Da Fraunhofer un display OLED da 1667 PPI 'bidirezionale' per i dispositivi di domani

Da Fraunhofer un display OLED da 1667 PPI 'bidirezionale' per i dispositivi di domani

Dimenticatevi i Retina di Apple e i SuperAMOLED di Samsung, Fraunhofer Institute ha prodotto un nuovo display da 1667PPI da integrare nei visori di realtà aumentata del futuro

di pubblicata il , alle 10:11 nel canale Wearables
 

Uno dei limiti più invalidanti della tecnologia indossabile di oggi è dato dalla scarsa densità di pixel dei display disponibili. Se su smartphone spingersi oltre i 400 o 500PPI sembra esclusivamente un inutile esercizio di stile, sui visori di realtà virtuale o aumentata questa è una caratteristica indispensabile. Un esempio: il pannello da 5,7" Quad HD di Galaxy Note 4 è esuberante sul phablet coreano ma manifesta tutti i suoi limiti quando integrato su GearVR.

micrOLED

Limiti che se da una parte sono passabili per scopi ludici, dall'altra compromettono la diffusione delle tecnologie nei più delicati ambienti professionali. Proprio per questo, il Fraunhofer Institute di Dresda (Germania) ha lavorato per portare a termine i lavori su un nuovo display OLED di piccole dimensioni e ad alta densità da integrare nei dispositivi indossabili del futuro. L'istituto fa parte della Fraunhofer Society, uno dei più grandi enti di ricerca applicata specializzata nei settori della salute, energia, sicurezza e comunicazioni.

Il pannello creato dal FI si basa su tecnologia OLED, ha una diagonale di appena 0,6 pollici e supporta la risoluzione massima di 600x800. Numeri che consegnano una definizione di pixel impressionante per le tecnologie odierne, quantificabile in 1.667 pixel per pollice. Il pannello vanta anche altre caratteristiche esclusive molto interessanti, grazie alla sua matrice "bidirezionale" attraverso la quale non solo può riprodurre immagini, ma le può anche registrare in video.

Questo grazie alla particolare matrice impiegata. Oltre all'integrazione dei quattro subpixel RGBW, quindi rosso, verde, blu e bianco, il display di Fraunhofer utilizza un quinto subpixel per ogni pixel. Quest'ultimo è sostanzialmente un fotodiodo in grado di catturare e processare la luce, rendendo il display di fatto anche un sensore di immagini. Questa particolare funzionalità può essere utilizzata ad esempio per rilevare il movimento degli occhi in un ambiente in realtà aumentata e virtuale.

Fraunhofer non ha menzionato le società che hanno supportato le ricerche, tuttavia la futuristica tecnologia potrebbe raggiungere il mercato in varie implementazioni in un futuro per niente lontano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
benderchetioffender10 Giugno 2015, 11:04 #1
che stile! lcd e sensore fusi insieme!
inkpapercafe10 Giugno 2015, 11:10 #2
[sbav]
demon7710 Giugno 2015, 12:49 #3
FANTASTICO!
Sembra essere già risolto uno dei problemi legati alla realizzazione dei visori di domani!
brancamenta10 Giugno 2015, 15:32 #4
Siamo passati dal "non sapere come risolvere il problema dei ppi" al "essere 10 anni avanti al problema dei ppi".

Sono queste le news che mi entusiasmano!
Claudiooo10 Giugno 2015, 18:25 #5
Fantastico
lucusta10 Giugno 2015, 23:10 #6
ecco, ora si!
con l'eye tracking e' possibile fare visori 3D che non ti facciano venire le vertigini.
adesso devono farmelo in formato 21:9, 5k, curvo, un refresh rate da 120hz, free-sync e trasparente, e con sensore cmos sull'altra parte.
non guasterebbe nemmeno Wwifi e che consumasse un'innezia...

poi ci penso io a mettere la montatura a giorno e la lente.
GrowingTentacles11 Giugno 2015, 18:25 #7
ma se io volessi comprare un monitor come il retina di apple pero' di un altra marca ma con le medesime caratteristiche su cosa mi devo orientare?
hibone11 Luglio 2015, 12:39 #8
Finalmente anche le leggende metropolitane diventano realtà.

Appoggiare il foglio sul monitor e premere invio per fare una scansione diventerà una cosa praticamente normale.



Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^