Il primo smartwatch di Garmin ha GPS e pensa agli sportivi

Il primo smartwatch di Garmin ha GPS e pensa agli sportivi

Vivoactive è il nome scelto per il primo smartwatch di Garmin, che grazie al GPS può operare come sportwatch molto preciso ma che non disdegna l'integrazione con uno smarthphone. Sul mercato anche il bracciale Vivofit 2

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Wearables
Garmin
 

Nella giornata di ieri abbiamo segnalato l'annuncio, da parte di Garmin, di due nuovi sportwatch top di gamma destinati a chi è particolarmente appassionato di sport all'aria aperta. Fenix 3 e Epix non sono tuttavia le uniche novità di Garmin mostrate al CES 2014: l'azienda americana ha infatti presentato Vivoactive, quello che è il proprio primo smartwatch in senso stretto, oltre a Vivofit 2.

garmin_vivoactive.jpg (26215 bytes)

L'elemento tecnico principale di Vivoactive è l'integrazione di GPS, caratteristica che è generalmente non contemplata nella maggior parte degli smartwatch apparsi in commercio sino ad oggi ma che è fondamentale pensando ad un utilizzo più orientato alle attività sportive all'aperto. Lo schermo di tipo touch è affiancato da bottoni posizionati sui lati; con questi è possibile interagire all'interno delle varie modalità che partono per attività sportive dalla selezione tra corsa, bicicletta e nuoto. Di fatto ritroviamo quindi in questo prodotto la flessibilità d'uso tipica di uno sportwatch destinato agli appassionati di triathlon.

In un utilizzo giornaliero Vivoactive opera come un tradizionale fitness band Garmin, tenendo traccia dei passi, della distanza e delle calorie con un riferimento dato da un numero di passi da fare nell'arco delle 24 ore. Al pari dei più recenti sportwatch di fascia alta presentati da Garmin, dal modello Forerunner 920XT in avanti, anche Vivoactive è compatibile con Garmin Connect IQ: questo implica che sia possibile scaricare le App disponibili in questo market place e utilizzare Vivoactive in varie differenti modalità che vadano oltre quelle tipiche di uno sportwatch.

Vivoactive viene proposto da Garmin come uno smartwatch che strizza l'occhio alle esigenze tipiche di un appassionato di sport all'aperto, come del resto è tradizione per l'azienda americana, ma che grazie a Connect IQ punta anche a venir utilizzato attivamente quale sistema di notifica una volta abbinato al proprio smartphone. E' proprio l'integrazione di GPS a rappresentare il punto di forza di Vivoactive, capace in questo modo di prendere il posto del nostro sportwatch senza alcun tipo di compromesso venendo anche utilizzato, lontano dall'attività sportiva, in abbinamento al nostro telefono.

Garmin dichiara per questo prodotto un'autonomia di 10 ore nel funzionamento con GPS, e sino a 3 settimane in quello tradizionale. Vivoactive è già disponibile in commercio al prezzo di 249,00€ IVA inclusa nel mercato nazionale, cifra che sale a 299,00€ includendo anche la fascia cardio premium.

garmin_vivofit_2.jpg (19028 bytes)

Vivofit 2 riprende le caratteristiche alla base della prima generazione di braccialetto Vivofit, implementando alcune soluzioni tecniche assenti nella prima declinazione. Nello specifico troviamo ora una luce che illumina il display, l'inserimento di allarmi audio per la barra che indica quando ci si deve mettere in movimento, la possibilità di eseguire sincronizzazione in automatico utilizzando il proprio telefono per la trasmissione dei dati.

L'implementazione della illuminazione del display non ha ricadute sull'autonomia complessiva: anche per Vivofit 2 Garmin dichiara un'autonomia di oltre 1 anno con la batteria fornita in dotazione, caratteristica apprezzata da chi ricerca un fitness band ma non vuole doversi preoccupare di ricaricarlo dopo pochi giorni d'utilizzo.

Garmin ha inoltre modificato il modo con il quale il bracciale viene chiuso, dopo che la prima generazione di Vivofit aveva sollevato varie critiche per la facilità con la quale il bracciale poteva aprirsi accidentalmente. Oltre ai tradizionali colori Garmin ha sviluppato alcuni bracciali di fattura differente rispetto alla tradizionale gomma, così da venire maggiormente incontro alle richieste di un pubblico maggiormente attento allo stile dei prodotti. Vivofit 2 viene proposto in vendita da subito a 129,00€ IVA inclusa nel mercato italiano, cifra che sale a 159,00€ per la versione con fascia cardio in bundle.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hackever06 Gennaio 2015, 20:26 #1
questi sono completamente pazzi! 129€ per un coso di silicone con un contapassi, un accelerometro e un display stile sveglia anni 70?! ma tornatevene a fare navigatori
PietroGiuliani06 Gennaio 2015, 20:45 #2
Io devo ancora trovare un orologio/cardiofrequenzimetro/cronometro tradizionale che permetta di scaricare i log dell'allenamento su pc SENZA iscriversi a siti e/o servizi e/o usare accessori dedicati.

