Un visore di realtà virtuale e aumentata nel futuro di Apple

Un visore di realtà virtuale e aumentata nel futuro di Apple

Alcune indiscrezioni indicano per il 2020 il debutto di un nuovo prodotto Apple, un visore che integri supporto sia VR che AR abbinando due schermi da 8K di risoluzione ciascuno

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Wearables
AppleVirtual realityrealtà aumentata
 

Apple al lavoro su un visore in grado di gestire tanto applicazioni di realtà virtuale come di realtà aumentata? Questa indiscrezione, ripresa dal sito cnet, non sarebbe niente altro che una conferma della volontà di Apple di entrare nel settore della realtà aumentata per il quale ha mostrato notevole interesse sino ad ora senza che però questo si concretizzasse in qualche prodotto.

L'indiscrezione indica che questo particolare visore integra due schermi da 8K ciascuno, scollegato da uno smartphone o da un qualsiasi tipo di PC. Integrerebbe quindi al proprio interno tutta la logica necessaria per pilotare questi due schermi, oltre ovviamente alla batteria necessaria per il suo funzionamento. E' possibile che la mancanza di collegamento ad un PC implichi l'assenza di cavi, ma non quella di tecnologie di trasmissione Wireless necessarie per delegare ad un PC esterno tutta la potenza di elaborazione necessaria per pilotare i due schermi.

Il visore avrebbe al momento attuale il nome in codice interno di T288, e sarebbe previsto al debutto sul mercato nel corso del 2020.

HTC-Vive_White.jpg

Questa indiscrezione, se confermata, suscita più domande che fornire precise risposte e indicazioni. Partiamo dalle tecnologie: questo visore è indicato essere in grado di gestire applicazioni sia di realtà virtuale come di realtà aumentata. Queste però sono molto diverse tra di loro come approccio: le prime implicano la creazione di un ambiente completamente virtuale che viene proposto agli occhi dell'utilizzatore. Le seconde, invece, si implementano sul mondo che circonda l'utilizzatore fornendo informazioni e servizi addizionali che permettono di sperimentare esperienze particolari proprio a partire dalla realtà fisica presente. Dal punto di vista tecnologico sviluppare un headset per una o per l'altra implica scelte ben differenti tra di loro: supportare entrambe non è di certo semplice.

L'integrazione di tutti i componenti nel visore implica una sfida tecnologica non di poco conto, soprattutto con l'indicazione dell'utilizzo di schermi 8K per ciascun occhio. Pensando agli ambiti di utilizzo VR e alla generazione di ambienti 3D complessi, la potenza di calcolo richiesta per visualizzare immagini ad almeno 120 Hz al secondo su due pannelli 8K è molto superiore a quanto offerto al momento non in dispositivi mobile come lo sono gli smartphone, ma anche con un tradizionale PC desktop top di gamma dotato di setup a più GPU in parallelo. E' difficile capire come si possa arrivare a questo risultato nel giro di solo due anni, senza per giunta considerare le ovvie considerazioni in termini di consumi e di dissipazione termica.

Differente conclusione varrebbe per un utilizzo quale visore AR, in quanto in questo caso la creazione di scenari e oggetti 3D riguarderebbe solo gli elementi addizionali di realtà aumentata creati a integrare gli oggetti reali presenti all'interno del mondo fisico nel quale l'utente si muove. Ma si parla di questo prodotto come capace di gestire entrambe le tecnologie contemporaneamente, pertanto i requisiti in termini di potenza di elaborazione devono comunque essere rispettati.

psvr1.jpg

Apple è sicuramente molto interessata a questi temi per la propria evoluzione futura, vedendo i settori della VR e della AR come ambiti che possono sviluppare importanti opportunità commerciali. D'altro canto questi settori sono ancora alle prese con un processo di definizione al loro interno, che possa portare a capire quale utilizzo pratico ne possa scaturire per i consumatori e con questo sostenere una domanda che sia continuativa nel tempo.

