Lo smartwatch per i problemi quotidiani è la ricetta di Asus

Lo smartwatch per i problemi quotidiani è la ricetta di Asus

Uno smartwatch per i risolvere problemi tipici della vita di tutti i giorni. E' questo il sogno del presidente di Asus con riferimento al proprio atteso wearable da polso basato su OS Android

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Wearables
ASUSAndroid
 

Il mercato degli smartwatch attira l'interesse dei consumatori come dei produttori di componenti. I primi sono affascinati da quello che questi prodotti potranno offrire in termini di funzionalità, anche se sino ad ora quanto è apparso sul mercato è ben lontano dal rappresentare una soluzione innovativa. Per i secondi gli smartwatch rappresentano sulla carta una ricca opportunità commerciale che deve però ancora concretizzarsi.

Tra i produttori asiatici Asus in più occasioni ha anticipato di voler proporre sul mercato un proprio smartwatch, caratterizzato ove possibile da una serie di funzionalità avanzate che ne aumentino la flessibilità d'uso, abbinando da un lato le funzionalità di notifica alla capacità di risolvere alcuni problemi tipici della vita di tutti i giorni.

Jonney Shih, Presidente di Asus, ha anticipato questo in occasione del Taiwan Economic Summit di Taipei, indicando come l'obiettivo di lungo periodo sia quello di avere consumatori che vadano a sostituire con uno smartwatch il proprio tradizionale orologio da polso.

Quali saranno le caratteristiche tecniche dello smartwatch di Asus è difficile prevederlo, ma si può ipotizzare che si tratterà di un prodotto Android Wear venduto tra 99 e 149 dollari di prezzo così da risultare quanto più accessibile al vasto pubblico. Le indiscrezioni riportano un display AMOLED e uno spessore complessivo estremamente contenuto, caratteristica che sarà indubbiamente apprezzata ma che imporrà dei vincoli sulla capacità della batteria.

Resta in ogni caso da capire quale sarà il futuro delle soluzioni smartwatch, in quanto i modelli visti sino ad ora non sono stati capaci di evidenziare funzionalità realmente innovative in grado di trascinare una domanda da parte dei consumatori verso questo nuovo settore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floc07 Luglio 2014, 14:34 #1
devono fare quello che fa uno smartphone nelle dimensioni di un orologio... Ora come ora penso proprio ce non ci sia la tecnologia
WarSide07 Luglio 2014, 14:40 #2
Originariamente inviato da: floc
devono fare quello che fa uno smartphone nelle dimensioni di un orologio... Ora come ora penso proprio ce non ci sia la tecnologia


Non è quello il problema, il fatto è che il problema quotidiano te lo causa lo smartwatch se la batteria devi ricaricarla ogni santo giorno.

C'è un motivo se pebble vende molto: durata lunga della batteria, display leggibilissimo e sistema di notifiche buono. Posso capire che la batteria di un cellulare ti duri un giorno contando tutto quello che fa (email, chiamate, messaggi, display ampio & Co), ma un pezzo di silicio che deve ricevere dati con BT e presentarteli a video è assurdo che abbia chissà quale cpu che consuma qualche kWh...
beppe9007 Luglio 2014, 15:09 #3
Originariamente inviato da: WarSide
Non è quello il problema, il fatto è che il problema quotidiano te lo causa lo smartwatch se la batteria devi ricaricarla ogni santo giorno.

C'è un motivo se pebble vende molto: durata lunga della batteria, display leggibilissimo e sistema di notifiche buono. Posso capire che la batteria di un cellulare ti duri un giorno contando tutto quello che fa (email, chiamate, messaggi, display ampio & Co), ma un pezzo di silicio che deve ricevere dati con BT e presentarteli a video è assurdo che abbia chissà quale cpu che consuma qualche kWh...


Racconto la mia esperienza personale sperando possa esservi utile. Io ho acquistato lo Smartwatch 2 di Sony, l'orologio è molto bello e ben fatto, resistente ai liquidi e alla polvere (mi ci faccio la doccia) e mi torna molto utile quando non ho la possibilità di impugnare lo smartphone (quasi sempre visto che sono un tassista). Penso che dagli smartwatch non ci si debba aspettare chissà quale funzionalità particolarmente avanzata, perché prima di essere Smart, sono Watch. E lo fanno anche bene!!! L'ora è sempre perfetta, il mio in particolare ha uno schermo transflettivo che rimane sempre visibile e sotto al sole si vede benissimo!!! È bello da portare e anche molto leggero. Poi c'è tutta la parte Smart che è un surplus ed è molto comoda svolgendo operazioni semplici egregiamente. Ah dimenticavo, la batteria dura tre giorni tirati, ma si carica in 30 min. completamente, dunque direi che non è un grosso problema, almeno per me.

Dunque secondo me l'errore di fondo che fanno tutti è quello di aspettarsi qualcosa che in realtà uno smartwatch magari potrebbe far male, mettendo la prerogativa Smart davanti a tutto, quando le cose basilari ( e che davvero servono) le fanno già e anche bene. E soprattutto, prima è un orologio. Tutto nel tempo migliora, ma compratevelo con l'idea di avere un'orologio che fa qualcosa di più, non di uno smartphone che fa qualcosa di meno.
Epoc_MDM07 Luglio 2014, 15:12 #4
Originariamente inviato da: beppe90
Tutto nel tempo migliora, ma compratevelo con l'idea di avere un'orologio che fa qualcosa di più, non di uno smartphone che fa di meno.


