ACLU e Amnesty International chiedono agli USA di perdonare Snowden

ACLU e Amnesty International chiedono agli USA di perdonare Snowden

Le due organizzazioni per i diritti dell'uomo chiedono al Presidente Obama di perdonare Edward Snowden, l'informatico che qualche anno fa ha rivelato la mondo i segreti delle agenzie di sorveglianza americane

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Web
 

La American Civili Liberties Union e Amnesty International, due delle più grosse organizzazioni per la tutela dei diritti umani negli Stati Uniti, stanno chiedendo al Presidente Obama di concedere la grazia a Edward Snowden, l'uomo che nel 2013 metteva a nudo il governo americano divulgando al mondo informazioni riservate sui sistemi di sorveglianza globale della NSA. La campagna "Pardon Snowden" prende il via in questi giorni con una petizione alla ricerca di 60 mila firme.

La ACLU sostiene che Snowden sia "un grande americano che merita clemenza per i suoi atti patriottici" e con la petizione vuole sottolineare il fatto che gli americani stanno dalla sua parte. Ad oggi Snowden è in esilio in una località segreta in Russia e anche in quest'ultimo paese ha sollevato questioni sui sistemi di "governo orwelliano" utilizzati. Snowden cerca di rimanere fuori dai radar americani, dove dovrebbe affrontare un processo con l'accusa di atti di spionaggio.

La campagna ha avuto inizio a pochi giorni di distanza dal debutto nei cinema del nuovo film "Snowden" di Oliver Stone basato sulle gesta dell'informatico: "Credo che Oliver farà di più per Snowden in due ore rispetto a quello che hanno fatto i suoi avvocati in tre anni", ha dichiarato Ben Wizner, direttore di ACLU e avvocato di Snowden. È tuttavia decisamente improbabile che Obama perdoni Snowden, dal momento che il governo USA ha già rifiutato di ascoltare proposte simili.

Nel mese di luglio 2015 la Casa bianca aveva risposto ad una petizione simile sostenendo che l'informatico dovesse "tornare negli Stati Uniti per essere giudicato da una giuria di suoi pari, non nascondersi dietro la copertura di un regime autoritario". Ci sembra quindi difficile che in circa un anno i vertici USA abbiano cambiato idea, decidendo di accogliere a braccia aperte l'informatico che qualche hanno fa li ha smascherati, solamente dopo la richiesta delle due organizzazioni.

Non è una sorpresa che il team legale di Snowden stia chiedendo la grazia prima che Obama lasci il suo incarico, dal momento che lo stesso team lo aveva preannunciato prima dell'estate. La scelta delle tempistiche così vicine al film non è di certo casuale. Joseph Gordon-Levitt, l'attore che fa la parte di Snowden nel film, ha infatti ammesso in una conferenza stampa che "Snodwen dovrebbe tornare e affrontare un processo, se questo sarà equo. Forse il film potrebbe essere d'aiuto".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SinapsiTXT13 Settembre 2016, 14:10 #1
Un processo equo una bestia rara come l'unicorno e il dodo.
BulletHe@d13 Settembre 2016, 15:09 #2
Ragazzi tutti bei commenti ma non considerate una cosa, Snowden ha comunque commesso dei reati, giusto o sbagliato che sia Lui sapeva cosa andava a fare quando è entrato nell'NSA e se non sai accettarlo semplicemente non accetti di entrarci, no che sputtani dei segreti di stato a caso solo perchè tu credi che non sia giusto. Ripeto avrà anche diffuso delle notizie utili o smascherato cose poco chiare ma rimane comunque il fatto che per farlo ha trasgredito delle leggi.
LukeIlBello13 Settembre 2016, 15:21 #3
liberissimi! di sparare a destra e manca con il loro spirito yankee, girare armati per poter mostrare il loro fallo artificiale.. (la maggior parte dei pistoleri è costituita
da maschi con problemi di impotenza) , di uccidere i propri consorti basta avere tanti soldi per comprare il colleggio della giuria (che ricordiamo è il solo
adibito a sentenziare, parliamo di gente ignorantissima pescata a casaccio che deve decidere di condannare o meno una persona, la giurisprudenza ovviamente non sanno cosa sia), vedi il caso O.J Simpson del '94..

