Fitbit presenta il superwatch Surge, e altri due indossabili

Fitbit presenta il superwatch Surge, e altri due indossabili

Tre nuovi indossabili nel futuro di Fitbit, fra cui Surge, un superwatch con finalità sportive, Charge e Charge HR, quest'ultimo con l'abilità di monitorare costantemente la frequenza cardiaca di chi lo indossa

di Nino Grasso pubblicata il , alle 14:41 nel canale Wearables
 

C'è un settore che l'avvento dei nuovi indossabili può cambiare radicalmente, ed è quello relativo al fitness o all'ambito salutista in generale. A questo assunto crede fermamente Fitbit, che ha rilasciato tre dispositivi pensati per l'utente che ama curare il proprio corpo, monitorandone gli aspetti principali durante tutto l'arco della giornata. Fitbit Surge, Charge e Charge HR sono i nuovi prodotti annunciati nelle scorse ore. Ma andiamo con ordine.

Fitbit, nuova line-up di prodotti

Fitbit Charge è il meno avanzato fra i dispositivi svelati dalla società. Al prezzo di 129$ si tratta di una revisione di Force, con un design più moderno e funzionale, che permette di essere indossato in maniera più comoda anche per tutta la giornata. Charge conta i passi compiuti, la distanza percorsa e i piani affrontati e, se indossato durante il sonno, monitorerà le abitudini dell'utente anche mentre dorme. Come Force, Charge può notificare l'arrivo di una telefonata se abbinato ad uno smartphone, mostrando il nome del chiamante sul piccolo display OLED integrato.

Charge HR è una leggera evoluzione dell'entry-level. Viene proposto al prezzo di 149$ e si completa con un cardiofrequenzimetro, con il quale monitorare in ogni momento il battito cardiaco: la lettura avviene grazie ad alcuni LED integrati. Si tratta di una versione di Charge per l'utente più esigente che vuole monitorare in maniera certosina l'andamento e l'efficacia degli esercizi fisici svolti. La feature aggiuntiva rende Charge HR meno efficiente del modello base: il primo durerà, secondo le specifiche rilasciate dal produttore, 5 giorni su singola carica, mentre Charge ha bisogno di 7 giorni per portare a zero la sua batteria.

Il top di gamma, e forse il modello più interessante, è Fitbit Surge, di cui avevamo già parlato pochi giorni fa. Si tratta di un indossabile che ha tutte le funzionalità di Charge HR, e in più possiede un modulo per la geolocalizzazione GPS, un display touchscreen, controlli per la riproduzione della musica, e quadranti personalizzabili con cui vedere l'ora ed altre informazioni.


Clicca per ingrandire

Surge è un superwatch, ovvero una via di mezzo fra una fitness band e uno smartwatch, ma non dispone di tutte le feature caratteristiche di quest'ultima categoria di prodotti. È comunque in grado di ricevere le notifiche di chiamate in arrivo e messaggi se abbinato ad uno smartphone ma, non disponendo di altre funzionalità meno ricercate, può vantare un'autonomia operativa superiore rispetto ad altre proposte del mercato. Fitbit sostiene che Surge sia in grado di durare fino a 7 giorni su singola carica.

Curato anche il design, modellato in modo da poter essere utilizzato anche durante tutto l'arco della giornata. Fitbit Surge è proposto a 249$ e verrà rilasciato insieme a Charge HR nei primi mesi del 2015. Fitbit Charge è invece attualmente disponibile al commercio negli Stati Uniti, mentre il suo arrivo è previsto "presto" anche in Italia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar28 Ottobre 2014, 17:40 #1
Per lo meno si comincia a ragionare sulla durata della batteria.

Non è ben chiaro quali siano queste caratteristiche che mancano a Fitbit Surge rispetto ad uno smartwatch tradizionale, ma mi pare sia proprio questa la miglior strada da percorrere: non cercare di mettere uno smartphone in uno orologio ma cercare di evolvere gli orologi avanzati (come gli sportwatch) in maniera tale da essere sempre più "smart", senza però rinunciare a quelle caratteristiche ci ci si aspetta da un orologio.
globi29 Ottobre 2014, 00:29 #2
Invece io la penso al contrario di te, non mi prenderò alcuno smartwatch fino a che verranno perfezionati quelli che sostituiscono un telefono. Un problema però rimarrà: schermo piccolo.
calabar29 Ottobre 2014, 18:30 #3
In realtà non la pensiamo tanto diversamente, e difatti tu non hai intenzione di comprare uno smartwatch così come è ora.

Il punto è proprio questo: al momento, forse per l'inadeguatezza della tecnologia, forse perchè non esistono ancora componenti mirati, forse solo per immaturità del prodotto, gli Smartwatch sono insoddisfacenti.
Un prodotto meno smart sarebbe invece un prodotto appetibile per molti utenti: magari non fa proprio tutto quello che vorremo, ma almeno è usabile e non ci fa rimpiangere gli attuali sportwatch o orologi tradizionali.

In breve, insomma, secondo me è una soluzione migliore quella di migliorare pian piano i prodotti esistenti fino a giungere ad un prodotto completo anzichè cercare di creare da subito un prodotto completo, ma ottenendo fino ad allora qualcosa di davvero poco usabile.

Gli smartwatch attuali mi sanno troppo di "vorrei ma non posso", e del resto non sostituiranno mai del tutto un cellulare fino a che non sarà possibile avere interfacce di output diverse dai tradizionali display.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^