Google in prima linea nel finanziamento milionario su Magic Leap

Google in prima linea nel finanziamento milionario su Magic Leap

Google, interessata alle evoluzioni tecnologiche in ambito realtà aumentata, stanzia un investimento di oltre 200 milioni di dollari sui 542 milioni ottenuti da Magic Leap

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Wearables
Google
 

La realtà aumentata gioca un ruolo dominante nei piani di Google. Il gigante del web californiano punta molto sui suoi Glass, in cui la possibilità di completare la realtà con informazioni accessorie su quello che vediamo rappresenta una delle parti più interessanti del prodotto. Ad avvalorare la tesi, l'interessamento mostrato dalla società nei confronti di Magic Leap.

Cos'è Magic Leap? Ad oggi non sono note molte informazioni sulla società, e su quello di cui si occupa. Sembrerebbe che sia al lavoro su un paio di occhiali in grado di riprodurre oggetti virtuali digitali all'interno del campo di visione di chi li indossa. Nonostante l'indole misteriosa dei progetti di Magic Leap, Google punta pesante sulla società, piazzando un investimento da circa 200 milioni di dollari nel round di finanziamenti pianificato.

Un investimento che non arriva da Google Ventures, come avviene solitamente, ma dalla stessa Google. Questo fa pensare che si tratti di una prima mossa per un eventuale rapporto di collaborazione fra le due realtà del settore tecnologico, che verrà organizzato quando la tecnologia sarà effettivamente in grado di poter raggiungere un più ampio mercato. Complessivamente, Magic Leap otterrà finanziamenti pari a 542 milioni di dollari, cifra che porterà il suo valore di mercato a circa 2 miliardi.

"Era incredibilmente naturale e quasi terrificante: sei nella stanza, e c'è un drago che ti vola intorno, è stato così entusiasmante che non sono riuscito a non sorridere dall'emozione", sono state le parole di Thomas Tul, CEO di Legendary Pictures, che ha provato la tecnologia di Magic Leap. Fra i nomi che hanno partecipato al round di finanziamenti troviamo infatti Legendary, Qualcomm, Kleiner Perkins, Andreessen Horowitz, Obvious Ventures, ed altri.

In più, alcuni esponenti eminenti del mondo tecnologico faranno parte del consiglio d'amministrazione della start-up, fra cui Sundar Pichai, responsabile delle divisioni Android e Chrome per Google, Don Harrison e Paul Jacobs, presidente esecutivo di Qualcomm. Il blasone dei nomi che hanno partecipato al finanziamento dimostra il potenziale della tecnologia non ancora pubblica alla base dei progetti della start-up.

Alla base di Magic Leap c'è Rony Abovitz, che ha venduto lo scorso anno Mako Surgical, la sua prima compagnia di robot per l'ambito medico, a 1,65 miliardi di dollari. Abovitz non vuole che il suo prodotto venga catalogato nella categoria realtà aumentata, ma in una ben più colorita Cinematic Reality: "Realtà virtuale, aumentata, sono termini vecchi", sono state le parole di Abovitz. "Utilizziamo piuttosto Cinematic Reality perché non lo associamo a niente di già visto. Quando lo proverete, vi accorgerete di trovarvi di fronte a quello che sarà l'informatica per i prossimi 30 o 40 anni".

L'informazione più interessante viene riportata da TechCrunch, che cita sempre il fondatore di Magic Leap. Stando alla pubblicazione, la start-up si sta preparando al debutto di un prodotto per il mercato consumer, che potrebbe essere lanciato "relativamente presto". Al momento non c'è alcuna data esatta, tuttavia ci sembrano parole un po' affrettate per una tecnologia che potrebbe avere ancora bisogno di ulteriori lavori di finitura.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7723 Ottobre 2014, 08:49 #1
Cioè modello "mo' vedo la madonna"

Mah, l'idea è parecchio interessante, evoluzione degli attuali google glass.
stiamo a vedere il risultato finale.
Lo vedo come ottima mossa per uscire dalla prigione dello "schermetto" dello smartphone che va stretta già oggi..
certo poi toccherà pure andare in giro in strade piene di fulminati che brancolano e gesticolano nel vuoto..
qboy23 Ottobre 2014, 11:28 #2
lo vedo molto utile nel campo pornografico con tutti gli annessi e connessi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^