanno dovuto scioperare.
evidentemente nelle colonie non necessitano le stesse attenzioni.
MiKeLezZ20 Aprile 2020, 09:39 #2
Il colosso dell'e-commerce in questi giorni è sicuramente tra l'incudine ed il martello

Povero cucciolo Amazon.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Gio2220 Aprile 2020, 10:26 #3
A-MAZZO-n le telecamere le usa anche per vedere se i dipendenti vanno al cesso,dunque non credo che vadano eleogiati su come trattano i lavoratori.
Marchetta hwu?
pierinho20 Aprile 2020, 13:14 #4
Lo dici perché ci lavori o per sentito dire? Te lo chiedo perché conosco persone che lavorano ad Amazon nella sede vicino Roma, è sono tutti contenti, nessuna cazzata di minuti contati per andare in bagno o simili... Ah, per la cronaca, la RAI controlla i dipendenti uno per uno all'ingresso di Saxa Rubra con i termoscanner, e se hai più di 37.5 ti fanno tornare a casa.
ferste20 Aprile 2020, 14:09 #5
Originariamente inviato da: pierinho
Lo dici perché ci lavori o per sentito dire? Te lo chiedo perché conosco persone che lavorano ad Amazon nella sede vicino Roma, è sono tutti contenti, nessuna cazzata di minuti contati per andare in bagno o simili... Ah, per la cronaca, la RAI controlla i dipendenti uno per uno all'ingresso di Saxa Rubra con i termoscanner, e se hai più di 37.5 ti fanno tornare a casa.


Avevo sentito, ma potrebbe essere una leggenda metropolitana, che lo facessero negli Usa, dove il controllo a distanza dei dipendenti non è reato (qui lo sarebbe).
Anche da me, hanno chiesto autorizzazione ai sindacati ma per puro scrupolo, se ho capito bene qualche decreto d'emergenza lo permette

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^