Dall'università di Tokyo un display sottile e adesivo che può essere indossato sulla pelle

Dall'università di Tokyo un display sottile e adesivo che può essere indossato sulla pelle

Sottilissimo, adesivo e semitrasparente: una ricerca dell'università di Tokyo realizza un display che può essere apposto direttamente sulla pelle. Per ora è un prototipo, ma il concetto è interessante in chiave futura

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Wearables
 

Nel contesto di un progetto di ricerca dell'Università di Tokyo è stato realizzato un particolare display estremamente sottile che può essere applicato direttamente sulla pelle. Si tratta di una particolare pellicola che integra LED rossi, blu e verdi realizzati con polimeri organici. Il prototipo costruito dai ricercatori è stato utilizzato per rilevare la frequenza cardiaca e il livello di ossigeno nel sangue.

I dispositivi elettronici comprensivi di LED inorganici e applicabili all'epidermide sono già stati testati e dimostrati in passato in laboratorio, ma il prototipo dell'Università di Tokyo è interessante per la particolarità di fare uso, per la prima volta in questo campo, di LED organici.

Allo stesso modo i ricercatori avevano già realizzato in passato dispositivi elettronici organici e flessibili, che però non hanno saputo mostrare una buona funzionalità a contatto con l'aria. Questa nuova versione riesce invece a mostrare una buona operatività all'aria e in acqua, grazie ad una particolare struttura che alterna strati di materiale inorganico a strati di materiale organico. Il prototipo non è al momento ancora pronto per una eventuale commercializzazione, dal momento che è in grado di mantenere una vita operativa di pochi giorni. Ulteriori sviluppi futuri potrebbero estendere l'operatività nell'ordine delle settimane o dei mesi.

I LED organici consentono, rispetto a quelli inorganici, una più semplice realizzazione di dispositivi di grande superficie. Uno svantaggio è la minor efficienza energetica e la maggior sensibilità alle condizioni ambientali, soffrendo ad esempio l'esposizione all'aria, all'umidità o ai fluidi biologici. E' quindi possibile che gli sviluppi in futuro prevedano una combinazione dei due approcci, organico e inorganico, poiché paiono essere complementari tra loro.

Questo genere di display, estremamente sottili e adesivi, quando combinati con sensori altrettanto sottili hanno il potenziale di trasformare alcuni elementi della quotidianità. Non si renderà più necessario, ad esempio, trasportare un dispositivo esterno per il monitoraggio di parametri vitali, dal momento che lo si potrà indossare direttamente sulla pelle. Ciò significa un monitoraggio di lungo termine di maggior accuratezza, la possibilità per sportivi e atleti di accedere più facilmente alle proprie informazioni di allenamento e un maggior livello di privaci, con la possibilità di mostrare le informazioni all'interno del palmo della mano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
inkpapercafe18 Aprile 2016, 11:51 #1
Display da polso di Predator?
PaulGuru18 Aprile 2016, 12:07 #2
che sola
dr-omega18 Aprile 2016, 12:51 #3
Era ora!
Basta con questi tatuaggi statici!
Ora la ggente potrà bullarsi andando in giro con "Amici di Maria" (la trasmissione) sul petto.
Oppure si farà i selfie e poi li invierà al "tatuaggio display" per mostrare al mondo quanto sono "furbi".
lucusta18 Aprile 2016, 15:35 #4

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^