A disposizione il modello 3D del sistema solare con dati NASA

A disposizione il modello 3D del sistema solare con dati NASA

La NASA ha reso disponibile un archivio di dati raccolti durante le missioni spaziali: il tutto è fruibile dal browser web in un ambiente 3D

di pubblicata il , alle 08:37 nel canale Web
 

Per gli appassionati di astronomia o anche per i semplici curiosi vi segnaliamo "Eyes on the Solar System", un'iniziativa promossa dalla NASA con puro scopo divulgativo. "Eyes on the Solar System" permette di visualizzare sul proprio PC una modellizzazione 3D del sistema solare con interessanti dettagli relativi ai corpi celesti visualizzati, alle orbite dei vari pianeti e altro ancora.

Questo ambiente virtuale è navigabile e l'utente con consueti tasti freccia può muoversi all'interno del sistema solare simulando in modo molto semplificato il volo di una navicella spaziale. I controlli su cui intervenire relativi alla visualizzazione dei vari elementi sono molti, mentre l'esperienza di volo è più limitata.

"Eyes on the Solar System" non è un semplice planetaerio, infatti come sottolinea Jim Green - director of NASA’s Planetary Science Division - è la prima volta che la NASA mette a disposizione un così ampio archivio dei dati raccolti durante le proprie missioni che possono essere visualizzati dagli utenti. Accedendo al menu Spacecraft verranno visualizzate le missioni compiute dalle navicelle NASA e sarà disponibile una vista in soggettiva dell'intera missione. Qui di seguito pubblichiamo un breve video che descrive le potenzialità di "Eyes on the Solar System".

Per utilizzare "Eyes on the Solar System" è necessario installare il software  Unity Web Player e seguire le informazioni riportate a questo indirizzo

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Verro09 Settembre 2011, 08:48 #1
ma è solo un problema mio, o non c'è nessun indirizzo?
piererentolo09 Settembre 2011, 08:48 #2
manca il link
Korn09 Settembre 2011, 08:50 #3
filippo198009 Settembre 2011, 09:28 #4
Bello chissà se è possibile simulare anche il trascorrere dei millenni per vedere le ipotetiche posizioni degli astri millenni fa o fra qualche millennio...
Se qualcuno lo prova me lo potrebbe far sapere?
Non lo posso provare io perchè dubito fortemente sia utilizzabile da un non vedente

P.S.: Ma vi immaginate un videogioco basato su dati reali? Io sbaverei parecchio anche se temo che non sarebbe mai esteso come, ad esempio, X3... Ovviamente potrebbe però partire da dati reali per poi espandersi giocando e simulando una continua esplorazione dello spazio!
Chelidon09 Settembre 2011, 09:48 #5
Non è molto diverso da quello che fa da dieci anni il programma Celestia ben noto in sistemi GNU/linux. Questo della nasa avrà sicuramente molte più immagini e dati delle missioni, filippo1980, quelle funzioni su celestia ci sono, tanto che le puoi usare per seguire il percorso di sonde come la cassini o altre nel tempo (di certo però non aspettarti di vedere l'evoluzione del sistema solare perché si basano su dati entro certi limiti non prevedibili). Videogiochi simili a quello che dici mi pare esistano eccome tipo questo.
Pier220409 Settembre 2011, 10:28 #6
Affascinante.

se cercate il Voyager 1 si vede di quanto sia uscito al di fuori del sistema solare e viaggi verso il vuoto cosmico.

Bello e fatto bene.
zombievil09 Settembre 2011, 10:43 #7
@filippo1980

dai un'occhiata a universe sandbox
http://universesandbox.com/
filippo198009 Settembre 2011, 12:03 #8
@ Celestia & Zombievil:
Grazie per la segnalazione!
Uff però... non potevano farlo 5-6 anni fa'? Ora rosico e basta non potendoci giocare
Va beh, vi immaginate... emh... lasciamo perdere va, non potete mica trovarmi la soluzione a tutti i miei desideri! :-P
Oenimora09 Settembre 2011, 19:45 #9
Originariamente inviato da: filippo1980
P.S.: Ma vi immaginate un videogioco basato su dati reali? Io sbaverei parecchio anche se temo che non sarebbe mai esteso come, ad esempio, X3... Ovviamente potrebbe però partire da dati reali per poi espandersi giocando e simulando una continua esplorazione dello spazio!


Il vecchio Frontier: Elite II era più o meno così potevi visitare i pianeti del sistema solare e le loro lune, le stelle vicine erano quelle vere al posto giusto, poi ovviamente si "espandeva" come dicevi tu, con regioni remote tutte da scoprire. Stelle relativamente lontane ma conosciute come Antares c'erano comunque anche loro. I sistemi planetari extrasolari ovviamente erano inventati, ma era realistico anche in altre cose. Ad esempio, nei pianeti dotati un'atmosfera e superficie solida, oltre a poterci atterrare e girare come un simulatore di volo, man mano che salivi di quota e l'atmosfera si faceva più rarefatta, si vedevano le stelle, poi si vedeva la sottile striscia dell'atmosfera all'orizzonte finché uscivi nello spazio vero e proprio, se mi ricordo bene. E i movimenti erano realistici, l'astronave andava avanti per inerzia, senza fermarsi, e le spinte dei razzi seguivano la fisica, non solo, ma potevi fare manovre per sfruttare le "fionda gravitazionale" dei pianeti giganti.
Naturalmente tutto relativamente ad un gioco di quasi due decenni fa, che magari non era il massimo per i combattimenti, ma che bello che era esplorare
Pier220409 Settembre 2011, 22:35 #10
Originariamente inviato da: Oenimora
Il vecchio Frontier: Elite II era più o meno così potevi visitare i pianeti del sistema solare e le loro lune, le stelle vicine erano quelle vere al posto giusto, poi ovviamente si "espandeva" come dicevi tu, con regioni remote tutte da scoprire. Stelle relativamente lontane ma conosciute come Antares c'erano comunque anche loro. I sistemi planetari extrasolari ovviamente erano inventati, ma era realistico anche in altre cose. Ad esempio, nei pianeti dotati un'atmosfera e superficie solida, oltre a poterci atterrare e girare come un simulatore di volo, man mano che salivi di quota e l'atmosfera si faceva più rarefatta, si vedevano le stelle, poi si vedeva la sottile striscia dell'atmosfera all'orizzonte finché uscivi nello spazio vero e proprio, se mi ricordo bene. E i movimenti erano realistici, l'astronave andava avanti per inerzia, senza fermarsi, e le spinte dei razzi seguivano la fisica, non solo, ma potevi fare manovre per sfruttare le "fionda gravitazionale" dei pianeti giganti.
Naturalmente tutto relativamente ad un gioco di quasi due decenni fa, che magari non era il massimo per i combattimenti, ma che bello che era esplorare


..da come lo hai descritto mi assemblo un pc con un 486, una matrox, windows 3.1 e lo compro...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^