Oculus Rift e HTC Vive: qualche problema nelle consegne

Oculus Rift e HTC Vive: qualche problema nelle consegne

Entrambi i produttori di caschetti di realtà virtuale si scusano con i rispettivi clienti per via di differenti problematiche nelle spedizioni.

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Wearables
Oculus RiftHTC
 

Oculus non è riuscita a consegnare in tempo alcune unità di Rift, il visore di realtà virtuale entrato ufficialmente in commercio lo scorso 28 marzo. All'origine dei ritardi a quanto pare ci sono dei problemi nella produzione di uno specifico componente non meglio specificato. Per scusarsi, Oculus offrirà gratuitamente la spedizione ai clienti colpiti dall'inconveniente.

Oculus Rift e HTC Vive

"Sappiamo che siete ansiosi di ricevere la vostra unità di Oculus Rift e ci scusiamo per non avervi aggiornati prima", si legge in un'email inviata ai clienti che non hanno ancora ricevuto l'unità prenotata. "C'è stata una carenza di un componente inaspettata e questo purtroppo si è tradotto in qualche ritardo rispetto alle stime di consegna iniziali".

Oculus afferma di essere al lavoro per superare il problema e che lo stato di tutti gli ordini risulterà correttamente aggiornato su oculus.com entro il 12 aprile.

Sorte analoga è toccata al rivale HTC, anch'esso in difficoltà con le consegne del suo Vive. In questo caso, infatti, un numero limitato di clienti ha visto cancellarsi la prenotazione a causa di complicazioni legate alle elaborazioni bancarie. HTC ha già provveduto a risolvere alcuni di questi casi, mentre in altri chiede ai clienti di rivolgersi direttamente alla propria istituzione bancaria. Altri dettagli si trovano qui.

Il nostro articolo con le prime impressioni e tutte le specifiche tecniche dei due visori si trova a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^