Xiaomi svela Mi3: top di gamma con Tegra 4 a 250€

Xiaomi svela Mi3: top di gamma con Tegra 4 a 250€

Se il "blasone" non vi interessa, Xiaomi offre uno smartphone con specifiche tecniche da primo della categoria a meno di 350$

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:41 nel canale Telefonia
TegraXiaomiNVIDIA
 

Sono necessari meno di 250€ per acquistare il nuovissimo Xiaomi Mi3, che la società cinese ha svelato proprio nelle scorse ore. Si tratta di un dispositivo dotato di caratteristiche tecniche davvero sorprendenti in relazione ad un prezzo a cui solamente le compagnie cinesi ci hanno abituati.

Xiaomi Mi3

Ci ripetiamo: a 250€ è possibile appropriarsi di un dispositivo dotato di Nvidia Tegra 4 o Qualcomm Snapdragon 800 e display da 5" FullHD, esattamente come le produzioni top di gamma dei produttori più quotati del momento, e a supportare il performante chip di Nvidia abbiamo 2GB di RAM, il tutto in una scocca spessa poco oltre gli 8mm. Il prezzo sopra menzionato è relativo alla versione di base da 16GB di storage onboard, mentre la versione da 64GB viene venduta a 2499 yuan, pari a 310€ al cambio attuale.

Mi3 sarà disponibile in due versioni, WDCMA e CDMA in base al supporto di rete di China Unicom e China Telecom. La prima utilizza Nvidia Tegra 4, rendendo Mi3 una delle prime soluzioni ad annoverare il chip del colosso di Santa Clara. Si basa su una struttura a 4+1 core dotata di architettura Cortex-A15 con un clock pari a 1.8GHz e GPU GeForce da ben 72-core. 

Xiaomi è la prima società che sviscera le caratteristiche tecniche di Snapdragon 800. La frequenza operativa è di 2,3GHz, come già sappiamo, e il chip è basato su architettura Krait 400. La GPU integrata è l'Adreno 330, portato alla frequenza operativa di 550MHz, mentre i due chip di RAM LPDDR3 raggiungono la frequenza di 933MHz. Il chip è realizzato con il processo produttivo a 28nm HPM di TSMC.

Sul fronte fotografico, Mi3 dispone di un sensore da 13megapixel di Sony, supportato da un flash a doppio LED, capace di scattare 10 volte in un solo secondo. Una buona autonomia operativa è garantita dalla batteria da ben 3050mAh.

Xiaomi Mi3 sarà disponibile a metà ottobre a prezzi che variano dai 250 ai 310€ (al cambio attuale) in base alla versione desiderata. Il colosso cinese riesce a vendere i propri dispositivi a margini risibili dal momento che guadagna in base ai servizi software che propone ai propri utenti, un po' come Google con la famiglia Nexus.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

84 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1306 Settembre 2013, 09:48 #1
i cinesi producono lo stesso prodotto anche per altri grandi nomi: Sony, Samsung, Apple...se questi sono i prezzi reali perchè Noi per il marchio paghiamo minimo il doppio?
appleroof06 Settembre 2013, 09:52 #2
Il colosso cinese riesce a vendere i propri dispositivi a margini risibili dal momento che guadagna in base ai servizi software che propone ai propri utenti, un po' come Google con la famiglia Nexus.


non ho capito, questi servizi sono disponibili anche in Italia? ma usa Android? cmq più che i servizi credo che tale prezzo rifletta il fatto di quanto siano sovraprezzati i device più blasonati, non credo di esagerare se dico che su uno smartphone top di gamma Samsung, Apple, Htc o anche Nokia il 50% del prezzo sia solo "marchio"
acerbo06 Settembre 2013, 09:55 #3
Originariamente inviato da: djfix13
i cinesi producono lo stesso prodotto anche per altri grandi nomi: Sony, Samsung, Apple...se questi sono i prezzi reali perchè Noi per il marchio paghiamo minimo il doppio?


il perché é scritto nell'articolo, basta leggerlo tutto
devinfriday06 Settembre 2013, 09:56 #4

Root...

Root, Custom ROM, installare GApps, rinse and repeat
domthewizard06 Settembre 2013, 09:56 #5
non è solo il marchio, ma anche quello che gira intorno (pubblicità, sedi e assistenza nazionali ecc.ecc.) e soprattutto le tasse, che per un prodotto import dichiarato a prezzo pieno vengono calcolate intorno al 30%


detto questo, avere la possibilità di prendere uno di questi senza pagarci tasse sopra è un affarone
totyab06 Settembre 2013, 09:56 #6
Visto da dietro sembra un lumia
devinfriday06 Settembre 2013, 09:58 #7
Non avevo letto bene..... non hanno nemmeno fatto lo sforzo di cucinare la ROM, hanno preso un MIUI :lol
Seph|rotH06 Settembre 2013, 10:01 #8
Originariamente inviato da: acerbo
il perché é scritto nell'articolo, basta leggerlo tutto

Insomma...

"Il colosso cinese riesce a vendere i propri dispositivi a margini risibili dal momento che guadagna in base ai servizi software che propone ai propri utenti, un po' come Google con la famiglia Nexus."

Non è che sia molto chiaro. Io ho un Nexus S e non ho sganciato un centesimo a Google per nessun "servizio software".

Gli smartphone cinesi costano meno semplicemente perchè non hanno il ricarico del marchio. Se arrivassero anche da noi e si rivelassero affidabili a quel prezzo, sarebbe una bella rivoluzione per il mondo Android, scatenerebbe una discreta corsa al ribasso, almeno per i produttori che non possono permettersi di far pagare tanto il marchio (tutti a parte Samsung, direi).
magicken06 Settembre 2013, 10:01 #9
Considerato tutto l'hw che monta se fosse prodotto da un marchio noto dovrebbe costare ALMENO 750€!
Da una parte ho letto che dovrebbe essere in lega di magnesio!
Questa Xiaomi mi sta piacendo molto! Hanno preso il VP di Google poco prima della presentazione di questo terminale... Fra non molto la vedremo aggredire il mercato internazionale e ce ne saranno delle belle!
Vedete anche la presentazione del Red Rice, smartphone ultra economico ma con hw buono. E gia' che ci siete date un'occhiata alla loro Smart TV 3D 47" a circa 370€!!!!!
Alessio.1639006 Settembre 2013, 10:06 #10
Originariamente inviato da: devinfriday
Non avevo letto bene..... non hanno nemmeno fatto lo sforzo di cucinare la ROM, hanno preso un MIUI :lol


Guarda che Xiaomi è la casa fondatrice di MIUI.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^