Allegati da oltre 50 MB su Gmail, ma solo per le e-mail in arrivo

Allegati da oltre 50 MB su Gmail, ma solo per le e-mail in arrivo

Google annuncia un'importante novità su Gmail: la piattaforma di posta elettronica adesso permette ai propri utenti di ricevere (ma non inviare) allegati da 50 MB

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:49 nel canale Web
Google
 

Google ha annunciato che ha espanso il limite degli allegati sulle e-mail in arrivo sul proprio servizio di posta elettronica. Gmail offre adesso la possibilità di ricevere allegati di un massimo di 50 MB, in contrapposizione del limite di 25 MB presente da tempo sulla piattaforma. La compagnia chiarisce tuttavia che l'aumento del limite è previsto solo per le e-mail ricevute da altri servizi e non per quelle inviate tramite Gmail, con il limite in quest'ultimo caso che rimarrà ancora a 25 MB.

Questo significa che gli utenti Gmail potranno ricevere allegati più grandi se inviati con altri servizi di posta elettronica che hanno limiti più permissivi, ma lo scambio di file fra utenti Gmail rimane ancora bloccato a 25 MB. Per gli utenti Google sarà comunque ancora possibile scambiare file di dimensioni potenzialmente illimitate sfruttando il servizio di cloud storage Drive, già integrato da tempo su Gmail. Il file non verrà comunque inviato come allegato tradizionale.

"Inviare e ricevere allegati è una parte importante nello scambio delle e-mail. Sebbene Google Drive offra un metodo conveniente per condividere file di ogni dimensioni, a volte si ha bisogno di ricevere file di grosse dimensioni come allegato diretto", scrive Google nel post ufficiale. Il cambiamento avrà effetto nei prossimi giorni per tutti gli utenti che utilizzano Gmail e per adesso non sembrano esserci piani per l'aumento del limite anche per gli allegati in uscita.

Di recente Google ha confermato di aver ricevuto segnalazioni a riguardo di disconnessioni dal servizio da parte degli utenti, rassicurandoli del fatto che non sembrano dovute ad attacchi di phishing o a compromissioni nella sicurezza generale del servizio. La compagnia sta comunque attivamente indagando sul fenomeno e probabilmente tornerà a parlarne divulgando ai suoi utenti quanto scoperto dai tecnici della compagnia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8802 Marzo 2017, 11:16 #1
Ma per ricevere 50MB di allegato in teoria vuol dire che qualcuno deve mandarlo ....
The_Silver02 Marzo 2017, 11:23 #2
Originariamente inviato da: nickname88
Ma per ricevere 50MB di allegato in teoria vuol dire che qualcuno deve mandarlo ....


Si altri servizi di posta permettono di mandare 50 MB di allegato, Google ha solo reso la sua piattaforma compatibile per la ricezione delle email di altri praticamente, cosa che dovrebbe essere scontata e non meritare una notizia dal titolo pure fuorviante...
chris19002 Marzo 2017, 11:25 #3
Si, ma non da gmail il quale limite resta sempre a 25mb, ma da altri provider tipo otulook, yahoo, ecc..
29Leonardo02 Marzo 2017, 11:25 #4
Infatti chi le può inviare sono account su altri gestori di posta elettronica, c'è scritto.
Davis503 Marzo 2017, 10:36 #5
ricordo ai distratti che il limite su tutti i server e-mail e' stato a 2mb per decenni...

solo da pochi anni vedo le corse al rialzo...
globi04 Marzo 2017, 01:32 #6
Alternativamente si può spezzettare l`allegato con WinRAR e mandare i pezzi con più mails oppure usare un cloud gratuito tipo mega.nz.
xadium29 Marzo 2017, 12:49 #7
Si ma...
Titolo: Allegati da oltre 50 MB su Gmail, ma solo per le e-mail in arrivo
Articolo: Gmail offre adesso la possibilità di ricevere allegati di un massimo di 50 MB

Che piacere leggere su Hardware Upgrade ultimamente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^