Fitbit e Garmin sotto indagine per violazione di brevetto

Fitbit e Garmin sotto indagine per violazione di brevetto

L'accusa arriva da Philips e coinvolge anche Inventec, Ingram Micro e Maintek Computer. Le autorità prenderanno una decisione nel più breve tempo possibile

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Wearables
GarminPhilipsFitbit
 

Lo scorso venerdì le autorità di controllo statunitensi hanno comunicato l'avvio di un'indagine su alcuni dispositivi indossabili dopo che lo scorso mese Philips ha sollevato ufficialmente l'accusa di violazione di brevetto. Tra le società sotto esame vi sono Fitbit e Garmin.

L'International Trade Commission (USITC) ha dichiarato di avere messo sotto indagine le due società a seguito dell'esposto depositato da Philips lo scorso mese. "La USITC non ha ancora preso alcuna decisione sui meriti del caso, una posizione finale sarà assunta al più presto possibile" ha dichiarato ufficialmente la commissione. Il caso si concentra su quattro brevetti di proprietà di Philips, che coprono una serie di funzionalità comuni agli smartwatch tra cui il tracciamento del movimento e le notifiche.

"Crediamo che queste accuse siano senza fondamento e risultato dell'incapacità di Philips di aver avuto successo sul mercato degli indossabili" ha dichiarato un portavoce di Fitbit. Garmin non ha invece rilasciato alcuna posizione. Philips ha invece dichiarato: "Philips si aspetta che le terze parti rispettino la sua proprietà intellettuale, allo stesso modo in cui Philips rispetta i diritti di proprietà intellettuale di terze parti".

Anche Ingram Micro, Inventec e Maintek Computer sono sotto sotto indagine. Philips ha chiesto che in caso si provasse la violazione, vengano istituite tariffe o divieti di importazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^