Adobe si prepara a rilasciare AIR per Linux

Adobe si prepara a rilasciare AIR per Linux

Adobe rilascerà nel corso della giornata una prima versione alpha del software AIR per Linux. La compagnia ha inoltre dichiarato di aver aderito alla Linux Foundation

di pubblicata il , alle 08:27 nel canale Web
Adobe
 

Adobe Systems dovrebbe rilasciare nel corso della giornata una versione alpha del software AIR dedicato al sistema operativo Linux. AIR è una nuova tecnologia che permette di creare ed utilizzare Rich Internet Application, ed è stata presentata da Adobe lo scorso mese.

Inizialmente il software necessario per poter fruire dei contenuti creati con la tecnologia AIR è stato reso disponibile solo per sistemi operativi Windows e Mac, ma già al debutto Adobe aveva dichiarato di avere intenzione di espandere il supporto a Linux ed in futuro ai dispositivi mobile.

Oltre al modulo software per utilizzare le applicazioni sviluppate con AIR sotto Linux, Adobe rilascerà un aggiornamento del framework di sviluppo Flex, sempre dedicato al medesimo sistema. Sia client che framework verranno poi completati nel corso dell'anno.

Adobe ha infine annunciato di essere entrata a far parte della Linux Foundation - associazione non-profit dedita alla promozione, alla crescita e alla standardizzazione di Linux - motivando tale decisione con la volontà di promuovere lo sviluppo di Rich Internet Application su Linux. Questa mossa potrebbe portare collateralmente ad un migliore supporto del software Linux da parte di Adobe, che finora è sempre stato piuttosto marginale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mr.Gamer01 Aprile 2008, 08:40 #1
blablabla.... è uscito silverlight quindi dobbiamo inventarci qualcosa di più figo, finora flash che usa l'80% della mia cpu quadcore andava benissimo

voglio vedere ora quanto ci mettono a rilasciare un reader a 64bit (per chi non lo sapesse, dopo credo 8 anni che flash esiste, ancora non abbiamo un plugin a 64bit per windows O linux... figo :| )
!fazz01 Aprile 2008, 08:55 #2
Originariamente inviato da: Mr.Gamer
blablabla.... è uscito silverlight quindi dobbiamo inventarci qualcosa di più figo, finora flash che usa l'80% della mia cpu quadcore andava benissimo

voglio vedere ora quanto ci mettono a rilasciare un reader a 64bit (per chi non lo sapesse, dopo credo 8 anni che flash esiste, ancora non abbiamo un plugin a 64bit per windows O linux... figo :| )


scusa, ma che centra con la notizia?

cmq Una buona idea quella di adobe di tentare di espandersi nel mondo linux, in effetti linux è molto usato in ambito web, senza contare che flex è un framework opensource
DevilsAdvocate01 Aprile 2008, 08:57 #3
Originariamente inviato da: Mr.Gamer
blablabla.... è uscito silverlight quindi dobbiamo inventarci qualcosa di più figo, finora flash che usa l'80% della mia cpu quadcore andava benissimo


Non mi pare proprio che silverlight abbia avuto cosi' tanto successo da
impensiere minimamente Adobe, anzi, a circa un anno dalla sua uscita e' ancora
relegato in una nicchia, segno che e' un mezzo fiasco....
ArtX01 Aprile 2008, 09:12 #4
Ma si entrano tutti nella Linux Foundation, ci manca solo m$.
Quando gli va bene tutti vogliono sfruttare linux e l'opensource senza mai dare niente in cambio, vista la tecnologia in questione avere il supporto per linux non fa mai male visto che linux è più adatto nei server.
Che ci facciamo di Adobe?.... !!!! Per avere un altro flash o simile???? PER IMPORCI I LORO STANDARD CHIUSI DEL CXXXO!!!!!
Ci manca solo m$ nella LF.
arara01 Aprile 2008, 09:18 #5
E innegabile che questa mossa sia stata spinta dalla concorrenza, JavaFX e SilverLight/MoonLight sono multipiattaforma e Linux è molto usato nei dispositivi mobili.
DevilsAdvocate01 Aprile 2008, 09:24 #6
Originariamente inviato da: arara
E innegabile che questa mossa sia stata spinta dalla concorrenza, JavaFX e SilverLight/MoonLight sono multipiattaforma e Linux è molto usato nei dispositivi mobili.


Non diciamo sciocchezze. Tutto cio' che hai citato dipende da Mono che NON
e' una possibile soluzione sui dispositivi mobili (e' lento e pesante sui sistemi
a 2 Ghz, contiene codecs proprietari e brevettati, etc.etc.....).
Ergo sono multipiattaforma piu' di nome che di fatto.
DanieleG01 Aprile 2008, 09:53 #7
Mono non contiene codecs proprietari e brevettati... è un'implementazione aperta di una specifica.
Non diciamo falsità per cortesia.
arara01 Aprile 2008, 10:20 #8
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Non diciamo sciocchezze. Tutto cio' che hai citato dipende da Mono che NON
e' una possibile soluzione sui dispositivi mobili (e' lento e pesante sui sistemi
a 2 Ghz, contiene codecs proprietari e brevettati, etc.etc.....).
Ergo sono multipiattaforma piu' di nome che di fatto.


Moonlight e Mono sono liberi fino a prova contraria, pesanti o no che siano, e quando saranno pronti saranno un'alternativa valida.

Non ho detto da nessuna parte che SilverLight è migliore di Flex o che sia piu leggero (quello è un fattore che valuteranno gli sviluppatori) ma il fatto che SilverLight e JavaFX saranno cross platform ha sicuramente spinto Adobe a migliorare il supporto per Linux, che fino ad ora con Flash non aveva fatto.

SilverLight è un buon prodotto, ho letto molti pareri positivi, per ora non lo considero un mezzo fiasco.
Silverlight aka .NET nel browser
DevilsAdvocate01 Aprile 2008, 10:24 #9
Originariamente inviato da: arara
Moonlight e Mono sono liberi fino a prova contraria, pesanti o no che siano, e quando saranno pronti saranno un'alternativa valida.


???? Il codec predefinito per i video usato da moonlight e' sotto licenza e solo
Novell ha attualmente il diritto di distribuirlo. Se non ci credi vai pure a leggere
i commenti di De Icaza (che guardacaso e' proprio il programmatore in capo sia
di mono che di Moonlight....)

Tra l'altro sulle piattaforme ultramobile essere pesanti significa non valere niente,
visto che la leggerezza e' il requisito fondamentale, senza di quella non vai da nessuna parte.
arara01 Aprile 2008, 10:38 #10
Currently Moonlight implements its own media pipeline (fetching, streaming, demultiplexing) and uses ffmpeg codecs to decode audio and video. This is the default when you compile the source code yourself.

For the official release we will be using Microsoft's MediaPack a package that will provide Microsoft's own codecs for Moonlight. This code is currently under development.
http://www.mono-project.com/Moonlight


Da quello che è scritto mi sembra di capire che solo la versione distribuita da Novell utilizza i codec proprietari di MS, mentre la versione standard utilizza ffmpeg.
Al massimo darà qualche grana a chi sta negli USA dove ci sono i brevetti sul software, in questo caso si ricorrerà al soilito metodo di mettere Moonlight nei repository esterni.


Moonlight è ancora in fase di sviluppo, prima di fare paragoni sulle prestazioni preferisco aspettare la versione definitiva.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^