Rockley Photonics e la sua "clinica al polso": arriverà anche su Apple Watch?

Rockley Photonics e la sua "clinica al polso": arriverà anche su Apple Watch?

La società, importante fornitore per Apple, presenta una nuova piattaforma di sensoristica che consentirà la realizzazione di indossabli dalle maggiori capacità di monitoraggio dei parametri vitali

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Wearables
Apple
 

Rockley Photonics, che si è scoperto essere all'inizio dell'anno un importante fornitore di Apple, ha da poco presentato un sistema di sensori digitali che potrebbe arrivare su una delle prossime generazioni di Apple Watch per rendere possibili una vasta gamma di nuove funzionalità per il monitoraggio delle condizioni di salute e dei parametri vitali.

La società afferma che questi sensori digitali possono concretizzare il concetto di "clinica al polso", consentendo ai dispositivi indossabili di monitorare più parametri tra cui la temperatura corporea, la pressione sanguigna, l'idratazione, il tasso alcolemico, l'andamento della glicemia e molto altro.

Il sistema presentato da Rockley Photonics fa uso di sensori ottici che possono effettuare un monitoraggio continuo e non invasivo dei parametri, nel tentativo di aggirare molte delle sfide associate a questo tipo di impiego con i dispositivi indossabili ed evitando anche la necessità di sensori invasivi che devono perforare la cute, come nel caso delle rilevazioni dei livelli di glicemia.

La particolarità del nuovo sistema di Rockley sta nell'uso di spettrofotometri ad infrarossi, invece dei normali LED, che sono capaci di rilevare una gamma più ampia di segnali ampliando così le capacità dei dispositivi indossabili. Il sensore prevede un emettitore laser la cui radiazione elettromagnetica può penentrare in maniera non invasiva sotto la pelle.

Rockley sta lanciando il nuovo sistema come un braccialetto contenente tutta la sensoristica, che comunica con un'app e che sarà utilizzato nei prossimi mesi in una serie di trial su individui volontari. La società ha comunque indicato che il modulo sensore e i progetti di riferimento saranno resi disponibili anche per altri prodotti di consumo una volta superate le fasi di test.

E' verosimile immaginare, viste le promesse di questo nuovo sistema e la relazione con Apple, che tale tecnologia possa in futuro approdare su Apple Watch ovviamente se saprà rispondere alle severe aspettative della Mela. In ogni caso è escluso, date le tempistiche, che questo sistema possa essere usato già per la prossima generazione di Apple Watch attesa per l'autunno. La stessa Rockley, del resto, ha dichiarato che i nuovi sensori potrebbero essere usati in dispositivi indossabili nel corso del prossimo anno, rendendo più probabile la presenza nel futuro Apple Watch Series 8.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
enos7616 Luglio 2021, 06:58 #1
I dispositivi usati con dichiarate funzionalità mediche devono essere certificati.
https://en.wikipedia.org/wiki/Regulation_(EU)_2017/745
https://eur-lex.europa.eu/legal-con...745&from=EN

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^