Da Polar M400, lo sportwatch GPS per corsa e ciclismo

Da Polar M400, lo sportwatch GPS per corsa e ciclismo

Polar estende la propria famiglia di dispositivi wearables con Polar M400, uno sportwatch dedicato alle attività all'aperto che abbina una ricca dotazione di funzionalità ad un prezzo estremamente competitivo

di pubblicata il , alle 17:15 nel canale Wearables
 

Il mercato è sempre più attento ai wearables, cioè ai dispositivi indossabili in grado di registrare varie tipologie di dati e offrire agli utenti che li utilizzano varie tipologie di informazioni. Tra questi prodotti una delle categorie più diffuse è quella dei cosiddetti sportwatch, orologi specificamente sviluppati per l'utilizzo durante attività sportiva all'aperto con i quali tenere traccia di tempi, distanze, andamento cardiaco e consumo calorico.

polar_m400_1.jpg (26859 bytes)

Polar, tra i marchi storici per questa tipologia di prodotti, ha annunciato il nuovo modello Polar M400 dotato di GPS e indicato agli appassionati di corsa con un budget non particolarmente ampio a disposizione. Le funzionalità sono quelle classiche di prodotti di questo tipo con durata, distanza, passo e frequenza cardiaca (con l'abbinamento di una fascia cardio) che sono disponibili direttamente sul display durante l'attività di allenamento, con alcune caratteristiche accessorie particolarmente interessanti.

I dati registrati da Polar M400 possono venir gestiti online da Polar Flow, servizio fornito gratuitamente dall'azienda che registra le attività permettendo di visualizzare i dettagli di ciascuna. Polar M400 può essere utilizzato per registrare attività di corsa, o camminata, oltre che sessioni in bicicletta: anche per queste ultime sono riportate tutte le tipiche metriche

Polar fornisce, attraverso il Running Index, una pratica indicazione della qualità della propria attività tenendo in considerazione sia i dati rilevati dal GPS integrato sia dall'andamento della frequenza cardiaca. La risultante è un dato numerico che sintetizza la qualità del proprio allenamento, aiutando a meglio capire quale sia la propria condizione di forma. L'intensità viene indicata anche con una scala grafica e fornita indicazione di un tempo necessario per il recupero. L'approccio ricorda in parte quanto implementato da Garmin con Forerunner 620 e Fenix 2, due sportwatch di fascia alta che attraverso le funzionalità di Running Dynamics forniscono dati sullo stato di salute dell'atleta stimandone il VO2 MAX alla luce dell'intensità dell'allenamento e l'andamento cardiaco registrato.

Non manca, infine, la possibilità di collegamento diretto con lo smartphone così da poter caricare i dati una volta terminata la sessione senza dover avere accesso diretto ad un personal computer. Polar M400 viene proposto nel mercato italiano a 159,90€, cifra che sale a 199,90€ in abbinamento alla fascia cardiaca, andando a posizionarsi contro prodotti concorrenti come Suunto Ambit2 S, Garmin Forerunner 220 e TomTom Multi-Sport. Ulteriori informazioni sono disponibili online a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hrossi27 Settembre 2014, 08:27 #1
Sembra interessante, una cosa però che non ho mai capito è perchè ogni ecosistema è chiuso. La fascia toracica che compri è blindata a quello specifico sportwatch quando invece potrebbe dialogare con lo smartphone e qualsiasi app uno preferisca. Personalmente poi detesto il cloud legato a questo ambito, i dati della cronologia dei miei allenamenti preferirei averla offline solo sullo smartphone o sul pc di casa.

Hermes
BeppeEpa27 Settembre 2014, 23:23 #2
Il sensore della fascia toracica trasmette in standard Bluetooth Smart. È quindi compatibile con tutti gli smartphone che supportano tale standard ovvero iPhone e molti dispositivi Android. Polar ha abbandonato i sistemi chiusi e si avvia a sostenere Bluetooth come sistema di trasmissione lasciando all'utente la possibilità di scegliere il sensore che più gli aggrada. Penso che che per l'utente sia cambiamento apprezzabile.
sbudellaman27 Settembre 2014, 23:39 #3
Ora che iniziano a diffondere gli smartwatch (soprattutto i modelli con funzionalità più sportive), questa categoria di orologi dovrà adattarsi a nuove fasce di prezzo...
hrossi28 Settembre 2014, 21:32 #4
Non mi riferivo specificatamente a questo ma in generale, anche i prodotti economici del decathlon ad esempio sono blindati, per lo meno la fascia che ho io funziona solo con l'orologio decathlon abbinato, quindi niente endomondo.

Hermes
sp1marco29 Settembre 2014, 09:40 #5
Durata della batteria? Non trovo nulla a riguardo.
Tra gli altri prodotto simili, inferiori solo per la valutazione delle performance (Running Index) c'è anche Runtastic gps watch e il Garmin Forerunner15.

Fasce toraciche proprietarie e blindate?
Mah... non mi risulta. Ormai ci sono 2/3 standard, basta capire lo smartphone che compatibilità ha (per esempio Ant)
Valen1229 Settembre 2014, 10:02 #6
Non credo che gli smartwatch intaccheranno più di tanto questo tipo di prodotti, specificamente pensati per chi fa sport in un certo modo. Anche perché la maggior parte degli smartwatch attuali NON ha il GPS (escluso lo smartwatch 3 Sony). Ben vengano modelli accessibili di questo tipo di prodotti a prezzi umani e con funzionalità avanzate.
TheGreatEscape29 Settembre 2014, 10:09 #7
Bruttino come orologio.
Ho un Ambit 2 e lo trovo migliore esteticamente, tanto che lo uso tutti i giorni anche quando non corro.
sbudellaman29 Settembre 2014, 10:33 #8
Originariamente inviato da: Valen12
Non credo che gli smartwatch intaccheranno più di tanto questo tipo di prodotti, specificamente pensati per chi fa sport in un certo modo. Anche perché la maggior parte degli smartwatch attuali NON ha il GPS (escluso lo smartwatch 3 Sony).


Non ne sarei così sicuro... non consideri la possibilità che col progresso i futuri smartwatch possano essere più completi (gps incluso).
Quando uno smartwatch potrà avere le stesse funzionalità di questi affari, come la metteremo? Prima essendo prodotti "unici" venivano fissati anche sui 500 euro, io dico che dovranno rivedere come minimo i prezzi... vedremo
hrossi29 Settembre 2014, 19:40 #9
Originariamente inviato da: sp1marco
Fasce toraciche proprietarie e blindate?
Mah... non mi risulta. Ormai ci sono 2/3 standard, basta capire lo smartphone che compatibilità ha (per esempio Ant)


Non so cosa dirti, forse quelle più costose, io ne ho una comprata da decathlon insieme al suo orologio e che non dialoga con lo smartphone. Ci ho provato di tutto: endomondo, runtastic, micoach, eccetera, non l'ha mai vista nessuno.

Hermes
sbudellaman30 Settembre 2014, 00:38 #10
Originariamente inviato da: hrossi
Non so cosa dirti, forse quelle più costose, io ne ho una comprata da decathlon insieme al suo orologio e che non dialoga con lo smartphone. Ci ho provato di tutto: endomondo, runtastic, micoach, eccetera, non l'ha mai vista nessuno.

Hermes


Mica è una geonaute? Ce l'ho anchio, se esiste un modo per farla dialogare con lo smartphone (ma ne dubito) mi interesserebbe molto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^