HTC Vive senza cavi? Presto una realtà grazie a Intel WiGig

HTC Vive senza cavi? Presto una realtà grazie a Intel WiGig

HTC intende rimuovere uno dei tanti problemi della VR e del suo HTC Vive, ovvero quello derivato dai tanti cavi che devono necessariamente collegare il visore al computer

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Wearables
ViveHTCVirtual reality
 

HTC vuole togliere i cavi al suo Vive, elemento che del resto rappresenta uno dei più grossi problemi della tecnologia attuale. Quando si viaggia liberi nella realtà virtuale, infatti, la veridicità della simulazione viene oggi spezzata dagli incontri casuali con i grossi cavi che servono per collegare visori a PC, e viceversa. Il produttore di Vive ha tuttavia annunciato al Computex 2017 una partnership strategica con Intel per creare un accessorio wireless per la VR compatibile con il visore.

HTC Vive

L'accessorio si baserà su WiGig, la tecnologia che Intel ha creato per collegare qualsiasi periferica al PC senza dover per forza sfruttare una connessione fisica. Allo stesso modo la tecnologia potrebbe consentire ad HTC Vive di collegarsi ad un PC completamente via wireless, senza alcun cavo. Il produttore ha spiegato così le opportunità concesse dalla partnership con Intel: "Basata sullo standard 802.11ad, la tecnologia WiGig funziona esclusivamente nella banda 60GHz libera da interferenze, e abilita throughput di dati molto elevati e a bassa latenza in entrambe le direzioni, dal PC al visore e dal visore al PC".

Secondo HTC WiGig può consegnare "una qualità video cristallina con una latenza inferiore ai 7 millisecondi in qualsiasi ambiente, con il supporto di più utenti che possono condividere la stessa stanza". Questo è un punto cruciale per la VR, che fa della bassa latenza una caratteristica imprescindibile non solo per il suo funzionamento, ma anche per rendere confortevole l'esperienza allo stesso utente. Sono in molti ad aver ancora oggi paura degli effetti collaterali derivanti dall'uso degli attuali visori VR, e l'elevata latenza fra interazione e riproduzione virtuale è uno fra i colpevoli dei malesseri a cui questi sono vulnerabili durante le esperienze virtuali.

HTC sostiene che riuscirà a portare un prototipo funzionante del suo Vive con tecnologia WiGig già al prossimo E3, quindi dal 13 al 15 giugno. I taiwanesi non sono gli unici a rincorrere il lungo sogno della realtà virtuale senza l'ingombro dei pesanti e scomodi cavi: ad esempio AMD ha recentemente acquisito Nitero per la sua tecnologia XR senza cavi, e ci sono altre realtà minori che hanno già mostrato prototipi di caschetti per la realtà virtuale completamente wireless. Anche Oculus, fra i big della VR, sta lavorando ad un prototipo di HMD (head mounted display) senza cavi, ed è chiaro che il futuro della categoria sarà, per fortuna, senza cavi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7701 Giugno 2017, 11:51 #1
La tecnologia wifi è cresciuta enormemente e certamente oggi ci sono tutti gli elementi necessari per garantire una connessione di questo tipo.

OVVIO, la premessa obbligatoria è che ci sia visibilità diretta tra sorgente e ricevitore per garantire la potenza del segnale.
Purtroppo non è pensabile girare per casa col visore VR lasciando il pc sorgente in camera..
Vash8801 Giugno 2017, 11:55 #2
Il VR sta arrivando a maturazione. Nuove schede video, nuovi software e speriamo nuovi visori, che aumentando i sub-pixel abbiano un effetto screen door meno pronunciato. Speriamo che sempre più giochi supportino il VR perché è fantastico. Rimane sempre il discorso dell'aliementazione ma potrebbe essere risolvibile con un "piccolo" battery pack.
djmatrix61901 Giugno 2017, 12:14 #3
Speriamo che questo accessorio avrá un costo "umano".. vorrei tanto liberarmi di quei dannati cavi.
supertigrotto01 Giugno 2017, 12:14 #4

Rimane sempre il discorso alimentazione

Micro schermi 4k o 8k,sensori di posizione,trasmettitore wigig,ci vorrà almeno un cavo di alimentazione attaccato al visore che arrivi alla altezza della cintura per agganciare un battery pack,altrimenti il visore diventa molto pesante.
djmatrix61901 Giugno 2017, 12:15 #5
Originariamente inviato da: supertigrotto
Micro schermi 4k o 8k,sensori di posizione,trasmettitore wigig,ci vorrà almeno un cavo di alimentazione attaccato al visore che arrivi alla altezza della cintura per agganciare un battery pack,altrimenti il visore diventa molto pesante.


Giá. Togli un ingombro e te ne agganci un altro. Meh.
Noir7901 Giugno 2017, 13:03 #7
Originariamente inviato da: supertigrotto
Micro schermi 4k o 8k,sensori di posizione,trasmettitore wigig,ci vorrà almeno un cavo di alimentazione attaccato al visore che arrivi alla altezza della cintura per agganciare un battery pack,altrimenti il visore diventa molto pesante.


É giá cosí:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Chi l'ha provato dice che non é un problema.
Zenida03 Giugno 2017, 01:10 #8
LOL

Praticamente è quello che dicevo in quest'altro 3D qualche giorno fa xD

QUI

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^