Ecco per la prima volta l'interfaccia utente di Microsoft HoloLens

Ecco per la prima volta l'interfaccia utente di Microsoft HoloLens

Si tratta di un tutorial indirizzato agli sviluppatori di app in realtà aumentata. Oltre alla versione di Windows per AR comprende Microsoft Actiongram, un servizio che serve a configurare gli HoloLens.

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Wearables
MicrosoftHoloLens
 

Il tutorial mostra una versione modificata di Windows 10 in grado di "fluttuare" in aria grazie alla tecnologia di ologrammi di Microsoft che mette insieme immagini reali e oggetti virtuali. Si può notare come sia possibile interagire tramite swipe e altri tipi di gesture da realizzare con le mani.

L'obiettivo di Microsoft è ovviamente quello di mostrare quanto sia semplice e immediato interagire con le applicazioni in realtà aumentata. Accattivante la gesture con cui si apre l'interfaccia di Windows e molto interessante la possibilità di spostare il cursore con un semplice movimento della testa.

Il video in realtà intende trattare soprattutto Microsoft Actiongram, un'app che serve a configurare Microsoft HoloLens. Come spiega nel video la community manager di Microsoft, Kristina Horner, Actiongram permetterà anche di registrare dei video e di connettersi a reti wireless.

Si tratta ancora di un primordiale strumento per presentare agli sviluppatori alcuni concetti alla base dell'interazione con la realtà aumentata. Con l'approssimarsi del debutto sul mercato consumer, sicuramente vedremo delle dimostrazioni più rifinite, anche se un filmato del genere è già abbastanza chiaro sul potenziale della AR.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxsy24 Febbraio 2016, 13:13 #1
questa è la strada giusta.
altro che smart watch, smart ring, smart glass ecc. commercialate buone per svuotare il portafoglio.
emanuele8324 Febbraio 2016, 13:26 #2
Originariamente inviato da: maxsy
questa è la strada giusta.
altro che smart watch, smart ring, smart glass ecc. commercialate buone per svuotare il portafoglio.


Anche io penso il futuro del gaming, dell'intrattenimento e della produttivitä sia nella realtà aumentate piuttosto che nella realtà virtuale (vedasi Oculus rift etc). se una soluzione holo lens si adatta a qualunque circostanza una soluzione oculus invece limita (esempio: perfetta o buona per i gaming statici come di guida o di pilotaggio, meno nelle avventure grafiche, non puoi muoverti dalla sedia e rischi di sbattere conto i mobili) e in ambito lavorativo non puø essere sfruttata in quanto il probelma della connessione/disconnessione del dispositivo ogni volta che devi interagire con il mondo esterno si fa sentire sulla produttività e sulla comodità di utilizzo.

da questo video evinco che in microsoft hanno delle belle idee e le stanno implementando in maniera buona, (altro che google glass), ma salta subito all'occhio l'emergenza risoluzione ed antialiasing. se devo comprare un holo lens per vedere il mio schermo a 640x480 con alias su ogni linea obliqua se lo possono anche tenere.
Noir7924 Febbraio 2016, 13:32 #3
Ancora video mistificatori da parte di Microsoft - quello che non ti fanno vedere é il campo visivo di 30.47° x 17.42°.
genio8824 Febbraio 2016, 13:49 #4
Sembra fantastico, quello che vorrei sapere è se hanno risolto il field of view che sino a poco tempo fa era abbastanza limitato o in questi video stanno mentendo su questo fatto, comunque sia è ancora in fase iniziale per quando sarà disponibile al pubblico dovranno di sicuro aumentarlo il field of view
calabar24 Febbraio 2016, 14:05 #5
Io trovo pessima l'idea di interagire tramite cursore. Non ha alcun senso, la manipolazione degli oggetti virtuali deve avvenire in modo diretto, con le mani.
Le gesture invece rimangono utili, sarebbe un po' come avere "poteri telecinetici" che possiamo adoperare sugli oggetti virtuali.

Del resto comunque è un primo passo, da quel che vedo ci vorrà ancora un bel po' di tempo prima che questa tecnologia sia realmente pronta.
emanuele8324 Febbraio 2016, 14:25 #6
Originariamente inviato da: Noir79
Ancora video mistificatori da parte di Microsoft - quello che non ti fanno vedere é il campo visivo di 30.47° x 17.42°.


Mi sembra una polemica sterile se pensi a quelloc he offre un monitor. questo dispositivo non
è fatto per la realtà virtuale ma per la realtà aumentata insomma dipende dalla risoluzione dell’immagine aumentata e dalla distanza a cui viene proiettata. Alla fine la holo lens è uno schermo virtuale
da wikipedia:
Diagonal measurement × 1.6 (corresponding to 30-degree viewing angle)[edit]
Viewing an HDTV from a position where the display occupies a 30-degree field of view is widely quoted as the SMPTE (or SMPTE 30) recommendation (equivalent to about 1.6263 times the screen size in a 16:9 TV). This recommendation is very popular with the home theater enthusiast community,[21][22] appears in books on home theater design,[23] and is also supported by a white paper produced by Fujitsu.[24] Although an article on research into setting the specification for the next evolution of HDTV, Ultra HDTV (or UHDTV), does support the premise that HDTV was optimized for a view angle of 30 degrees,[10] there seems to be no direct recommendation from SMPTE on the issue.
È vero che avere una fov maggiore semplificherebbe le cose ma è esattamente come tentare di usare un doppio schermo per pc senza muovere la testa e muovendo solo gli occhi. È scomodo e anti intuitivo. È vero ch in ambito videoludico la visione periferica è un plus e per la fov verticale magari averla di 17 gradi sarebbe una buona cosa.
Ilc ampo centrale dell’occhio alal fine è 30° in ogni direzione
https://it.wikipedia.org/wiki/Campo_visivo
Pino9024 Febbraio 2016, 17:01 #7
Originariamente inviato da: emanuele83
Mi sembra una polemica sterile se pensi a quelloc he offre un monitor. questo dispositivo non
è fatto per la realtà virtuale ma per la realtà aumentata insomma dipende dalla risoluzione dell’immagine aumentata e dalla distanza a cui viene proiettata. Alla fine la holo lens è uno schermo virtuale

