Il nuovo visore VR di Google sarà indipendente da PC e smartphone

Il nuovo visore VR di Google sarà indipendente da PC e smartphone

Il The Wall Street Journal fornisce nuovi dettagli sul visore di realtà virtuale sviluppato da Google. Si tratterà di un device stand-alone, in grado di operare in maniera indipendente da PC e smartphone.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Wearables
Google
 

All'inizio della settimana che volge al termine, il Financial Times ha fornito i primi dettagli sul progetto con il quale Google torna ad esplorare l'emergente mercato della realtà virtuale. In base alla descrizione fornita dall'autorevole fonte, il nuovo visore di Google sarebbe un'evoluzione del Cardboard, simile al Gear VR di Samsung. Nelle scorse ore il The Wall Street Journal ha aggiunto ulteriori dettagli all'identikit, tratteggiando un profilo del prodotto in parte differente. Il principale elemento di novità rispetto alla precedente descrizione è rappresentato dal carattere stand-alone del prodotto. Contrariamente al Gear VR, che necessita di uno smartphone per funzionare, il nuovo visore VR di Google non richiederà né la connessione allo smartphone, nè quella al PC (tale ultimo dato traccia un solco importante anche nei confronti di prodotti come Oculus Rift e HTC Vive).

Secondo le fonti contattate dal The Wall Street Journal, il dispositivo non ancora annunciato "includerà uno schermo, processori a prestazioni elevate e telecamere rivolte verso l'esterno". Un prodotto che potrebbe offrire quindi prestazioni ed un'esperienza di utilizzo che si colloca a metà strada tra quella dei visori più potenti (come i sopra menzionati Oculus Rift e HTC Vive) e quella delle soluzioni più economiche a partire dal Cardboard originale. Uno degli anelli mancanti per completare l'identikit del prodotto riguarda il comparto software. La possibilità di operare senza vincoli con dispositivi esterni, determina per forza di cose che il software di gestione del device e dei contenuti VR deve essere installato all'interno del visore. A tal proposito, non sono mancati alcuni rumor che fanno riferimento ad una nuova versione del sistema operativo Android con supporto nativo alla Realtà Virtuale (app e librerie necessarie per gestire l'hardware VR). 

Google Carboard

Il Financial Times aveva sottolineato che il visore verrà sviluppato seguendo un modello impiegato da Google con i dispositivi della gamma Nexus, ovvero con la progettazione diretta da parte di BigG e la produzione affidata alla rete dei partner. Resta tuttavia ancora controverso lo stato di sviluppo del visore. Una delle fonti contattate dal The Wall Street Journal afferma che l'arrivo è previsto entro l'anno, mentre un'altra resta più cauta, dichiarando che il progetto si trova al momento nelle fasi iniziali ed è ancora al vaglio delle valutazione di Google che potrebbe anche decidere di cancellarlo del tutto. La casa di Mountain View, per finalizzarlo, potrebbe avvalersi della collaborazione di Movidius utilizzando la tecnologia di tracking dei movimenti del capo sviluppato dalla startup californiana.

Un dato è sotto gli occhi di tutti: i principali brand del mercato dell'elettronica di consumo si stanno muovendo per proporre le proprie soluzioni VR strutturando un'offerta indubbiamente articolata anche dal punto di vista della tipologia di prodotti, si pensi ad Oculus, Samsung, Sony, HTC, Microsoft e ai vari rumor che individuano anche in Apple uno dei soggetti interessati a far ingresso nel mercato VR. Anche se le tempistiche non sono ancora note, è piuttosto improbabile che Google resti semplicemente ad osservare un mercato che presenta ottime possibilità di crescita nei prossimi mesi. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7712 Febbraio 2016, 10:15 #1
mah..
sembra che in quersto campo google abbia le idee piuttosto confuse..
clax7812 Febbraio 2016, 10:47 #2
In ogni caso, più la gente dice che la VR sarà un flop più diventa un fenomeno di massa. Io sono sempre stato un acceso sostenitore della VR e spero vivamente che non faccia la fine dei televisori 3D.
rockrider8112 Febbraio 2016, 11:27 #3
Ieri ho provato Titans of Space VR con le cuffiette ....

A parte un pò di tremolio posso dire che è veramente un bel spettacolo (istruttivo)

Mi ha colpito molto ...

Provatelo ... :-)
tuttodigitale13 Febbraio 2016, 13:24 #4
a livello operativo, mi pare più o meno è lo stesso concetto di GearVR, seppur più evoluto, con la differenza sostanziale che questo è un dispositivo stand-alone, con tutte le conseguenze del caso.

Il Business di Google, è basato sui servizi, probabilmente vorrà replicare il successo di Android in chiave VR. Che ci riesca è un'altro paio di maniche.

Più interessante, è la direzione che prenderà la VR, anche solo per il mercato dei giochi, se pensiamo a come potrà variare il gameplay. E' chiaro che la potenza di calcolo e la qualità generale dei visori aumenterà con il tempo, ma la parte da leone lo farà il software e le idee che ci sono sotto, la palla alle singole applicazioni (concettualmente un sistema può diffondersi grazie ad una killer application, così si diceva tempo fa).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^