Garmin, nada (Garmin Connect)
Polar, solo tramite FlowLink (cinquanta euro?), addirittura i cardio base nemmeno hanno il cronometro. il cronometro.
Suunto, nada (forse tramite un hack) e in ogni caso costano un sacco.

Stesso discorso per gli apk Android (Runtastic e compagnia).

Ma un Nokia Step Counter (con log in .CSV e dati campionati ogni 5" per Android no!?!?
keroro.9006 Gennaio 2015, 23:01 #3
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
Io devo ancora trovare un orologio/cardiofrequenzimetro/cronometro tradizionale che permetta di scaricare i log dell'allenamento su pc SENZA iscriversi a siti e/o servizi e/o usare accessori dedicati.

Garmin, nada (Garmin Connect)
Polar, solo tramite FlowLink (cinquanta euro?), addirittura i cardio base nemmeno hanno il cronometro. il cronometro.
Suunto, nada (forse tramite un hack) e in ogni caso costano un sacco.

Stesso discorso per gli apk Android (Runtastic e compagnia).

Ma un Nokia Step Counter (con log in .CSV e dati campionati ogni 5" per Android no!?!?


con runtastic ti puoi scaricare la traccia gpx o kml e poi usarla come vuoi...
PietroGiuliani06 Gennaio 2015, 23:12 #4
Originariamente inviato da: keroro.90
con runtastic ti puoi scaricare la traccia gpx o kml e poi usarla come vuoi...


Volevo dire Runtastic Pedometer.
La traccia GPX la posso fare a scelta con Google MyTracks, TwoNav, OruxMaps...
hrossi07 Gennaio 2015, 08:56 #5
Prendo questa notizia ma raggruppo nella considerazione tutte quelle presenti. Quest'anno saremo sommersi da indossabili più o meno fuffa che faranno comunque strage di polli. Sembra che l'invasione abbia inizio, aspettatevi di vederli indossati sempre più spesso, in particolarmodo da chi ci capisce poco ma vuole essere alla moda.

Hermes
PietroGiuliani07 Gennaio 2015, 18:08 #6
Originariamente inviato da: hrossi
Prendo questa notizia ma raggruppo nella considerazione tutte quelle presenti. Quest'anno saremo sommersi da indossabili più o meno fuffa che faranno comunque strage di polli. Sembra che l'invasione abbia inizio, aspettatevi di vederli indossati sempre più spesso, in particolarmodo da chi ci capisce poco ma vuole essere alla moda.

Hermes


Molto probabile.
Le aspettative di mercato delle società che li producono però sono esagerate, a mio modo di vedere.
Mi domando quanto ne siano consapevoli e non cerchino solo disperatamente di aprire un altro mercato vergine, invece di continuare solamente a proporre upgrade incrementali in uno già saturo (smartphone, ad es.)
Cancelliere07 Gennaio 2015, 22:31 #7
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
Io devo ancora trovare un orologio/cardiofrequenzimetro/cronometro tradizionale che permetta di scaricare i log dell'allenamento su pc SENZA iscriversi a siti e/o servizi e/o usare accessori dedicati.

Garmin, nada (Garmin Connect)


Con alcuni Garmin (FR220/FR620/Edge500 e forse 920XT) si riesce a fare. Basta collegare il dispositivo via USB e viene visto come disco esterno. Poi vai a cercare il file .FIT
PietroGiuliani08 Gennaio 2015, 10:19 #8
Originariamente inviato da: Cancelliere
Con alcuni Garmin (FR220/FR620/Edge500 e forse 920XT) si riesce a fare. Basta collegare il dispositivo via USB e viene visto come disco esterno. Poi vai a cercare il file .FIT


Grazie della dritta.
Il problema è che sono tutti dispositivi da 200+ euro...
'sta cosa dovrebbe essere "di serie" almeno dai cento euro in su...
A quel punto capisco certe persone che trovano interessanti gli "wearables"...
sbiddo22 Aprile 2015, 11:34 #9

Recensione Vivoactive

Se volete una recensione completa la potete trovare qui

http://www.mauriziomartinoli.it/gar...nsione-completa

ciao!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^