Le Nike 'auto-allaccianti' di Ritorno al Futuro II in vendita da fine novembre

Le Nike 'auto-allaccianti' di Ritorno al Futuro II in vendita da fine novembre

Le scarpe di Marty McFly arriveranno presto sul mercato. La società ha annunciato quando sarà possibile provarle e acquistarle, al momento solo per il mercato americano

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Wearables
Nike
 

Nike ha annunciato la disponibilità delle sneaker "auto-allaccianti" ispirate alle scarpe indossate da Michael J. Fox nel mitico Ritorno al Futuro II. La novità è stata diffusa via tweet da Heidi Burgett in cui si legge che le HyperAdapt 1.0 saranno disponibili sia per la prova che per l'acquisto a partire dal prossimo 28 novembre negli Stati Uniti. Il prezzo non è stato ancora ufficializzato, ma secondo le prime intuizioni pare che sia particolarmente elevato anche per i canoni della compagnia.

Per riuscire ad allacciarsi in maniera autonoma ogni scarpa ha un sistema di cavi collegato ad un sensore di pressione che si trova nella suola. Una volta inserito il piede i cavi si stringono basandosi su un algoritmo che stabilisce la giusta pressione, che può comunque essere sistemata in ogni momento con un paio di pulsanti nascosti lungo la superficie della scarpa. Alcuni LED informano della pressione applicata e del momento in cui sarebbe meglio mettere in carica le batterie.

Si, avete letto bene: le scarpe auto-allaccianti hanno naturalmente bisogno di essere caricate. La società garantisce comunque un'autonomia piuttosto elevata, di circa due settimane con una singola carica. Nike fornisce un caricabatterie magnetico per effettuare l'operazione e sottolinea che i lacci visibili hanno solamente uno scopo visivo, e non servono di fatto ad allacciare la scarpa. L'operazione infatti avviene tramite un meccanismo intero che non può essere sostituito manualmente.

Sono anni che Nike parla di queste scarpe: nel 2011 aveva mostrato un modello non funzionante replicando quelle indossate dal leggendario Marty McFly, poi lo scorso ottobre il designer Tinker Hatfiled di Nike aveva inviato un prototipo funzionante allo stesso attore che lo aveva impersonato, Michael J. Fox. A marzo, invece, la società aveva annunciato una versione più adatta al mercato di massa e progettata per essere immessa prima o poi in commercio.

Quel momento è arrivato, con le scarpe che verranno vendute a partire dal prossimo mese di novembre in alcuni negozi selezionati americani. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxnaldo22 Settembre 2016, 17:26 #1
figo...

però la necessità di ricarica no, eddai !

potevano metterci qualche sistema di autoricarica, che sfrutti l'energia del movimento quando cammini. In fondo quanto potranno mai consumare ?

comunque quel led non si può vedere ! Anche mia figlia a 5 anni aveva le scarpine che si illuminano, ma non costavano quanto costeranno queste.
fukka7522 Settembre 2016, 17:28 #2
Ora mi aspetto la iShoe di Apple
Bestio22 Settembre 2016, 17:43 #3
Sono in ritardo di 2 anni!!
yhouse22 Settembre 2016, 18:03 #4
haha sicuramente molto carina come idea, buone anche per chi ha problemi a chinarsi, speriamo non sparino un prezzo esorbitante
Warioland22 Settembre 2016, 18:25 #5
Potrebbero in futuro fare anche la nanotuta di Crysis.
TigerTank22 Settembre 2016, 19:43 #6
Originariamente inviato da: maxnaldo
comunque quel led non si può vedere !


Ahahahah, poi faranno anche i tutini ed ecco che andremo in giro in stile Tron Legacy
ciriccio22 Settembre 2016, 22:47 #7
Originariamente inviato da: fukka75
Ora mi aspetto la iShoe di Apple




(ma tu sei per caso un vecchio utente del forum di Fastweb? )
Eress23 Settembre 2016, 06:48 #8
Dal mini video non si capisce una cippa, ma le batterie anche nelle scarpe quando basta una banale chiusura a strappo e ci vuole un attimo. Mi sembra tutto eccessivo, a sto punto farebbero prima ad impiantare una bella batteria potente e buona per tutto, in ogni utente super tecnologizzato e amen!
cronos199023 Settembre 2016, 09:44 #9
Originariamente inviato da: Eress
Dal mini video non si capisce una cippa, ma le batterie anche nelle scarpe quando basta una banale chiusura a strappo e ci vuole un attimo. Mi sembra tutto eccessivo, a sto punto farebbero prima ad impiantare una bella batteria potente e buona per tutto, in ogni utente super tecnologizzato e amen!
Di sicuro non comprerò mai quelle scarpe, già solo il led sotto è qualcosa di altamente pacchiano...

ma tralasciando il fatto che le scarpe con chiusura a strappo c'erano già negli anni '80 (e se oggi non se ne vedono in giro, un motivo ci sarà, lo scopo della Nike era quello di replicare le scarpe auto-allaccianti viste nel film di Ritorno al Futuro 2.

Quindi, partendo da questo presupposto, qual è la logica della chiusura a strappo?


Sulla batteria: che vi aspettavate? Una qualche fonte energetica per far funzionare il meccanismo dovevano pur inserirla.
Mparlav23 Settembre 2016, 10:28 #10
Meglio le infradito in grafene Made in Italy

http://www.repubblica.it/scienze/20...-147231382/1/#3

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^