sisi proprio un bel sistema il loro..
avvelenato13 Settembre 2016, 15:33 #4
Originariamente inviato da: BulletHe@d
Ragazzi tutti bei commenti ma non considerate una cosa, Snowden ha comunque commesso dei reati, giusto o sbagliato che sia Lui sapeva cosa andava a fare quando è entrato nell'NSA e se non sai accettarlo semplicemente non accetti di entrarci, no che sputtani dei segreti di stato a caso solo perchè tu credi che non sia giusto. Ripeto avrà anche diffuso delle notizie utili o smascherato cose poco chiare ma rimane comunque il fatto che per farlo ha trasgredito delle leggi.


No, aspetta:

chi entra nell'NSA sa che potrebbe trovarsi costretto a dover violare la costituzione degli stati uniti d'america?

perché è questa l'accusa che viene posta da Snowden.
avvelenato13 Settembre 2016, 15:36 #5
Ma vogliamo parlare della povera Chelsea Manning, in carcere per aver smascherato gli atroci avvenimenti di Abu Ghraib?
Condannato ar 35 anni di carcere.

Mentre la pena più alta legata alle torture avvenute in quel caso è stata di 10 anni.


Cosa ci insegna la storia? Che il termine "terrorista" è molto relativo.
SinapsiTXT13 Settembre 2016, 15:38 #6
Originariamente inviato da: BulletHe@d
Ragazzi tutti bei commenti ma non considerate una cosa, Snowden ha comunque commesso dei reati, giusto o sbagliato che sia Lui sapeva cosa andava a fare quando è entrato nell'NSA e se non sai accettarlo semplicemente non accetti di entrarci, no che sputtani dei segreti di stato a caso solo perchè tu credi che non sia giusto. Ripeto avrà anche diffuso delle notizie utili o smascherato cose poco chiare ma rimane comunque il fatto che per farlo ha trasgredito delle leggi.


In pratica se qualcuno dei servizi segreti italiani avesse scoperchiato tutti i segreti degli anni di piombo, con servizi deviati, accordo Stato-Mafia etc tu lo avresti definito un illecito perchè non ha mantenuto il segreto di Stato?

Davvero sei convinto di questo? Basta una clausola che ti dice "tieni la bocca chiusa" e tu non sei libero più di usare il tuo cervello e denunciare eventuali illeciti?

Allora non stupiamoci che i soldati nazisti "eseguivano" soltanto gli ordini
BulletHe@d13 Settembre 2016, 15:58 #7
quando lavori in reparti come CIA NSA et simili hai un vincolo di segretezza da rispettare, quello che imputo a Snowden è il fatto che poteva risolvere il problema in altro modo senza pubblicare dati sensibili, difatti le imputazioni sono dovute all'aver violato segreti di stato nessuno gli condanna l'aver denunciato delle trasgressioni di terzi
avvelenato13 Settembre 2016, 16:49 #8
Originariamente inviato da: BulletHe@d
poteva risolvere il problema in altro modo senza pubblicare dati sensibili


Come?
Notturnia14 Settembre 2016, 16:05 #9
in russia controllano tutti da sempre.. eppure lui va li e passa per il paladino della libertà.. trincerato in una nazione che non permette libertà di pensiero e parola.. mi pare un po' ipocrita.. non da ultimo passa informazioni ai russi per attaccare l'america a livello informati come se ne avessero bisogno.. chissà chi c'è dietro agli attacchi alle e-mail dei politici americani.. snowden stesso o solo le sue informazioni segrete ?.. perdonarlo ?.. hahaha.. è già tanto che non hanno usato il metodo putin ed è ancora vivo.. ah si.. non è russo e non ha tradito putin..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^