Due anni, secondo le indiscrezioni, ci separano da questo prodotto. Avendo seguito l'evoluzione dei visori VR nel corso di questi anni e conoscendo la potenza di calcolo richiesta come minimo per assicurare una riproduzione a 120 Hz come minimo per due pannelli 8K, senza che quetso porti a motion sickness, osserviamo questa indiscrezione con un certo scetticismo. Questo è non tanto verso Apple quanto per la impossibilità di avere tecnologie in grado di ottenere questi risultati prestazionali in ambiente VR nel giro di 2 anni o poco più.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ilbarabba30 Aprile 2018, 09:46 #1
calabar30 Aprile 2018, 10:02 #2
Secondo me non è così fuori portata come potrebbe far pensare l'adozione di due schermi da 8K (anche se mi sembra più realistico parlare di due schermi 8K in totale, ma del resto siamo ancora in fase di "rumor".

Innanzi tutto, lo vedremo tra due anni. In due anni non solo le tecnologie si evolvono, ma avranno il tempo di sviluppare hardware ad hoc per il visore.
Seconda cosa, il fatto che gli schermi siano da 8K non significa che lo siano anche i contenuti. Un contenuto FHD scalato in 4K potrebbe ridurre enormemente lo screen door effect.
Inoltre un sistema adeguato di eye tracking consentirebbe di sfruttare una risoluzione elevata solo dove necessario, mentre il resto della scelta viene renderizzato a bassa risoluzione, più che sufficiente per la visione periferica.
Aggiungiamoci alcune funzionalità specifiche gestite direttamente in hardware e API VR/AR mature, e il traguardo diventa molto più raggiungibile.

Se poi si tratta di un visore da collegare ad un PC esterno (l'articolo è molto molto confuso su questo, prima dice che non dipenderà da alcuno smartphone o PC, poi dice che non ha cavi ma potrebbe essere collegato ad un PC in wireless... sarà il caso scrivere in modo un tantino più coerente?), l'avere un hardware "future proof" può giustificare quello che oggi sembra sovradimensionato.
supertigrotto30 Aprile 2018, 10:06 #3

Sono scettico

Non penso proprio che Apple sia più avanti di Microsoft, HTC e altre,sono solo speculazioni per alzare il valore delle azioni
demon7730 Aprile 2018, 10:15 #4
Originariamente inviato da: supertigrotto
Non penso proprio che Apple sia più avanti di Microsoft, HTC e altre,sono solo speculazioni per alzare il valore delle azioni


Non penso neanche io.. più che altro perchè gli altri ci stanno lavorando ormai da parecchio, Apple per quanto ne sappiamo no.
Per il resto non mi stupirebbe una presentazione che spiazza tutti, del resto parliamo di Apple, mica dei primi fessi.. hanno risorse e tecnologie per fare questo ed altro.
Mparlav30 Aprile 2018, 10:49 #5
Ho forti dubbi che tra 2 anni avremo gpu con la potenza necessaria per muovere quelle risoluzioni con fps accettabili.
Giusto per avere un punto di riferimento:

Link ad immagine (click per visualizzarla)
demon7730 Aprile 2018, 11:04 #6
Originariamente inviato da: Mparlav
Ho forti dubbi che tra 2 anni avremo gpu con la potenza necessaria per muovere quelle risoluzioni con fps accettabili.


Non c'entra. Quando progetti le specifice di un oggetto come questo è chiaro che punti alla migliore resa possibile.
Poi sel le schede video arriveranno più lunghe amen, anche perchè non è che il visore serve solo per giocare in vr ai giochi tripla A a piena risoluzione.
Mparlav30 Aprile 2018, 11:07 #7
Se non ci saranno schede video adeguate, ed è molto probabile, rimarrà semplicemente sulla carta, o al peggio, sullo scaffale, come altri suoi predecessori.
Maxt7530 Aprile 2018, 11:27 #8
Vabbè..un giorno arriveremo al teletrasporto, inizialmente di oggetti e poi per le persone vedremo..
demon7730 Aprile 2018, 11:30 #9
Originariamente inviato da: Mparlav
Se non ci saranno schede video adeguate, ed è molto probabile, rimarrà semplicemente sulla carta, o al peggio, sullo scaffale, come altri suoi predecessori.


Sullo scaffale ci restano perchè costano un rene.. le schede video ci mettono ben poco a colmare il divario, e comunque avendo schermi 8K nessuno ti vieta di giocare a 4K o 2K se il gioco è pesante.
LucaLindholm30 Aprile 2018, 13:10 #10

Allibito!

Cioè voi davvero state a dare per credibile la solita sparata degli analisti, tutti intenti a incensare come sempre Apple??

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^