Alibaba e SAIC Motor insieme per l'auto connessa in Cina

Alibaba e SAIC Motor insieme per l'auto connessa in Cina

Le due aziende stanziano 1 miliardo di yuan per sviluppare un'automobile connessa che farà uso di tecnologie cloud e big data. Il progetto si concretizzerà nel 2016, intanto la Cina si sta già preparando

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Web
 

Il colosso cinese dell'e-commerce, Alibaba, ha annunciato nei giorni scorsi una collaborazione con SAIC Motor, il principale produttore cinese di automobili, allo scopo di sviluppare un'automobile connessa seguendo le orme degli altri giganti della tecnologia nel tentativo di ritagliarsi uno spazio nel mondo dei veicoli stradali.

La collaborazione prevede un investimento congiunto di 1 miliardo di yuan (162 milioni di dollari) per lo sviluppo di una "Internet car" che, secondo la visione di Alibaba, sfrutterà le tecnologie come cloud e big data per offrire al pubblico una migliore esperienza di guida. Al di là di definire il progetto come "centrale per lo sviluppo della Internet car in Cina" e di suggerire la presenza di servizi di intrattenimento digitale, e-commerce, navigazione e comunicazioni, pochi altri dettagli sono stati rivelati.

SAIC Motor ha già in essere una serie di partnership con General Motors e Volkswagen e proprio con GM è stata istituita una compagna che offre per i veicoli prodotti e venduti in Cina servizi telematici, incluse applicazioni mobile e supporti alla navigazione.

La Cina è inoltre già all'opera per costruire le infrastrutture necessarie a supportare i veicoli connessi. Nel corso del mese di ottobre China Mobile e Deutsche Telekom hanno firmato un accordo per la creazione di una piattaforma per le auto connesse, dove il gruppo tedesco si occuperà di portare le tecnologie per le comunicazioni machine-to-machine, mentre China Mobile fornirà il network.

In questo scenario si inserisce anche Huawei che sta già impegnandosi nella ricerca e sviluppo delle reti di comunicazione mobile di quinta generazione, con un investimento di 600 milioni di dollari, prestando particolare attenzione alle architetture necessarie per supportare le automobili controllate da remoto.

L'automobile connessa di Alibaba e SAIC sarà pronta, stando agli annunci, nel corso del 2016.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hrossi14 Marzo 2015, 16:18 #1
Forse non sono informato io ma Alibaba non si occupa di e-commerce all'ingrosso e dettaglio? Da dove trova le risorse umane per programmare da zero una cosa simile? Non mi pare si possa paragonare ad un google, citando a caso che ha diversi anni di esperienza e sviluppo in questo senso. Oppure come da premessa ci sono cose che non so?

Hermes
the fear9014 Marzo 2015, 19:41 #2
Originariamente inviato da: hrossi
Forse non sono informato io ma Alibaba non si occupa di e-commerce all'ingrosso e dettaglio? Da dove trova le risorse umane per programmare da zero una cosa simile? Non mi pare si possa paragonare ad un google, citando a caso che ha diversi anni di esperienza e sviluppo in questo senso. Oppure come da premessa ci sono cose che non so?

Hermes


Internet car connesse tra loro =/= self driving car

C'è un mondo di differenza
LMCH14 Marzo 2015, 23:19 #3
Originariamente inviato da: hrossi
Forse non sono informato io ma Alibaba non si occupa di e-commerce all'ingrosso e dettaglio? Da dove trova le risorse umane per programmare da zero una cosa simile? Non mi pare si possa paragonare ad un google, citando a caso che ha diversi anni di esperienza e sviluppo in questo senso. Oppure come da premessa ci sono cose che non so?

Hermes


Parlano principalmente di qualcosa legato al cloud e big data.
Probabilmente informazioni su traffico e viabilità "estraendo" i dati dalle auto connesse ed in movimento, infatti SAIC ha già cercato di fare qualcosa in tal senso.
Se non sbaglio Alibaba si stava già muovendo su roba legata al cloud computing (in fin dei conti uno dei loro modelli è Amazon) e quindi potrebbe fornire l'infrastruttura computazione di supporto in tal senso.
hrossi16 Marzo 2015, 14:51 #4
Ah ecco, grazie, mi mancavano info su alibaba, pensavo fosse orientato solo sull''e-commerce.

Hermes

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^