WhatsApp più sicuro su Android e Windows grazie all'autenticazione a 2 step

WhatsApp più sicuro su Android e Windows grazie all'autenticazione a 2 step

WhatsApp ha introdotto la verifica a 2 passaggi per il numero telefonico. La novità è attualmente disponibile solo sulle versioni beta di Android e Windows Mobile

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Telefonia
Windows MobileAndroidWhatsApp
 

WhatsApp ha iniziato ad attivare la verifica a due passaggi sulle più recenti versioni beta del client per Android e Windows Mobile. Su Android la versione del client compatibile con la funzionalità è la v. 2.16.341, mentre sul SO Microsoft la v. 2.16.280. Gli utenti che utilizzano il client beta potranno attivare l'opzione della verifica a due passaggi all'interno della schermata delle opzioni dell'Account attraverso la quale è possibile abilitare la nuova misura di sicurezza.

WhatsApp, verifica a 2 step

Per l'attivazione è necessario inserire una password a sei cifre che verrà chiesta ogni volta che si cercherà di registrare il proprio numero telefonico con l'app, ad esempio quando si passa la SIM da uno smartphone a un altro. Confermando il codice è possibile inserire un indirizzo di posta elettronica che può essere utilizzato per ripristinare la password nel caso in cui servisse farlo. Una volta completato anche questo passaggio, la configurazione della funzione è terminata.

Da questo punto nessuno sarà più in grado di utilizzare WhatsApp con il numero telefonico di un determinato utente se non conosce la password correlata, o non ha accesso all'indirizzo e-mail nel caso in cui questo venisse inserito in fase di setup. L'operazione di attivazione della verifica a due step è ovviamente reversibile, con la funzionalità che può essere disattivata in futuro. In seguito al setup si può anche cambiare la password o l'indirizzo e-mail associato.

La nuova versione beta per Android introduce anche la possibilità di riprodurre messaggi audio anche in background, così l'utente non è costretto a rimanere all'interno della chat contenente il messaggio per ascoltarlo nella sua interezza. Si può passare ad un'altra schermata dell'applicazione o in qualsiasi altra app installata sul telefono e il messaggio vocale non verrà interrotto. Su Windows Mobile c'è invece una sezione "Storage Information" nelle Impostazioni, che mostra quanto spazio occupano i messaggi e i file multimediali ricevuti e salvati.

Per utilizzare la versione beta di WhatsApp su Android è possibile aderire al programma di test a questo indirizzo, per poi scaricare la versione aggiornata. Su Windows Mobile è sufficiente scaricare l'app beta dallo store. Ne sconsigliamo tuttavia l'uso quotidiano dal momento che, essendo versioni non ancora finalizzate e pronte per il debutto, potrebbero insorgere problematiche di varia natura durante l'utilizzo. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bazzu11 Novembre 2016, 16:19 #1
ma....
il senso della 2-step verification?
Erotavlas_turbo11 Novembre 2016, 16:33 #2
Finalmente anche whatsapp diventa sicuro contro l'attacco SS7 grazie alla doppia autenticazione.
Adesso attendiamo signal, visto che telegram la implementa da qualche anno.
Varg8711 Novembre 2016, 20:02 #3
Era ora!

Originariamente inviato da: Bazzu
ma....
il senso della 2-step verification?


L'anno scorso ho perso il cellulare. Ho dovuto sostituire tutte le password ma l'account WA è l'unica cosa che è rimasta accessibile (tramite wi-fi). Il tizio che l'ha raccattato (al quale ho augurato ogni genere di malattia non curabile, dato che inizialmente squillava e tutto ad un tratto ha smesso) l'ha sicuramente piallato ma, nel caso non lo avesse fatto, sarebbe ancora in grado di accedere al mio account.
Per un periodo ho controllato che non ci fossero accessi non miei e per fortuna non ci sono stati ma il dubbio mi rimane sempre.
La soluzione sarebbe stata disattivare l'account (sticaxxi?!).
Almeno spero che con questo tipo di autenticazione verrà richiesta la password sul dispositivo smarrito una volta cambiata, altrimenti no che non servirebbe a niente.
ilario312 Novembre 2016, 13:35 #4
Originariamente inviato da: Varg87

L'anno scorso ho perso il cellulare. Il tizio che l'ha raccattato (al quale ho augurato ogni genere di malattia non curabile, dato che inizialmente squillava e tutto ad un tratto ha smesso)


Massima solidarietà. Capitò anche a me moltissimi anni fa, colpa mia, lo dimenticai sul treno, scesi, risali' subito, ma non c'era più. Chiamai da una cabina della stazione ,mi rispose uno con voce afro dicendo che adesso era suo.
Mi accodo ad ogni genere di malattia non curabile del tuo e del mio "trovata-rio" disonesto.
Varg8712 Novembre 2016, 14:08 #5
Io l'ho perso ad un concerto senza nemmeno accorgermene. Il bello è che di quella sera l'ho tirato fuori giusto per fare un paio di foto, devo averlo perso in mezzo al pogo.
Sono tornato indietro a fine concerto ma figurati, in mezzo a tutta quella gente è come trovare un ago in un pagliaio anche perchè non sono rimasto sempre nello stesso posto.
Fatto sta che il cellulare ancora funzionava mentre tornavo indietro a cercarlo, alla quinta chiamata è diventato irrintracciabile.
Mi giravano più per il fatto che i miei dati fossero in mano ad un ignoto e per lo sbattimento del cambio password che per il cellulare.
Tra l'altro spero almeno che ne sia uscito veramente malconcio, come minimo lo schermo si sarà scheggiato ed il gps non funzionava più da prima.
ivanohw14 Novembre 2016, 19:44 #6
Originariamente inviato da: Bazzu
ma....
il senso della 2-step verification?


Se ti rubano o perdi una sim sulla quale non è attivo il pin, non possono attivare col tuo numero un whatsapp e spacciarsi per te.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^