Esattamente quello che penso anche io. Che sia bello da vedere prima di tutto.
WarSide07 Luglio 2014, 15:20 #5
Originariamente inviato da: beppe90
Racconto la mia esperienza personale sperando possa esservi utile. Io ho acquistato lo Smartwatch 2 di Sony, l'orologio è molto bello e ben fatto, resistente ai liquidi e alla polvere (mi ci faccio la doccia) e mi torna molto utile quando non ho la possibilità di impugnare lo smartphone (quasi sempre visto che sono un tassista). Penso che dagli smartwatch non ci si debba aspettare chissà quale funzionalità particolarmente avanzata, perché prima di essere Smart, sono Watch. E lo fanno anche bene!!! L'ora è sempre perfetta, il mio in particolare ha uno schermo transflettivo che rimane sempre visibile e sotto al sole si vede benissimo!!! È bello da portare e acne molto leggero. Poi c'è tutta la part Smart che è un surplus ed è molto comoda svolgendo operazioni semplici egregiamente. Ah dimenticavo, la batteria dura tre giorni tirati, ma si carica in 30 mini. Completamente, dunque direi che non è un grosso problema, almeno per me.

Dunque secondo me l'errore di fondo che fanno tutti è quello di aspettarsi qualcosa che in realtà uno smartwatch magari potrebbe far male, mettendo la prerogativa Smart davanti a tutto, quando le cose basilari ( e che davvero servono) le fanno già e anche bene. E soprattutto, prima è un orologio. Tutto nel tempo migliora, ma compratevelo con l'idea di avere un'orologio che fa qualcosa di più, non di uno smartphone che fa di meno.


Io ho lo stesso orologio, figurati che la batteria mi dura anche 4 giorni e mezzo senza problemi, con notifiche arrivano quasi a ciclo continuo. A questo serve un dispositivo del genere, non a giocare a candy crush o a fare video con la fotocamera incorporata nel cinturino ( vero Samsung? ).

Inoltre il plus di questo orologio è che per vedere l'ora di giorno all'aperto non devi sparare al massimo la luminosità del display (che è la cosa che realmente ti prosciuga la batteria), perché viene usato un Transflective LCD.

Se motorola con il suo nuovo smartwatch mi garantirà la stessa durata della batteria allora cambierò il mio sony, ma ho la sensazione che lo terrò ancora a lungo...

PS: la batteria del Sony SW2 è di 160mAh, quella dei vari samsung ed LG, che durano un giorno, è pari a 300+ mAh !
wolfm0107 Luglio 2014, 15:30 #6
In queste settimane siamo arrivati a vedere degli smartwatch che si preannunciano utili replicando le notifiche dello smartphone, ma diventeranno veramente indispensabili solo se arriveranno ad essere una periferica in grado di fare un monitoraggio esteso dei parametri vitali di chi li indossa.
Battito cardiaco, pressione, ossigenazione, glicemia... Chi rinuncerebbe ad una misura in continuo di dati che possono aiutare sia il tuo personal trainer quando stai bene e devi prepararti per l'estate, che il tuo medico quando le cose vanno meno bene?
Le prospettive sarebbero enormi, sia da un punto di vista dell'individuo che della collettività con la possibilità per il sistema sanitario di assistere al meglio e tempestivamente il paziente migliorando l'efficienza delle cure.
marchigiano07 Luglio 2014, 15:55 #7
la butto li: e se lo smartwatch ideale fosse un prolungamento del telefono/tablet che essendo sempre più grosso uno tiene in borsa? da usare giusto per vedere messaggi, comporre numeri e rispondere a telefonate? con un auricolare staccabile?
WarSide07 Luglio 2014, 16:07 #8
Originariamente inviato da: wolfm01
In queste settimane siamo arrivati a vedere degli smartwatch che si preannunciano utili replicando le notifiche dello smartphone, ma diventeranno veramente indispensabili solo se arriveranno ad essere una periferica in grado di fare un monitoraggio esteso dei parametri vitali di chi li indossa.
Battito cardiaco, pressione, ossigenazione, glicemia... Chi rinuncerebbe ad una misura in continuo di dati che possono aiutare sia il tuo personal trainer quando stai bene e devi prepararti per l'estate, che il tuo medico quando le cose vanno meno bene?
Le prospettive sarebbero enormi, sia da un punto di vista dell'individuo che della collettività con la possibilità per il sistema sanitario di assistere al meglio e tempestivamente il paziente migliorando l'efficienza delle cure.


Io rinuncio volentieri ad una roba del genere... o va a finire che negli usa l'assicurazione sanitaria neanche te la fanno perché, dati al... polso, vedono che ti piace mangiare dolciumi e carne. Andrà a finire che, come per le auto hanno fatto la scatola nera, per le assicurazioni sanitarie si inventeranno l'obbligatorietà di misuratori dei livelli ematici & Co.

Il problema è che qui si confondo gli smartwatch con i watchphone ed altre diavolerie. Uno smartwatch è una periferica del telefono, come lo è un auricolare o un altoparlante esterno!
marchigiano07 Luglio 2014, 16:34 #9
Originariamente inviato da: WarSide
Io rinuncio volentieri ad una roba del genere... o va a finire che negli usa l'assicurazione sanitaria neanche te la fanno perché, dati al... polso, vedono che ti piace mangiare dolciumi e carne.


ma magari!!!! perchè io devo pagare il SSN ai fumatori e drogati? che se lo paghino loro... o schiattino che è anche meglio
WarSide07 Luglio 2014, 16:35 #10
Originariamente inviato da: marchigiano
ma magari!!!! perchè io devo pagare il SSN ai fumatori e drogati? che se lo paghino loro... o schiattino che è anche meglio


Un conto son loro, un altro quel che sto scrivendo. Un drogato o un fumatore lo riconosci anche senza "ammanettarlo" con dei sensori H24.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^