Amazon, 6 anni di carcere alla coppia che aveva abusato delle politiche sui resi

Amazon, 6 anni di carcere alla coppia che aveva abusato delle politiche sui resi

La coppia dell'Indiana che era stata considerata colpevole negli ultimi mesi del 2017 per aver abusato delle politiche sui resi di Amazon ha ricevuto una sentenza esemplare

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Web
Amazon
 

È decisamente pesante la sentenza per la coppia dell'Indiana di cui vi abbiamo parlato lo scorso mese di ottobre, protagonista di una truffa con cui sono stati estorti ad Amazon 1,2 milioni di dollari abusando della sua politica sui resi. In circa due anni ErinLeah Finan hanno ordinato quasi 3 mila prodotti sul servizio di e-commerce, fra cui action cam GoPro, Xbox, smartwatch, tablet, computer portatili, per poi segnalarli come danneggiati chiedendone la sostituzione.

Amazon ha una politica molto permissiva per quanto riguarda le richieste sui resi, e spesso invia il rimborso prima di ricevere il prodotto danneggiato. Grazie all'uso di centinaia di false identità e alla partecipazione di un terzo esponente, Daniel Glumac, i due hanno guadagnato una cifra considerevole sfruttando questa regola del servizio di e-commerce. Erin e Leah Finan sono riusciti a mettere nelle proprie tasche circa 750 mila dollari, Glumac circa 500 mila.

Quest'ultimo subentrava nella rivendita a terzi dei prodotti non rispediti ad Amazon, fungendo da vero e proprio intermediario all'interno della transazione. In seguito a un'inchiesta congiunta condotta dall'Internal Revenue Service, dalla U.S. Postal Inspection Service e dall'Indiana State Police i tre esponenti della truffa sono stati accusati a maggio 2017 di frode e riciclaggio di denaro, mentre ad ottobre avevano ammesso di aver commesso l'illecito.

È delle scorse ore, invece, la notizia della sentenza per la coppia e l'intermediario: Erin e Leah Finan dovranno scontare rispettivamente 71 e 68 mesi di prigione, mentre per Glumac la pena è di 24 mesi di reclusione: "Questo tipo di frode non solo arricchisce ingiustamente il perpetratore, ma obbliga tutti i consumatori a pagare prezzi più alti", è stato il commento di Josh Minkler, uno dei legali che si è occupato del caso: "Chiunque intenda abusare della convenienza di uno store online con una frode farebbe meglio a ricordarsi di questa sentenza".

Ai tre imputati, coinvolti anche in frodi di altro tipo (vendita di prodotti rubati da altre fonti, macchine noleggiate senza pagare la tariffa, furto di beni dal costo elevato), è stato ordinato anche un pagamento di 1,2 milioni di dollari ad Amazon per la merce rubata. Amazon ha iniziato ad escludere dal servizio i clienti che chiedono troppi rimborsi o resi sfruttando le politiche sin troppo gentili presenti sul servizio, con l'azione del portale che arriva senza troppi avvisi o possibilità di rivalsa.

"Vogliamo che tutti possano usare Amazon, ma ci sono rare occasioni in cui gli utenti abusano del nostro servizio per periodi di tempo prolungati", ha dichiarato un portavoce di Amazon. "Non prendiamo queste decisioni con leggerezza, ma con oltre 300 milioni di clienti in tutto il mondo dobbiamo prendere l'iniziativa quando lo riteniamo appropriato, in modo da proteggere la qualità dell'esperienza per i clienti che comprano su Amazon rispettandone le regole".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CapoHorn07 Giugno 2018, 16:30 #1
"Vogliamo che tutti possano usare Amazon, ma ci sono rare occasioni in cui gli utenti abusano del nostro servizio per periodi di tempo prolungati", ha dichiarato un portavoce di Amazon. "Non prendiamo queste decisioni con leggerezza, ma con oltre 300 milioni di clienti in tutto il mondo dobbiamo prendere l'iniziativa quando lo riteniamo appropriato, in modo da proteggere la qualità dell'esperienza per i clienti che comprano su Amazon rispettandone le regole".


Mi sembra più che giusto.
ambaradan7407 Giugno 2018, 16:46 #2
Questi non hanno "abusato" dei resi ma proprio messo in piedi una vera e propria truffa.
thresher325307 Giugno 2018, 16:47 #3
Originariamente inviato da: ambaradan74
Questi non hanno "abusato" dei resi ma proprio messo in piedi una vera e propria truffa.


Si infatti, il titolo fa sembrare il provvedimento esagerato, ma qua c'é una frode in piena regola.
Cfranco07 Giugno 2018, 16:48 #4
"Abusato delle politiche sui resi" mi sembra sia ben altro.
Chi prova oggetti come se piovesse e poi li restiuisce abusa del servizio, se prendi gli oggetti, chiedi il reso e poi l' oggetto non lo restituisci è un furto, non è che questi hanno restituito troppi oggetti, non li restituivano proprio anche se si facevano rimborsare.
Saturn07 Giugno 2018, 16:48 #5
Ma che titolo gli avete dato a questa notizia ???

Abuso è qualcuno che si diverte a provare prodotti e li rimanda indietro per divertimento. Questo è furto, truffa e riciclaggio !
kamon07 Giugno 2018, 16:51 #6
Originariamente inviato da: ambaradan74
Questi non hanno "abusato" dei resi ma proprio messo in piedi una vera e propria truffa.


Infatti, tra l'altro il quadro che emerge è quello di una coppia, anzi direi un gruppo (dato che sono in 3) di truffatori a 360 gradi, quindi ben vengano le pene severe.
futu|2e07 Giugno 2018, 16:52 #7
abusato delle politiche sui resi




Citando il grillo parlante, "RIPROVA E CONTROLLA"
thresher325307 Giugno 2018, 16:57 #8
Comunque linkate il thread agli asic hunters nell'altra sezione
Grezzo07 Giugno 2018, 17:00 #9
Che nino grasso ci abbia abiutati a strafalcioni degni di giurato dei tempi buoni è cosa saputa, ma ormai mi chiedo se stia facendo pratica per entrare al circo.

L' articolo non è minimamente rispondente a quello che è successo, consiglio di andarci a leggere la fonte. NON sono stati condannati per la politica sui resi di amazon cosa difatto IMPOSSIBILE, ma bensi per truffa e per riciclaggio, reato molto grave, fuori dall' italia ovviamente. la pena deriva da quello truffa+riciclaggio+evasione fiscale che è un altro reato molto grave, non in italia, da noi è come non pagare il biglietto del parcheggio. Ah nino
Marko#8807 Giugno 2018, 17:08 #10
Nino Grasso fa apposta a scrivere titoli così di merda: tutti abbiamo cliccato, tutti stiamo contribuendo al conteggio visite del sito.
Nino Grasso è più furbo di quel che crediamo...non è un buon redattore ma genera traffico, oggigiorno la cosa serve. Fermo restando che i suoi articoli fanno quasi sempre pietà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^