cut


Quoto. Inoltre c'è da considerare che è solo la prima versione, probabilmente questo "problema" del FoV sarà risolto con le versioni successive.

Personalmente ritengo che questa è una tecnologia "killer", nel senso che uno che lavora col pc ed ha bisogno di più schermi potrebbe sostituirli con hololens ed un muro bianco e tenere "a vista" tutto quello che serve senza particolari limiti se non le dimensioni del muro che si ha davanti. Sarebbe una rivoluzione...
LMCH24 Febbraio 2016, 18:02 #8
Originariamente inviato da: emanuele83
Mi sembra una polemica sterile se pensi a quelloc he offre un monitor. questo dispositivo non
è fatto per la realtà virtuale ma per la realtà aumentata insomma dipende dalla risoluzione dell’immagine aumentata e dalla distanza a cui viene proiettata. Alla fine la holo lens è uno schermo virtuale
da wikipedia:
Diagonal measurement × 1.6 (corresponding to 30-degree viewing angle)[edit]
Viewing an HDTV from a position where the display occupies a 30-degree field of view is widely quoted as the SMPTE (or SMPTE 30) recommendation (equivalent to about 1.6263 times the screen size in a 16:9 TV). This recommendation is very popular with the home theater enthusiast community,[21][22] appears in books on home theater design,[23] and is also supported by a white paper produced by Fujitsu.[24] Although an article on research into setting the specification for the next evolution of HDTV, Ultra HDTV (or UHDTV), does support the premise that HDTV was optimized for a view angle of 30 degrees,[10] there seems to be no direct recommendation from SMPTE on the issue.
È vero che avere una fov maggiore semplificherebbe le cose ma è esattamente come tentare di usare un doppio schermo per pc senza muovere la testa e muovendo solo gli occhi. È scomodo e anti intuitivo. È vero ch in ambito videoludico la visione periferica è un plus e per la fov verticale magari averla di 17 gradi sarebbe una buona cosa.
Ilc ampo centrale dell’occhio alal fine è 30° in ogni direzione
https://it.wikipedia.org/wiki/Campo_visivo


Hai completamente mancato l'elemento essenziale di tutta la questione.
Una vera augmented reality ha requisiti più stretti della più semplice virtual reality
questo perchè in realtà aumentata bisogna far collimare la scena reale con quella reale e le limitazioni sul campo visivo rovinano enormemente l'esperienza d'uso.
Si, si può usare in ambiti in cui le alternative sono peggiori, ma non sarà l'interfaccia "definitiva" e l'esperienza d'uso reale è molto differente da quello che si vede in un video 2D (perche non da l'idea di come è davvero).
emanuele8324 Febbraio 2016, 18:16 #9
Originariamente inviato da: LMCH
Hai completamente mancato l'elemento essenziale di tutta la questione.
Una vera augmented reality ha requisiti più stretti della più semplice virtual reality
questo perchè in realtà aumentata bisogna far collimare la scena reale con quella reale e le limitazioni sul campo visivo rovinano enormemente l'esperienza d'uso.
Si, si può usare in ambiti in cui le alternative sono peggiori, ma non sarà l'interfaccia "definitiva" e l'esperienza d'uso reale è molto differente da quello che si vede in un video 2D (perche non da l'idea di come è davvero).


È vero, ma ci sono delle constraints almeno nel primo prodotto. Dire che 30° orizzontali e 17 verticali siano immondi non ha senso. Sfido chiunque di voi davanti al vostro PC a misurare la fov del vostro schermo. Pensate che se le olo lens la eguagliano avete già il vantaggio della terza dimensione. Mi sembra stupido criticare la fov degli holo lens senza pensare a quelloc he offre ora il mercto (nulla o meglio uno schermo da PC)
maxsy24 Febbraio 2016, 18:17 #10
Originariamente inviato da: calabar
Io trovo pessima l'idea di interagire tramite cursore. Non ha alcun senso, la manipolazione degli oggetti virtuali deve avvenire in modo diretto, con le mani.
Le gesture invece rimangono utili, sarebbe un po' come avere "poteri telecinetici" che possiamo adoperare sugli oggetti virtuali.

Del resto comunque è un primo passo, da quel che vedo ci vorrà ancora un bel po' di tempo prima che questa tecnologia sia realmente pronta.


magari con un guanto/bracciale/anello che si interfacci con il visore. siamo ancora a livello di prototipo, per ora possiamo solo ''fantasticare''.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^